Avengers: Infinity War Cinematographe.it

Un’attesa snervante durata più di sei anni, se consideriamo la prima vera apparizione di Thanos in Marvel’s The Avengers nel 2012, si è finalmente estinta con il debutto italiano nelle sale di Avengers: Infinity War. Il film diretto dai fratelli Anthony e Joe Russo si è dimostrato come il culmine di un progetto concepito più di un decennio fa e portato avanti con coraggio e tanta creatività. Il timore di dover distribuire sul grande schermo una miriade di personaggi, poi, è sfumato nel momento in cui ogni tassello si è incastrato alla perfezione in un coloratissimo mosaico di situazioni ora drammatiche ora più leggere. Il finale di Infinity War è sicuramente il momento più importante di tutto il film, soprattutto per le domande che pone allo spettatore.

ATTENZIONE: IN QUESTO ARTICOLO SONO PRESENTI SPOILER SU AVENGERS: INFINITY WAR

Cosa significa il finale di Avengers: Infinity War? E quali sono i più prossimi piani futuri dell’Universo Cinematografico Marvel?

Avengers: Infinity War Cinematographe

Leggi la recensione di Avengers: Infinity War

Il finale del film ha certamente lasciato tutti spiazzati, non soltanto i tanti appassionati di fumetti Marvel i quali avranno notato una notevole differenza con l’originale storia a fumetti scritta da Jim Starlin e disegnata da George Pérez e Ron Lim. Nell’arco narrativo andato in stampa dal luglio al dicembre del 1991, infatti, protagonisti della storia con il Guanto dell’infinito erano, oltre Thanos, anche Adam Warlock e Silver Surfer. Nonostante Warlock abbia fatto un’implicita prima apparizione in una delle scene post-credit di Guardiani della Galassia Vol.2, non abbiamo riferimenti a Surfer anche a causa dei mancati diritti acquistati in tempo dai Marvel Studios. Sapendo della futura presenza di Adam Warlock, comunque, siamo pressoché certi che questi non sarà attivamente coinvolto nel prosieguo di Avengers nel quarto capitolo: come sappiamo, infatti, se questi dovesse apparire nel terzo capitolo dei Guardiani della Galassia, questo debutterà nelle sale successivamente ad Avengers 4 stesso, precisamente nel 2020. Oltre a Thanos, magistralmente interpretato da Josh Brolin, c’è un ulteriore ed importante personaggio comune tra fumetto e universo cinematografico: si tratta di Nebula. Il personaggio interpretato da Karen Gillan è rimasta sola con Tony Stark su Titano. Potrebbe essere una delle chiavi della risoluzione dopo le tragiche conseguenze del gesto del Titano Pazzo?

Prima di procedere in avanti bisogna analizzare il presente. Così come in The Infinity Gauntlet, Thanos è mosso da un obiettivo molto preciso: vuole riportare l’universo ad un equilibrio naturale, seguendo tuttavia una morale molto personale che richiede un sacrificio certamente non necessario. Durante l’ultimo frangente dell’epico scontro su Wakanda, Thor è ad un passo dal fermare Thanos i quali con uno schiocco di dita adempie alla sua promessa. Metà della popolazione dell’intero universo torna ad essere polvere. Nell’incredulità e nel terrore dei presenti vediamo sfumare nell’aria Star Lord, Drax, Groot, Black Panther, The Winter Soldier, Scarlet Witch, Peter Parker, Doctor Strange, Mantis, Falcon e i due Agenti dello SHIELD Maria Hill e l’ex direttore redivivo Nick Fury. Quest’ultimo prima di spirare definitivamente riesce a mandare un sos disperato a Carol Danvers aka Captain Marvel.

Ipotesi e speculazioni su Avengers 4: il futuro dopo Avengers: Infinity War e la fine naturale di un’era

brie larson captain marvel cinematographe

Se Infinity War è il culmine di un progetto portato avanti per molti anni, Avengers 4 sarà la sua naturale conclusione, a detta degli addetti ai lavori fra cui i registi e i produttori. Il finale di questo terzo capitolo dedicato ai Vendicatori uniti ha un’importanza vitale per la storia di tutto l’Universo Cinematografico Marvel. Anzitutto, messi di fronte ai sopravvissuti della decimazione voluta da Thanos – che ha concluso il suo lavoro, se così possiamo chiamarlo – ci troviamo di fronte a quelli che sono gli Avengers principali: Iron Man, Captain America, Thor, Vedova Nera, Hulk e Occhio di Falco – grande assente nel lungometraggio, ma implicitamente presente in altro luogo – sono la prima formazione voluta da Nick Fury stesso. Ma, per uno strano senso dell’umorismo sappiamo che proprio questi sopravvissuti potrebbero presto abbandonare la loro strada. Ci basta fare un veloce esercizio di memoria per provare a dare qualche ipotesi. Anzitutto conosciamo i nomi degli attori che dopo Avengers 4 hanno deciso di non prolungare il loro contratto, Chris Evans primo fra tutti, d’altra parte conosciamo i titoli di nuovi sequel Marvel attualmente in sviluppo. Tra questi abbiamo: Spider-Man: Homecoming 2, Guardians of the Galaxy Vol. 3, Doctor Strange 2, Black Panther 2 e il film tanto atteso su Vedova Nera. Se la matematica non è un’opinione comprendiamo quali siano i personaggi che dovranno necessariamente tornare in carreggiata. In che modo però questo potrà avvenire?

Quale sarà il ruolo di Captain Marvel in Avengers 4?

Il logo di Captain Marvel appare sul piccolo schermo del cercapersone utilizzato da Fury pochi istanti prima di morire. Il film con protagonista il premio Oscar Brie Larson nel ruolo dell’eroina Marvel debutterà nelle sale a Marzo 2019, proprio due mesi prima dell’uscita di Avengers 4. Ad un’analisi approfondita viene automatico pensare che la donna possa essere la chiave di volta di una gigantesca operazione di salvataggio anche con l’aiuto dei sopravvissuti. In che modo però potrà farlo? Riavvolgere il tempo? Riportare in vita i caduti? E sarà spiegata l’assenza della Danvers nella battaglia? Il film su Captain Marvel sarà ambientato negli anni ’90 e non nel presente: una delle ulteriori speculazioni potrebbe riguardare proprio la timeline degli eventi. Che Carol conosca qualcosa e decida di restare nell’ombra per un qualche misterioso motivo?

Ricordiamo anche la presenza di Nebula, personaggio allo stesso modo vitale nella risoluzione del conflitto nell’albo a fumetti del 1991. E ricordiamo anche la presenza di Clint Barton e Scott Lang aka Occhio di Falco e Ant-Man assieme a Wasp. Se non morti a causa di Thanos prenderanno parte alla battaglia finale per la salvezza del cosmo. Le domande a cui poter dare una risposta certa si contano sulle dita di una mano e tante ancora senza risposta saranno risolte solamente a Maggio 2019. Qualunque sia il piano dei Marvel Studios dopo Avengers: Infinity War sappiamo per certo che le menti dietro tutto questo hanno in serbo qualcosa di assolutamente grandioso.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE