Tutti i soldi del mondo, Christopher Plummer, Cinematographe

Dopo l’accesa polemica per la sostituzione di Kevin Spacey nel ruolo di Jean Paul Getty, Ridley Scott ha scelto la consolidata classe ed esperienza di Christopher Plummer, classe 1929, che ha alle spalle una carriera con più di un centinaio di progetti cinematografici e televisivi. Nato a Toronto il 13 dicembre 1929, Plummer intraprende la carriera di attore nei primi anni quaranta, quando si dedica anima e corpo al teatro, in ruoli shakespeariani. Passa poi al cinema nel 1958, nel film Fascino del Palcoscenico, con Henry Fonda e Susan Strasberg. Fascino del Palcoscenico sarà solo il primo di una lista interminabile di film, tra cui Waterloo, Malcolm X, Alexander e Beginners, per il quale ha vinto il Premio Oscar nella categoria “Migliore attore non protagonista”.

Christopher Plummer – i film

christopher plummer cinematographe

Christopher Plummer ha partecipato in così tanti film, che sarebbe impossibile menzionarli tutti. Si può però fare riferimento ai migliori, quelli che lo hanno reso celebre non solo ad Hollywood, ma in tutto il mondo.

Primo tra tutti il famosissimo Tutti insieme appassionatamente, del 1965, in cui Plummer è il coprotagonista, insieme a Julie Andrews. Nel musical è il capitano Van Trapp, un vedovo che sarà aiutato dalla governante Maria. Ricordiamo poi, nello stesso anno, Lo strano mondo di Daisy Clover di Robert Mulligan, per poi passare a Gesù di Nazareth (1977), una miniserie per la tv, in cui l’attore ha interpretato Erode Antipa, figlio di Erode il Grande.

Con Nato per Vincere, Plummer verrà affiancato a Nicholas Cage, che interpreta un canottiere molto giovane, irrequieto e indisciplinato. Con Star Trek VI: Rotta verso l’ignoto, Christopher Plummer inaugura il suo ingresso nel mondo fantascientifico. Nel 1991 viene infatti scritturato per interpretare il Generale Chang, il capo dell’armata del Cancelliere Gorkon.

Menzioniamo ancora L’esercito delle 12 scimmie (con Brad Pitt e Bruce Willis), Inside Man, Millenium – Uomini che odiano le donne, fino ad arrivare a Beginners, nel 2012.

Christopher Plummer – l’Oscar

christopher plummer cinematographe

Abbiamo atteso anni e anni di cinema, prima che Christoher Plummer fosse candidato ai Premi Oscar e, infine, vincere la statuetta d’oro. Nel 2010, l’attore ricevette la candidatura nella categoria “Miglior attore non protagonista”, insieme a Stanley Tucci, Woody Harrelson, Matt Damon e Christopher Waltz. A vincere il premio in quell’anno fu proprio quest’ultimo, con la sua interpretazione in Bastardi senza gloria.

La gloria arriva invece per Plummer nel 2012, quando riuscì a battere – sempre nella categoria “Miglior attore non protagonista” in BeginnersKenneth Branagh (Marilyn), Jonah Hill (L’arte di vincere), Nick Nolte (Warrior), Max von Sydow (Molto forte, incredibilmente vicino).

In Beginners, Plummer interpreta un uomo di 70 anni che finalmente comprende e accetta la sua omosessualità. Nel film – ispirato alla storia vera del padre di Mike Mills – troviamo anche Ewan McGregor e Mélanie Laurent.

Christopher Plummer – la controversia su Tutti i Soldi del Mondo

christopher plummer cinematographe

Tutti conosciamo la serie di scandali che ha colpito Hollywood questa estate. Produttori, registi e attori sotto l’occhio del ciclone, accusati di molestie sessuali di attrici/attori o aspiranti tali, che con gli anni hanno deciso di raccontare le loro disgustose esperienze con questi uomini. Tra gli accusati anche Kevin Spacey che, a seguito dello scandalo e aver ammesso la sua colpevolezza, ha anche colto l’occasione per rivelare la sua omosessualità.

Per l’attore si sono chiuse tantissime porte, come quella di House of Cards e Tutti i soldi del mondo. Spacey aveva infatti recitato nel film, ormai solo da ultimare. A seguito della notizia e dello scandalo, per evitare chiacchiere inutili intorno al film, che aveva solo il compito di denunciare una storia vera, Ridley Scott e la sua troupe avevano deciso di sostituire Kevin Spacey con un altro attore: Christopher Plummer.

Una mossa più che azzardata, dato che Plummer ha dovuto costruire e mettere su un personaggio del livello del magnate del petrolio Jean Paul Getty in pochissimo tempo. L’uscita al cinema americano è rimasta per dicembre 2017 e, dalla visione del film, potete vedere quanto Christopher Plummer sia impeccabile nel suo lavoro.

Christopher Plummer, però, non si è risparmiato dal dire la sua per il caso Spacey, rivelando: “Penso che sia molto triste quello che gli è accaduto. Kevin è un attore molto talentoso e spaventosamente dotato, ed è così triste. È un tale peccato. Questo è tutto ciò che posso dire, perché le cose stanno così.”

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto