Le 10 morti più belle delle serie TV

Quante volte abbiamo goduto ed esultato per la morte di personaggi che eravamo arrivati a detestare? Andiamo a scoprire quali sono le morti più belle delle serie TV, quelle più soddisfacenti e spettacolari.

L’abilità dell’attore che viene chiamato ad interpretare il ruolo del cattivo, sta spesso nel farsi nemico non solo dei protagonisti ma, soprattutto, del pubblico. Con le 10 morti più belle delle serie TV andiamo a sviscerare le migliori produzioni della serialità degli ultimi anni e a ricercare quei casi in cui la morte di determinati personaggi è stata costruita e calibrata in maniera talmente accurata da conquistare il cuore di spettatori esultanti e appagati. Il soddisfacimento dato da alcune morti, a lungo agognate, è altissimo ed eccone qua 10 esempi perfetti.

Leggi anche Netflix: quali sono le 10 serie TV più viste di sempre?

1. L’avvelenamento di Joffrey (Il Trono di Spade)

Joffrey tra le morti più belle delle serie TV cinematographe.it

La morte ne Il Trono di Spade è sicuramente un concetto chiave e, al fianco di decessi che spezzano il cuore, ve ne sono diversi che fanno gioire lo spettatore per la scomparsa di personaggi a dir poco detestabili. Joffrey Baratheon, interpretato in maniera impeccabile da Jack Gleeson, ha un rapporto conflittuale con il pubblico fin dalle sue prime scene e per molte stagioni si attende la sua più che meritata morte, che arriva finalmente il giorno delle sue nozze, per via di un misterioso avvelenamento. Stagione 4 – Episodio 2.

2. La vendetta di Opie (Sons of Anarchy)

Agent Stahl cinematographe.it

Un’altra serie di grande successo che, nel corso delle sue 7 stagioni, ha dato vita a una vasta gamma di personaggi, sia positivi che negativi e, molto spesso, indecifrabili da questo punto di vista, è Sons of Anarchy. La storia della banda di motociclisti è la storia di una famiglia che viene continuamente sporcata dal sangue. Tra le morti più belle delle serie TV vi è, senza dubbio, quella dell’agente Stahl (Ally Walker) che con i suoi continui stratagemmi riesce a farsi disprezzare, tanto da far tirare un sospiro di sollievo a tutti gli spettatori nel momento in cui Opie si vendica della morte della moglie Donna. Stagione 3 – Episodio 13.

3. Lo strangolamento di Todd (Breaking Bad) tra le morti più belle delle serie TV

Tod e Jesse cinematographe.it

Breaking Bad è una delle serie TV di maggior successo dell’era Netflix e ciò non sorprende affatto. La cura al dettaglio attraversa trasversalmente tutta la produzione, passando anche per la costruzione di personaggi impeccabili. Nel corso dell’ultima stagione viene inserito nel cast un Jesse Plemons ancora agli esordi per interpretare uno dei ruoli più disprezzati della serie. La sua meritata fine arriva nell’ultima puntata, durante una resa dei conti impossibile da dimenticare. Stagione 5 – Episodio 16.

4. La morte a sorpresa di Changretta (Peaky Blinders)

Luca Changretta tra le morti più belle delle serie TV cinematographe.it

Chi, per tutta la durata della serie, si è dovuta costantemente scontrare con nemici infattibilmente sopportabili, è la famiglia Shelby. Nella stagione 4 di Peaky Blinders, serie TV di grandissimo successo terminata quest’anno, arriva uno degli antagonisti più ragguardevoli, Luca Changretta, interpretato dal fenomenale Adrien Brody. La sua morte arriva nell’ultimo episodio della stagione, in un susseguirsi di colpi di scena che si conclude con il ritorno di Arthur e con la vendetta di quest’ultimo sul personaggio italiano. Stagione 4 – Episodio 6.

5. L’agognata fine di Ramsey (Il Trono di Spade) tra le morti più belle delle serie TV

Ramsey Bolton cinematographe.it

Dopo la scomparsa di Joffrey, Il Trono di Spade necessitava di un nuovo cattivo che potesse incarnare tutta la spietatezza umana e che si facesse disprezzare indistintamente da chiunque. Il compito viene affidato a Ramsey Bolton, ruolo ottimamente interpretato da Iwan Rheon. Ne La battaglia dei bastardi, uno degli episodi della serie passato alla storia, arriva la fine tanto attesa per questo villain crudele e squilibrato che viene prima fatto prigioniero e poi dato in pasto ai suoi stessi cani. Stagione 6 – Episodio 9.

6. La scioccante scoperta di Jonah (Hunters)

Meyer tra le morti più belle delle serie TV cinematographe.it

Amazon per il mese di gennaio ha previsto l’uscita della nuova stagione di Hunters, uno dei prodotti di maggior successo della piattaforma. Il merito più grande va di certo attribuito alla partecipazione di un attore gigantesco, come Al Pacino, proprio colui che si fa protagonista di un finale di stagione a dir poco inaspettato, animato dalla scoperta del giovane Jonah (Logan Lerman) di un oltraggioso tradimento che lo spinge a un omicidio che rientra sicuramente tra le morti più belle delle serie TV. Stagione 1 – Episodio 10.

7. Il sacrificio di Salamanca (Breaking Bad) tra le morti più belle delle serie TV

La morte di Gustavo e Hector Salamanca cinematographe.it

Quante scene divenute iconiche, quanti momenti magici che rivedremmo all’infinito. Breaking Bad è una serie TV con pochi eguali e lo dimostra in tutti gli episodi che la compongono. Hector Salamanca (Frank Ramirez) rientra tra i personaggi che hanno enormemente contribuito a dare spessore al racconto e la sua morte, collegata strettamente a quello del suo acerrimo nemico Gustavo Fring (Giancarlo Espostio), ha del clamoroso ed è tra la più belle morti della storia della serialità. Stagione 4 – Episodio 13.

8. L’uccisione a più mani del governatore (The Walking Dead)

Il governatore tra le morti più belle delle serie TV cinematographe.it

La morte è l’elemento da cui si origina e attorno al quale ruota tutta la serie TV The Walkind Dead, da poco terminata dopo 11 stagioni. Tra le orde di zombie che infestano il mondo sono però gli uomini a rappresentare la più grande minaccia per sé stessi ed ecco che il gruppo protagonista della vicenda si scontra continuamente con la malvagità dell’essere umano. In questo contesto emerge Il governatore (David Morrissey), personaggio mosso solamente da egoistici istinti di supremazia. Il momento della sua morte è un climax che lo porta ad essere attaccato su più fronti, per poi giungere finalmente ad una fine meritata e a lungo attesa. Stagione 4 – Episodio 8.

9. La fine di Campbell (Peaky Blinders)

Campbell Peaky Blinders cinematogrape.it

Un personaggio le cui morte rientra di certo tra le morti più belle delle serie TV poiché bramata per lungo tempo, pur arrivando non troppo tardi, è l’ispettore Campbell di Peaky Blinders. Tra i delinquenti e i fuorilegge della serie dedicata alla banda criminale di Birmingham vissuta nella prima metà del 900, si muove un rappresentate della legge alquanto controverso, che riesce ad attirare l’odio di tutti i fan della serie. La sua fine arriva per mano di una delle eroine del racconto che cerca e trova vendetta, per la gioia di tutti gli spettatori. Stagione 2 – Episodio 6.

10. L’uxoricidio (Fargo)

Martin Freeman Fargo cinematographe.it

L’ultima delle morti più belle delle serie TV si allontana un po’ dalle precedenti poiché arriva durante un episodio pilota, per l’esattezza quello della prima stagione di Fargo – La serie. La produzione che deriva dal celebre film dei fratelli Coen con Frances McDormand e William Macy, nel suo primo episodio mostra il difficile rapporto coniugale tra Lester Nygaard (Martin Freeman) e sua moglie Pearl (Kelly Holden Bashar); i continui insulti e le ripetute vessazioni da parte della compagna, portano Lester all’omicidio che fa da incipit a tutto il racconto. Stagione 1 – Episodio 1.

Leggi anche: Le 10 scene più brutali delle serie TV

Articoli correlati