cinematographe.it, il gigante di ferro

Il Gigante di Ferro era liberamente basato sul romanzo L’uomo di ferro: una storia per bambini del 1968 scritta da Ted Hughes. Il libro è stato ribattezzato durante la sua pubblicazione americana in “The Iron Giant” per evitare confusione con Iron Man della Marvel. Hughes scrisse anche un seguito del libro intitolato La donna di ferro. Il chitarrista degli The Who, Pete Townsend, ha trasformato il romanzo in un album dal nome The Iron Man: A Musical e il musicista è stato anche coinvolto nei tentativi di creare un film musicale.

Dopo alcuni anni di sviluppo, nel 1999 Brad Bird (Ratatouille, Gli Incredibili – Una “normale” famiglia di supereroi, Mission: Impossible – Protocollo Fantasma) è stato ingaggiato per la regia della versione animata de Il Gigante di Ferro, scartando però tutti gli elementi musicali. Il film è stato acclamato al momento del rilascio per la sua bellissima animazione e il lavoro vocale del cast, che includeva Jennifer Aniston e Vin Diesel come personaggio principale.

Il Gigante di Ferro è considerato un cult ora nonostante la sua non riuscita al momento del rilascio, quindi l’ipotetico Il Gigante di Ferro 2 è ancora possibile?

Il Gigante di Ferro fallì al botteghino a causa di errata campagna di marketing: possiamo sperare in un sequel?

cinematographe.it, il gigante di ferro

Brad Bird ha dichiarato che Il Gigante di Ferro alla fine fallì perché la Warner Bros non si preoccupò di commercializzare correttamente il film. Il fallimento del precedente film di animazione prodotto, La spada magica – Alla ricerca di Camelot, con le voci di Pierce Brosnan e Gary Oldman, apparentemente influì in maniera negativa sulla fiducia riposta nel successo de Il Gigante di Ferro.

Successivamente la Warner rimase scioccata dagli alti punteggi del film nelle recensioni e nelle critiche internazionali, ma a quel punto era troppo tardi per lanciare nuove campagne promozionali per pubblicizzarlo. In più, lo studio si era all’epoca focalizzato sulla campagna marketing del film Wild Wild West con Will Smith, che doveva essere uno dei suoi maggiori successi, ma alla fine si rivelò un altro flop.

Brad Bird ha escluso un sequel de Il Gigante di Ferro

cinematographe.it, il gigante di ferro

Lo stesso Brad Bird ha escluso un possibile Il Gigante di Ferro 2 dal momento che ritiene che il film originale abbia già raccontato tutto quello che si era promesso di narrare.

Il regista ha anche escluso il ritorno per un sequel di Ratatouille o di Mission: Impossible poiché non gli piace ripetersi. Nonostante questo ha comunque fatto il suo ritorno per Gli Incredibili 2, anche se, in questo caso, fu solo dopo quasi 15 anni dalla prima pellicola. Bird ha anche citato il fallimento finanziario de Il Gigante di Ferro come una delle ragioni per cui un seguito probabilmente non vedrà la luce.

Per questo motivo, non esiste un trailer del film o una trama definitiva.

Il Gigante di Ferro è riapparso in Ready Player One

cinematographe.it, il gigante di ferro

L’adattamento di Steven Spielberg di Ready Player One comprendeva innumerevoli Easter Eggs di altrettante icone importanti della cultura pop, da Alien a Shining.

Ready Player One: gli easter eggs nel film di Steven Spielberg

Non poteva quindi mancare il Gigante di Ferro, al quale il film riserva un ruolo importante, essendo un alleato del protagonista Parzival nella battaglia finale. Anche se non è abbastanza per poter non far rimpiangere un sequel improbabile, è stato bello vedere il personaggio riconosciuto come un’icona, e, magari, questo cameo suggerisce una non chiusura definitiva a un suo ritorno in grande stile.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

Scopri il nostro Shop Online