Black Widow: cosa abbiamo imparato vedendo il final trailer

Analizziamo il trailer finale di Black Widow, il film Marvel sul passato di Natasha Romanoff (Scarlett Johansson).

La Marvel ha finalmente svelato il final trailer di Black Widow, l’atteso film che ci porta alla scoperta del passato di Natasha Romanoff, in arrivo nelle sale italiane il 29 aprile 2020.

L’eroina interpretata da Scarlett Johansson ha sacrificato la sua vita in Avengers: Endgame, lasciando un grande vuoto nel cuore dei fan. Ma in questa nuova pellicola, ambientata tra gli eventi di Captain America: Civil War e quelli avvenuti in Avengers: Infinity War, avremo modo di addentrarci ulteriormente nel passato di Vedova Nera, che in Black Widow è in fuga dal governo a seguito della battaglia tra il Team Captain America e il Team Iron Man (che ha monopolizzato l’attenzione in Civil War).
Il film ci porterà nella sua terra natale, la Russia, dove Natasha affronterà il suo passato e si riunirà con la sua famiglia, rappresentata da Yelena Belova (Florence Pugh), Melina Vostokoff (Rachel Weisz) e Alexei Shostakov alias Guardiano Rosso (David Harbour). Il gruppo incontrerà Taskmaster, un villain con la capacità di imitare i movimenti fisici di chiunque, il che lo rende una grande minaccia.

Dopo aver esaminato il primo teaser e il trailer svelato durante il Super Bowl 2020 non ci resta che scoprire quali novità cela il trailer finale del film Marvel che, sebbene sembri a tratti molto simile ai video precedenti, offre nuove informazioni sulla famiglia di Natasha, su come hanno gestito la sua assenza, sulle abilità di Taskmaster e tanto altro.

La storia di Yelena

Black Widow Cinematographe.it

Il trailer inizia con Natasha e Yelena che bevono qualcosa, col personaggio interpretato da Florence Pugh che racconta alla protagonista cosa ha inventato sul suo conto per giustificarne la partenza. Entrambe sono state addestrate nella Sala Rossa, ma a un certo punto Natasha decise di andarsene, spinta dal desiderio di essere qualcosa di più di un’assassina addestrata. Yelena spiega di aver detto alla gente che Natasha si era trasferita a ovest, dove lavorava come insegnante di scienze, vivendo col marito, che invece si occupava della ristrutturazione di case e che stavano aspettando il momento giusto (“quando i tassi di interesse scenderanno”) per trasferirsi.
Ovviamente ciò è distante anni luce da quello che Natasha ha davvero fatto per anni, quindi lei risponde semplicemente, con un sorriso, che non è la sua storia.

Taskmaster attacca Vedova Nera

Black Widow Cinematographe.it

Il primo incontro tra Black Widow e Taskmaster ricorda molto quello tra Nick Fury e Winter Soldier in Captain America: The Winter Soldier, con Taskmaster che attacca Natasha mentre si trova nella sua auto, causando un’esplosione e il ribaltamento della vettura. Natasha quindi prende la sua pistola e combatte, ma presto scopre che Taskmaster non è un normale cattivo. È in questa scena che il villain mostra anche le sue mosse di Capitan America, scudo incluso.

Taskmaster studia lo stile di combattimento di Vedova Nera

Black Widow Cinematographe.it

Come accennato in precedenza, Taskmaster ha la capacità di imitare i movimenti e lo stile di combattimento di chiunque osservi, cosa che ha già fatto con Captain America e Occhio di Falco. È chiaro che in questa particolare scena il villain sta studiando le mosse di Vedova Nera.

Taskmaster controlla la Sala Rossa

Black Widow Cinematographe.it

Forse la più grande rivelazione nel trailer è che Taskmaster è quello che controlla la Sala Rossa. Yelena infatti spiega che le Vedove Nere vengono manipolate da Taskmaster durante l’allenamento e, pur essendone consapevoli, non hanno altra scelta. La Red Room, nota anche come Black Widow Program, è un programma segreto di lavaggio del cervello e addestramento, che trasforma le fanciulle in delle letali assassine. La Sala Rossa opera in modo crudele, sottoponendo le ragazze a durissimi allenamenti quotidiani in cui non si lesina l’uso di armi e si affinano le abilità tattiche e di combattimento. Spesso si trovano a lottare l’una contro l’altra fino al punto in cui la più debole viene uccisa, visto che la debolezza non viene tollerata.

Yelena nella Red Room

Black Widow Cinematographe.it

A dimostrazione di ciò, il trailer finale di Black Widow ci mostra una scena in cui Yelena è legata a una lettiga e pronta per essere sottoposta a uno dei tanti trattamenti sperimentali in cui le verrà iniettata una sostanza.
La cosa interessante è il suo abbigliamento. abbiamo visto anche nei video precedenti, infatti, che la ragazza indossa una tuta bianca durante il combattimento accanto a Natasha, Melina e Guardiano Rosso, il che significa che potrebbe essere stata catturata e sottoposta, nella migliore delle ipotesi, a un lavaggio del cervello. Tuttavia notiamo anche una linea tracciata sulla fronte, lungo l’attaccatura dei capelli, il che ci fa temere il peggio.

Natasha e Yelena tornano alle origini

Black Widow Cinematographe.it

Dopo aver realizzato il danno subito in tutti quegli anni, Natasha dice che devono tornare “dove tutto è iniziato”. La missione di Natasha non sarà solo quella di fermare Taskmaster, ma anche la Sala Rossa e tutto il resto, assicurandosi che nessun altra donna subisca ciò che ha dovuto affrontare lei insieme a molte altre.

La famiglia russa di Natasha si prepara alla battaglia

Black Widow Cinematographe.it

Fino ad ora, l’unica famiglia di Natasha che abbiamo conosciuto era composta dagli Avengers ma come sappiamo bene non era la sua unica famiglia e anche il trailer precedente ha tenuto a specificarlo.
In Avengers: Endgame l’eroina ha detto che non avrebbe mai potuto rinunciare al team visto che era l’unica famiglia che aveva. Tuttavia, in Black Widow Natasha unirà le forze con la sua famiglia russa e il trailer ci svela qualche immagine della loro preparazione alla battaglia.

La maschera di Iron Maiden

Black Widow Cinematographe.it

Nella stessa scena si vede sullo sfondo la maschera di Iron Maiden che, come sappiamo, ci riporta al personaggio di Melina Von Vostokoff (interpretata da Rachel Weisz): un’assassina russa che vive all’ombra di Vedova Nera, con al quale finisce per scontrarsi nei fumetti. Non sappiamo con esattezza come si evolverà il loro rapporto nel film, ma è interessante vedere la sua maschera.

Taskmaster copia le mosse di Black Panther nello scontro con Guardiano Rosso

Black Widow Cinematographe.it

Tra i supereroi di cui il villain Marvel ha tenuto traccia rientra anche Black Panther, introdotto in Civil War, dove il padre di T´Challa, il re T’Chaka, perse la vita a seguito dell’attentato alla conferenza delle Nazioni Unite a Vienna. Pantera Nera entra in azione proprio per cercare i responsabili della morte del padre e in questa occasione viene allo scoperto, arrivando sicuramente a essere conosciuto anche da Taskmaster.
I trailer ci mostra che il villain ha imparato bene le mosse del Re di Wakanda e mostra addirittura gli artigli combattendo contro Guardiano Rosso.

Taskmaster insegue Natasha e Yelena

Black Widow Cinematographe.it

Non mancano inseguimenti interessanti in Black Widow e il final trailer ne è la prova, visto che ci dà modo di dare uno sguardo alle corse in auto di una delle Vedove Nere di Taskmaster intenta a inseguire Natasha e Yelena in moto e poi mostrandoci lo stesso villain su un carro armato, con un atteggiamento che fa decisamente l’occhiolino a Occhio di Falco.
In questa scena Yelena sembra mettere in discussione il piano di Natasha e, a giudicare da come vanno le cose, non ha tutti i torti!

Natasha vs le Vedove Nere

Black Widow Cinematographe.it

Ormai è chiaro che la Natasha Romanoff interpretata da Scarlett Johansson non è l’unica Vedva Nera in circolazione e a rimarcarlo è una sequenza del trailer in cui la protagonista si trova a lottare con altre donne addestrate come lei da Taskmaster, che seguono chiaramente gli ordini del villain.
In ogni caso questa battaglia sembra essere davvero interessante e sicuramente molto difficile per Natasha, visto che tutte sono state addestrate seguendo il medesimo programma. L’eroina Marvel può senza dubbio contare sulla sua “famiglia” ma, attenzione: anche le sue avversarie sono abbastanza e solo al cinema scopriremo se questa lotta si concluderà a favore della protagonista o meno.

Il Generale Ross tra i personaggi di Black Widow

Black Widow Cinematographe.it

Dopo essere apparso in L’incredibile Hulk, in Civil War (dove ha presentato gli Accordi di Sokovia) e aver fatto una piccola apparizione in Infinity War sotto forma di ologramma e più tardi in Avengers: Endgame (in cui lo vediamo partecipare al funerale di Tony Stark), il generale Thaddeus Ross farà la sua apparizione anche in Black Widow. La cosa interessante della sua apparizione nel film è che sembra essere più vecchio nella scena mostrata nel trailer (quella in cui arriva con un’intera squadra SWAT), il che significa che il film potrebbe riportare gli spettatori fino a prima degli eventi raccontati in L’incredibile Hulk.

Avengers: Endgame – le alternative per Black Widow e Iron Man

Yelena mostra le sue abilità di combattimento

Black Widow Cinematographe.it

Tutti con i riflettori puntati su Natasha non potremmo aver fatto caso alle abilità di Yelena, che però non tarda a mettersi in mostra anche nel final trailer di Black Widow, in cui ha il suo breve momento di gloria in una scena in cui combatte contro un agente mascherato in una stanza illuminata da una luce verde.

Guardiano Rosso e le affinità con Capitan America

Black Widow Cinematographe.it

Il personaggio interpretato da David Harbour è noto come la controparte russa di Captain America, con alcune differenze significative, ovviamente. Tra le affinità, tuttavia, rientra la presenza dello scudo, che ci viene mostrato anche nel trailer, anche se non si tratta esattamente del suo scudo, bensì di quello di Taskmaster.

Black Widow avrà collegamenti con Captain America: The Winter Soldier?

Taskmaster imita Iron Man

Black Widow Cinematographe.it

Se Taskmaster ha tenuto d’occhio Black Widow, Captain America, Occhio di Falco e Black Panther, sicuramente ha osservato anche il lavoro di Iron Man. Sebbene le abilità di Stark provengano principalmente dalla sua armatura, ci sono mosse che il villain può copiare, come ad esempio quelle che applica durante il volo.

Melina è la madre di Natasha?

Black Widow Cinematographe.it

Il fascino di Natasha risiede anche nel mistero che l’avvolge. Così del suo passato si sa davvero ben poco e, sebbene Black Widow dovrebbe rispondere ad alcune domande, non è chiaro se ci svelerà anche qualche dettaglio sulla sua famiglia biologica.
Sicuramente è già un bel passo conoscere la sua famiglia russa composta da Yelena, Melina e Alexei, con la quale c’è una qualche dinamica familiare, come si vede nella scena della cena, quella in cui Natasha protesta e Guardiano Rosso le dice di “ascoltare sua madre” facendo riferimento a Melina. Ma davvero Melina rappresenta sua madre? O è solo una figura materna e quindi fondamentale per la protagonista?

Scarlett Johansson. Davvero servivano gli Oscar per andare oltre Vedova Nera?

Articoli correlati