L’uomo d’acciaio: Geoff Johns avrebbe voluto un tono più leggero

Geoff Johns temeva che L'uomo d'acciaio non fosse abbastanza leggero per un film su Superman, ma gli allora vertici della DC non gli diedero ascolto.

Inaugurato quattro anni fa con L’uomo d’acciaio, il DCEU ha compiuto molti passi fino a oggi, con Justice League, che riunirà molti dei supereroi più famosi di sempre, prossimo all’uscita.

Una della figure di spicco di questo universo cinematografico è certamente Geoff Johns, di recente messo a capo della DC Films, il quale ha però svelato che proprio per L’uomo d’acciaio che ha dato inizio a tutto avrebbe preferito un tono più leggero. Intervistato da Vulture assieme a Diane Nelson, presidente di DC Entertainment, Johns avrebbe svelato che, inizialmente, sia lui che la Nelson sarebbero stati “emarginati creativamente.”

I due avevano avuto l’opportunità di leggere le varie stesure per L’uomo d’acciaio e, a quanto pare, Geoff Johns temeva che nel film di Zack Snyder non ci fosse abbastanza leggerezza e umorismo, trattandosi di un cinecomic su Superman. Il fumettista fece presente la propria preoccupazione, ma l’amministrazione di allora non ritenne il parere degno di nota. Un risvolto che fa certamente pensare, dal momento che uno delle critiche maggiori mosse al DCEU è proprio il carattere eccessivamente cupo e serioso.

Johns ha però svelato di recente che presto assisteremo a una svolta per l’Universo Esteso DC, preannunciato già dalla volontà di realizzare una serie di spin-off slegato dalla continuity finora determinata dai loro film. Sicuramente, una spia di questa possibile nuova strada è rappresentata anche dall’ingaggio di Joss Whedon per dirigere il titolo su Batgirl e che proprio a Whedon, regista dei primi due Avengers per i Marvel Studios (i cui progetti di certo non soffrono per la mancanza di umorismo), sia stata affidata la direzione di Justice League dopo l’abbandono di Snyder. Per vedere se il cambio in corsa abbia effettivamente già avuto effetti nel vicino blockbuster, non ci resta che aspettare meno di due mesi, con l’uscita italiana fissata al 16 novembre.

Intanto, la DC sembra voler realizzare un sequel de L’uomo d’acciaio e fra i registi interessati sembra esserci Matthew Vaughn, in questi giorni al cinema con Kingsman: Il Cerchio d’Oro, che se dovesse realizzare il film, prenderebbe spunto dai lavori di Richard Donner.

Articoli correlati