Simon Pegg

Il co-creatore di Shaun of the Dead (in Italia L’alba dei morti dementi) Simon Pegg ha rivelato i piani ambiziosi che aveva una tempo per un sequel del film e che, potrebbero in fondo diventare ancora realtà. Anche se oggi siamo tutti ossessionati dal mondo di The Walking Dead, è meglio non dimenticare che il film ormai classico di inizio millennio è venuto molto prima di loro.

Con protagonisti grandi talenti della commedia britannica, L’alba dei morti dementi ha unito Pegg all’amico Edgar Wright, dando il via alla Trilogia del Cornetto. Accanto a lui – che interpretava il protagonista Shaun – Nick Frost, Bill Nighy e Peter Serafinowicz che hanno contribuito a rendere grande il film. Proprio come ha fatto George A. Romero con La notte dei morti viventi, Simon Pegg ha contribuito a reinventare il genere zombie – ma perché non c’è mai stato un sequel?

Parlando a EW per festeggiare il tredicesimo anniversario del film, Simon Pegg, Frost e Wright hanno discusso dell’eredità di L’alba dei morti dementi e hanno anche rivelato i piani persi per un possibile sequel che avrebbe messo Shaun contro alcuni nuovi nemici soprannaturali:

Ho scritto scherzosamente un adattamento da From Dusk Till Shaun, che era un sequel. Edgar pensava che sarebbe stato divertente ripetere il film, con vampiri. Erano solo chiacchiere da pub.

Pegg non ha proseguito oltre su chi sarebbe stato protagonista o su come si sarebbe svolto, ma con la maggior parte dei personaggi in L’alba dei morti dementi che finiscono per diventare loro stessi dei cadaveri ambulanti, sembra che più che un sequel sarebbe stato un vago remake dell’originale. Ci sono stati diversi tentativi di commedie sui vampiri in stile L’alba dei morti dementi, ma nessuno è riuscito a ripetere l’impresa.

Come primo rom-zom-com al mondo, L’alba dei morti dementi è stata una mossa audace. Bilanciando omaggi al genere horror zombie con una tipica comicità british, il film aveva uno script nitido e un impressionante cast. È difficile immaginare un cast migliore per L’alba dei morti dementi, ma Wright ha anche rivelato che Helen Mirren era originariamente stata avvicinata per unirsi al film:

Alcune persone semplicemente non hanno carpito il concetto. Non voglio metterla in imbarazzo dicendo questo, perché lei racconta stessa cosa: Penelope Wilton inizialmente passò il ruolo. Ad Helen Mirren è stata offerta Barbara. Ha detto: “Farò il film solo se interpreterò Ed”.

Frost ha ammesso che Mirren sarebbe stato stupenda come Ed, quindi chissà che cosa potrebbe serbare il futuro se il trio decidesse mai di continuare l’idea del film sui vampiri.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto