Ciò che è avvenuto ne Il risveglio della Forza avrà, secondo Rian Johnson, pesanti conseguenze sul suo Star Wars: Gli Ultimi Jedi.

Ovviamente, uno degli elementi che più affliggeranno i superstiti che ritroveremo nell’Episodio VIII sarà la morte di Han Solo, avvenuta per mano del figlio Kylo Ren.

Nonostante non sarà fisicamente presente, Han Solo ricoprirà un ruolo molto importante nel film, come spiega Rian Johnson a EW:

“Han, il fantasma di… beh, non letteralmente [ride]. Non voglio fuorviare. Devo stare alto attento con le parole che dico. Ma un fantasma figurato di Han doveva essere presente durante l’intero film.”

Ritrattando velocemente, il regista ha fatto intendere che il capitano del Millennium Falcon non apparirà in Star Wars: Gli Ultimi Jedi (niente spiriti modello Yoda o Obi-Wan dunque), ma sarebbe stato impossibile concepire un ottavo capitolo senza che la morte del personaggio ne influenzasse la storia.

In una recente dichiarazione, Rian Johnson aveva spiegato come troveremo Chewbacca in pieno lutto, ma anche Rey dovrà fare i conti con la perdita di quella che a tutti gli effetti era divenuta una figura paterna per lei. La stessa Daisy Ridley, interprete della giovane protagonista, ha spiegato:

“Semplicemente non capisce Kylo. Quando tutto ciò che lei voleva erano dei genitori, perché qualcuno che li ha farebbe una cosa simile? Va così oltre la sua comprensione, è ridicolo. Perciò da una parte è addolorata per la perdita e dall’altra prova rabbia. A essere onesti, non riuscirebbe a comprendere un’azione simile. Lasciate in pace i vostri genitori.”

Per scoprire quanto effettivamente si farà sentire il fantasma di Han Solo nel film di Rian Johnson, dovremo attendere il 13 dicembre, quando Star Wars: Gli Ultimi Jedi arriverà nelle sale italiane.