The Judge's Will Cinematographe

Il record apparteneva a Christopher Plummer, che aveva vinto un Oscar nel 2012. Adesso James Ivory è diventato il più vecchio vincitore di sempre

James Ivory ha ottenuto la sua prima nomination all’Oscar nella categoria Miglior regista nel 1985 per Camera con vista all’età di 57 anni. 32 anni e tre nomination dopo ha finalmente ottenuto un Oscar per l’adattamento del romanzo di André Aciman Chiamami col tuo nome. Si tratta di una sorta di riscatto per Ivory, che avrebbe dovuto dirigere il film, ma i produttori si sono resi conto che l’unico modo in cui potevano ottenere finanziamenti era se Luca Guadagnino fosse stato il regista.

James Ivory strappa il record del più vecchio vincitore di un Oscar da Christopher Plummer che ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per Beginners nel 2012 all’età di 82 anni. Plummer è stato anche nominato quest’anno nella stessa categoria per Tutti i soldi del mondo. Nato in California, Ivory ha diretto film classici come Maurice, Casa Howard, Quel che resta del giorno e il già citato Camera con vista. Gli ultimi due sono stati entrambi nominati come miglior film. Questa è stata la prima nomination per la sceneggiatura di Ivory.

Chiamami col tuo nome era candidato a diversi premi quest’anno. Oltre a miglior sceneggiatura non originale, il film era in lizza per ricevere il Premio come miglior film, miglior attore a Timothée Chalamet e miglior canzone a Sufjan Stevens per Mystery of Love. QUI potete trovare tutti i vincitori degli Oscar di quest’anno.

[amazon_link asins=’B075TYM28J,8823517575,B0798DJD3X’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c7aab1a8-205d-11e8-a252-373cf19bdb7d’]

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE