Oscar 2017 – Moonlight è il Miglior Film ma domina La La Land, ecco tutti i vincitori

Da leggere

Chi è Nick Robinson? Biografia, carriera e vita privata dell’affascinante e ambiguo Sean della serie Netflix Maid

In Maid emana un fascino oscuro, ma lontano dal set sembra proprio un principe azzurro. Ecco chi è Nick...

Stasera in TV: tra i film da vedere anche The Hunt

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

The Challenge: tornato sulla terra il cast del primo film girato nello spazio

Sono terminati i lavori sulla stazione spaziale internazionale che si è trasformata nel primo set nello spazio per il...

Block title

La stavamo aspettando e finalmente è arrivata! L’89° edizione degli Academy Awards si è tenuta nella giornata del 26 febbraio 2017 e finalmente conosciamo i vincitori degli Oscar 2017. Quest’anno, a presentare è stato Jimmy Kimmel, papà dello show televisivo Late Night with Jimmy Kimmel e già presentatore degli Emmy Awards 2012 e 2016.

Ad aprire la serata è Justin Timberlake, che si esibisce nella canzone candidata agli Oscar “Can’t stop the feeling”. Mentre canta e balla, Timberlake scalda il pubblico con la sua voce e i suoi ballerini scendono tra le poltrone, ballando insieme agli invitati. Non poteva esserci inizio migliore per questa 89° edizione degli Oscar. Jimmy Kimmel infine sale sul palco e, per smorzare la sua emozione, inizia a fare battute, prima su Timberlake e poi passando in rassegna tutte le star presenti.

Kimmel affronta con leggerezza anche la grave situazione che sta affrontando l’America in questo periodo, sottolineando l’apertura culturale degli Oscar, rispetto all’accusa della scorsa edizione, ritenuta troppo razzista. Si parte subito e a vincere la prima statuetta d’oro è Mahershala Ali, come migliore attore non protagonista per Moonlight. L’Italia si porta invece a casa l’Oscar nella categoria Miglior Trucco e Parrucco, grazie ad Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini. Non è andata bene, invece, per il documentario italiano Fuocammare, in quanto la statuetta come Miglior Documentario è andata a O.J.: Made in America. Una commossa Viola Davis vince il premio come Miglior attrice non protagonista e ringrazia la sua famiglia, tutti quelli che hanno partecipato alla creazione di Barriere e, soprattutto, il “Capitano, mio capitano” Denzel Washington.

Memorabile la parentesi “fan”, in cui un gruppo di fan sono stati invitati durante l’evento e hanno avuto la possibilità di salutare e parlare con gli attori e Jimmy Kimmel. Il premio come Miglior Regista va, invece a Damien Chazelle, il giovane regista del film dell’anno, La La Land. “Questo film parla d’amore e io sono molto fortunato ad aver trovato l’amore durante le riprese. Grazie Olivia, per essere qui” è così che si conclude il discorso di Chazelle, ringraziando la sua donna per il supporto e l’amore. Il miglior attore protagonista è Casey Affleck, per Manchester By The Sea. Emma Stone si aggiudica l’Oscar come Miglior attrice protagonista per la sua interpretazione in La La Land.

Sul fronte musicale, se Justin Timberlake ha fatto ballare tutto il pubblico, Auli’i Cravalho ha incantato tutti con la sua voce spettacolare e con l’interpretazione della canzone candidata agli Oscar. Le bandiere azzurre che svolazzavano sul palco ricreavano le onde del mare, portando tutti gli spettatori di nuovo nel mondo dell’ultimo film Disney, Oceania. Sting invece ha puntato sulla sua voce e la chitarra, cantando The Empty Chair, brano tratto da Jim: The James Foley Story. Un’esibizione toccante, dovuta dall’atmosfera soffusa e molto suggestiva. Infine è il turno di John Legend, anche qui le uniche luci erano tutte puntate sul cantante che ha interpretato le canzoni candidate, accompagnato dal pianoforte. A vincere nel campo della musica è Justin Hurwitz (sia Miglior Colonna Sonora che Miglior Canzone Originale), che dedica il suo premio “a tutti i bambini che cantano e alle mamme che seguono i loro sogni”, così come la sua ha fatto con lui.

Dopo un primo errore e uno scambio di buste, l’Oscar come miglior film non va a La La Land, ma a Monlight.

Moonlight

Tutti i vincitori degli Oscar 2017

Miglior Film:  

Arrival, Producers: Dan Levine, Shawn Levy, Aaron Ryder, David Linde;

Fences (Barriere)Producers: Scott Rudin, Denzel Washington, Todd Black,

Hacksaw RidgeProducers: Bill Mechanic, David Permut; Hell or High Water, Producers: Carla Hacken, Julie Yorn;

Hidden Figures (Il diritto di contare)Producers: Donna Gigliotti, Peter Chernin & Jenno Topping, Pharrell Williams, Theodore Melfi;

LA la land, Producers: Fred Berger, Jordan Horowitz, Marc Platt;

Lion – La strada verso casaProducers: Emile Sherman & Iain Canning, Angie Fielder;

Manchester By the SeaProducers: Matt Damon, Kimberly Steward, Chris Moore, Lauren Beck, Kevin Walsh;

MOONLIGHTProducers: Adele Romanski, Dede Gardner & Jeremy Kleiner, VINCITORE

Miglior Attore Protagonista:

CASEY AFFLECK (Manchester By The See), VINCITORE

Ryan Gosling (La La Land)

Andrew Garfield (La Battaglia di Hacksaw Ridge),

Viggo Mortensen (Captain Fantastic),

Denzel Washington (Barriere).

Miglior Attrice Protagonista:

Isabelle Huppert (Elle)

Ruth Negga (Loving)

EMMA STONE (La La Land) VINCITRICE

Natalie Portman (Jackie)

Meryl Streep (Florence)

Miglior Attore non Protagonista:

MAHERSHALA ALI (Moonlight), VINCITORE

Jeff Bridges (Hell or High Water),

Lucas Hedges (Manchester by the Sea),

Dev Patel (Lion – La strada verso casa),

Michael Shannon (Animali Notturni).

Miglior Attrice non Protagonista:

VIOLA DAVIS (Barriere) VINCITRICE

Naomie Harris (Moonlight)

Nicole Kidman (Lion – La strada verso casa)

Octavia Spencer (Il Diritto di Contare)

Michelle Williams (Manchester by the Sea)

Miglior Regista:

Denis Villeneuve (Arrival)

Mel Gibson (La Battaglia di Hacksaw Ridge)

DAMIEN CHAZELLE (La La Land) VINCITORE

Kenneth Lonergan (Manchester by the Sea)

Barry Jenkins (Moonlight)

Miglior Film d’Animazione:

Kubo e la spada magica (Focus Features)

Oceania (Disney)

La mia vita da zucchina (GKIDS)

The Red Turtle (Sony Classics)

ZOOTROPOLIS (Disney) VINCITORE

Miglior cortometraggio animato:

Blind Vaysha (National Film Board of Canada)

Borrowed Time (Quorum Films)

Pear Cider and Cigarettes (Massive Swerve Studios and Passion Pictures Animation)

-Pearl (Google Spotlight Stories/Evil Eye Pictures)

PIPER (Pixar) VINCITORE

Miglior Film Straniero:

Land of Mine, Denmark, Martin Zandvliet, director

A Man Called Ove, Sweden, Hannes Holm, director

THE SALESMAN (Il Cliente), Iran, Asghar Farhadi, director VINCITORE

T-anna, Australia, Bentley Dean, Martin Butler, directors

Toni Erdmann, Germany, Maren Ade, director

Miglior Fotografia:

-Arrival (Bradford Young)

LA LA LAND (Linus Sandgren) VINCITORE

Lion – La Strada verso casa (Grieg Fraser)

Moonlight (James Laxton)

Silence (Rodrigo Prieto)

Miglior Costume:

Allied (Joanna Johnston)

ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI (Colleen Atwood) VINCITORE

Florence (Consolata Boyle)

Jackie (Madeline Fontaine)

La La Land (Mary Zophres)

Miglior Documentario:

Fuocoammare

I Am Not Your Negro

Life, Animated

O.J.: MADE IN AMERICA VINCITORE

Miglior Cortometraggio Documentario:

4.1 Miles (University of California, Berkeley)

Extremis (f/8 Filmworks in association with Motto Pictures)-

Joe’s Violin (Lucky Two Productions)

Watani: My Homeland (ITN Productions)

THE WHITE ELMETS (Grain Media and Violet Films) VINCITORE

Miglior Montaggio:

Arrival (Joe Walker)

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE (John Gilbert) VINCITORE

Hell or High Water (Jake Roberts)

La La Land (Tom Cross)

Moonlight (Joi McMillon, Nat Sanders)

Miglior Colonna Sonora Originale: 

Jackie (Mica Levi),

LA LA LAND (Justin Hurwitz), VINCITORE

Lion – La strada verso casa (Dustin O’Halloran, Hauschka),

Moonlight (Nicholas Britell),

Passengers (Thomas Newman).

Miglior Canzone Originale:

-Audition (La La Land)

Can’t Stop the Feeling! (Trolls)

CITY OF STARS (La La Land) VINCITORE

The Empty Chair (Jim: The James Foley Story)

How Far I’ll Go (Oceania)

Migliore Scenografia:

Arrival

Animali Fantastici e Dove Trovarli

Ave, Cesare!

LA LA LAND VINCITORE

Passengers

Miglior Trucco e Parrucco:

A Man Called Ove

Star Trek Beyond

Suicide Squad VINCITORE

Miglior Cortometraggio:

Ennemis Intérieurs Sélim Azzazi

La Femme et le TGV Timo von Gunten and Giacun Caduff

Silent Nights Aske Bang and Kim Magnusson

SING Kristof Deák and Anna Udvardy VINCITORE

Timecode Juanjo Giménez

Miglior Sonoro:

ARRIVAL (Sylvaine Bellemare), VINCITORE

Deepwater Orizon – Inferno in mare aperto (Wylie Stateman e Renée Tondelli),

La Battaglia di Hacksaw Ridge (Robert Mackenzie, Andy Wright),

La La Land (Ai-Ling Lee, Mildred Iatrou Morgan).

Miglior Montaggio Sonoro:

Arrival

Deepwater Horizon – Inferno in mare aperto

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE VINCITORE

La  La Land

Sully

Migliori Effetti Speciali:

Deepwater Horizon – Inferno in mare aperto

Doctor Strange

IL LIBRO DELLA GIUNGLA VINCITORE

Kubo e la spada magica

Rogue One: A Star Wars Story

Miglior Sceneggiatura Originale:

Hell or High Water (Taylor Sheridan)

La La Land (Damien Chazelle)

The Lobster (Yorgos Lanthimos, Efthymis Filippou)

MANCHESTER BY THE SEA (Kenneth Lonergan) VINCITORE

20th Century Women (Mike Mills)

Miglior Sceneggiatura non Originale:

Arrival (Eric Heisserer)

Barriere (August Wilson)

Il Diritto di Contare (Allison Schroeder, Theodore Melfi)

Lion – La strada verso casa (Luke Davies)

MOONLIGHT (Barry Jenkins, Tarell Alvin McRaney) VINCITORE

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Chi è Nick Robinson? Biografia, carriera e vita privata dell’affascinante e ambiguo Sean della serie Netflix Maid

In Maid emana un fascino oscuro, ma lontano dal set sembra proprio un principe azzurro. Ecco chi è Nick...

Articoli correlati