Spike Lee aperto a dirigere un cinecomic, ma preferirebbe la Marvel

Spike Lee ammette che sarebbe interessato a girare un film Marvel e ricorda il grande talento di Chadwick Boseman, diretto in Da 5 Bloods.

Da leggere

Drew Barrymore: “credo che mia madre abbia creato un mostro”. Ecco le rivelazioni shock dell’attrice

Quando nasci in una famiglia che da ben tre generazioni ha la passione per la recitazione non puoi che...

Zack Snyder’s Justice League: un inedito Lanterna Verde è stato scartato dal film

Zack Snyder's Justice League: il personaggio mancante Zack Snyder's Justice League continua a regalare sorprese, a giorni dal suo rilascio,...

The Falcon and The Winter Soldier: il cameo del quinto episodio era un mistero per Wyatt Russell

The Falcon and The Winter Soldier: il cameo era misterioso anche per l'interprete di John Walker The Falcon and The...

Se dovesse capitargli l’occasione, Spike Lee non direbbe no all’opportunità di dirigere un cinecomic, ancor meglio se parte dell’MCU

Data la loro influenza, i cineomic sono ormai divenuti impossibili da ignorare nell’industria e Spike Lee non solo ne è consapevole, bensì non condivide l’atteggiamento che alcuni suoi colleghi, fra cui il grande amico Martin Scorsese, riservano nei confronti dei film tratti dai fumetti. Differentemente da altri autori quali il già citato Scorsese, ma anche Francis Ford Coppola e Ridley Scott, il regista di Fa’ la cosa giusta prenderebbe seriamente in considerazione l’idea di dirigere un cinecomic.

Intervistato da Entertainment Weekly, Spike Lee ha spiegato di non avere “nulla contro la Marvel“, sottolineando come sia cresciuto leggendo i fumetti di Spider-Man, avendo invece sempre considerato “banale” quanto pubblicato dalla DC. Il regista spiega come non sia sua intenzione criticare le storia di Batman & Co.; semplicemente, la sua infanzia è stata costellata solo da fumetti Marvel e per questo se dovesse presentarsi “la giusta occasione”, prenderebbe in considerazione l’eventuale offerta.

Leggi anche – Robert Downey Jr. spiega il successo Marvel e la sua rinascita come Iron Man

Nella stessa intervista, Spike Lee ha anche ricordato il compianto Chadwick Boseman, volto di Black Panther nell’MCU, che il regista ha diretto in Da 5 Bloods – Come fratelli, film che ha debuttato lo scorso anno. Parlando della star scomparsa, Lee ha spiegato: “Chadwick significava moltissimo per le persone. Pensate ai ruoli che ha interpretato: Jackie Robinson, James Brown, Thurgood Marshall, poi Black Panther. Sapevo che sarebbe stato fantastico in Da 5 Bloods perché [il suo personaggio] Stormin’ Norman è un personaggio eroico.”

Nell’attesa di scoprire se nel suo futuro ci sarà veramente un cinecomic, Spike Lee continuerà a godersi il suo primo Oscar, vinto nel 2019 grazie alla sceneggiatura di BlacKkKlansmen. Intanto, se vi foste persi Da 5 Blood – Come fratelli, potete recuperarlo su Netflix, dove ha debuttato dopo la sua distribuzione cinematografica limitata a causa del COVID-19.

ViaEW

Ultime notizie

Drew Barrymore: “credo che mia madre abbia creato un mostro”. Ecco le rivelazioni shock dell’attrice

Quando nasci in una famiglia che da ben tre generazioni ha la passione per la recitazione non puoi che...

Articoli correlati