Pacific Rim – La rivolta: il finale cambiato dopo l’uscita di Guillermo del Toro

Come sappiamo, il primo regista di Pacific Rim - La rivolta, Guillermo del Toro, ha abbandonato il progetto a causa di conflitti di programmazione. Ecco quale sarebbe stato il suo finale del film.

Pacific Rim – La rivolta arriverà fra qualche mese al cinema, ma ciò non impedisce allo scenografo Paul Austerberry di discutere del suo lavoro nel film, compreso ciò che ha comportato il finale originale della pellicola. Pacific Rim – La rivolta, sequel di Pacific Rim 2013, inizialmente sarebbe stato diretto da Guillermo del Toro prima che il famoso e prolifico regista fosse costretto a ritirarsi a causa di conflitti di programmazione. Prima di ciò, tuttavia, Austerberry è stato portato al film da del Toro e ha lavorato con lui per otto settimane durante l’estate del 2015 prima che entrambi si mettessero al lavoro su The Shape of Water – La forma dell’acqua. Gran parte del lavoro fatto è stato cambiato quando Steven S. DeKnight, il primo showrunner della stagione di Daredevil, ha assunto la funzione di regista, lasciando Austerberry a riflettere sul finale originale:

“E poi, naturalmente, penso che avremmo finito sulla costa occidentale, penso che saremmo finiti a San Francisco, dove si svolgono così tanti film catastrofici. L’avremmo distrutta con la grande grande battaglia tra il kaiju e i grandi robot, quindi sarebbe stato molto eccitante. Quindi sì, ero deluso che non l’abbiamo fatto? Certo che lo ero, sarebbe stato un film gigante e divertente su cui lavorare.”

È una scommessa sicura che il nuovo finale includerà ancora una gigantesca battaglia tra Jaegers e Kaiju, ma dovremo aspettare l’anno prossimo per vedere quale città sarà rasa al suolo questa volta.

Ecco la sinossi ufficiale di Pacific Rim – La rivolta

Il conflitto globale tra mostri ultraterreni di distruzione di massa e le super-macchine pilotate dall’uomo costruite per sconfiggerli era solo un preludio all’assalto totale all’umanità di Pacific Rim – La rivolta. John Boyega (Star Wars: Il risveglio della Forza) interpreta il ribelle Jake Pentecost, un pilota Jaeger un tempo promettente il cui leggendario padre ha dato la vita per assicurarsi la vittoria dell’umanità contro il mostruoso “Kaiju”. Jake ha abbandonato il suo addestramento solo per essere catturato in un mondo criminale.

Ma quando una minaccia ancora più inarrestabile si scatena per abbattere le nostre città e mettere in ginocchio il mondo, gli viene offerta un’ultima possibilità di vivere all’altezza di suo padre dalla sua sorella lontana, Mako Mori (Rinko Kikuchi) – che è leader di una coraggiosa nuova generazione di piloti cresciuti all’ombra della guerra. Mentre cercano giustizia per i caduti, la loro unica speranza è unirsi insieme in una rivolta globale contro le forze dell’estinzione.

Jake è affiancato dal talentuoso pilota rivale Lambert (Scott Eastwood) e dall’anziana hacker Jaeger di 15 anni (Cailee Spaeny), mentre gli eroi del PPDC diventano l’unica famiglia rimasta. Crescendo fino a diventare la forza di difesa più potente che abbia mai calpestato la Terra, faranno rotta verso una spettacolare e nuovissima avventura su una scala imponente.

Diretto da Steven S. DeKnight, Pacific Rim – La rivolta ha per protagonisti John Boyega, Scott Eastwood, Cailee Spaeny, Charlie Day, Burn Gorman, Rinko Kikuchi, Jing Tian e Adria Arjona. Pacific Rim – La rivolta uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 22 marzo 2018.

Articoli correlati