Ghost Stories - dal 19 aprile al cinema

Il primo trailer di Shark – Il primo squalo (The Meg) è arrivato online con Jason Statham alle prese con uno squalo davvero spaventoso

In Shark – Il primo squalo (The Meg in lingua originale) Jason Statham è affiancato da Li Bingbing (Transformers: Age of Extinction, Forbidden Kingdom), Cliff Curtis (Fear the Walking Dead), Rainn Wilson (The Office, Super), Ruby Rose (xXx: Il ritorno di Xander Cage), Winston Chao (Skiptrace, Kabali), Page Kennedy (TV Rush Hour), Jessica McNamee (The Vow), Ólafur Darri Ólafsson (Il GGG), Robert Taylor (Focus, Longmire), Sophia Shuya Cai (Somewhere Only We Know) e Masi Oka (Hawaii Five-0, Heroes).

Nel film, un sommergibile facente parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da una creatura enorme, precedentemente ritenuta estinta, e ora giace fuori uso in fondo alla fossa più profonda del Pacifico… con il suo equipaggio intrappolato dentro e poco tempo a disposizione, il subacqueo esperto di salvataggio in acque profonde Jonas Taylor (Jason Statham) viene reclutato da un visionario oceanografo cinese (Winston Chao), contro il volere di sua figlia Suyin (Li Bingbing), per salvare l’equipaggio – e l’oceano stesso- da questa inarrestabile minaccia: uno squalo preistorico lungo 75 piedi noto come Megalodon.

Quello che nessuno avrebbe potuto immaginare è che, anni prima, Taylor aveva incontrato la stessa terrificante creatura. Ora, in coppia con Suyin, deve affrontare le sue paure e rischiare la propria vita per salvare le persone intrappolate nel sottomarino… trovandosi di nuovo faccia a faccia con il più grande predatore di tutti i tempi.

John Turteltaub (National Treasure) dirige Shark – Il primo squalo da una sceneggiatura di Dean Georgaris e Jon Hoeber & Erich Hoeber, tratto dal best seller del New York Times di Steve Alten. Il film debutterà nelle sale il 10 agosto 2018. Di seguito potete vedere il trailer e il poster ufficiali:

Shark Il primo squalo poster, cinematographe.it

The Meg Cinematographe

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento