The King's Man cinematographe.it

Questa mattina è stato pubblicato il teaser trailer di The King’s Man: Le Origini, il prequel della famosa saga di film con Taron Egerton e Colin Firth.

The King’s Man: Le Origini – è arrivato il primo trailer ufficiale del prequel

Il video introduttivo di The King’s Man: Le Origini è caratterizzato da una voce narrante che, nel corso del teaser, si scopre essere quella del personaggio interpretato da Ralph Fiennes il quale, quando si arriva alla conclusione della presentazione, sembra ricoprire il ruolo di mentore per un giovane nuovo adepto, un po’ come abbiamo visto accadere con l’Harry Hart di Firth e con l‘Eggsy di Egerton. Come potete immaginare, essendo questo in arrivo nel 2020 un film prequel, dovrebbe mostrare nei dettagli come sia nata l’organizzazione al servizio di Sua Maestà e anche in questo breve teaser trailer ci viene raccontato qualcosa al riguardo. Infatti le parole che sentiamo pronunciare alla voce narrante sono, quando iniziano a scorrere le immagini di soldati in guerra:

Nel corso dei secoli, la nostra gente ha saccheggiato, ingannato e ucciso. Finché un giorno ci siamo ritrovati nobili. Ma quella nobiltà non è stata frutto della “cavalleria”. È figlia della tenacia e della crudeltà. Il vero potere non lo trovi andando in guerra. Il vero potere sta nel capire chi è veramente il tuo avversario. E come può essere sconfitto.

The King's Man cinematographe.it

Poi le immagini si spostano a Londra e si vede scendere da un’automobile un uomo con un bastone, che presenta al suo pupillo il “luogo di lavoro”, la “sartoria” Kingsman, all’interno della cui vetrina, tra le altre cose, si vedono abiti di squisita e perfetta fattura, dove spicca anche un’uniforme che sembra piuttosto simile a quella che, generalmente, indossano i giovani principi della Corona Inglese nelle occasioni importanti. Poi Fiennes continua dicendo al ragazzo che è con lui:

So che vuoi combattere, ma ci sono altri modi per compiere il proprio dovere. Andiamo?

The King's Man cinematographe.it

Le immagini del trailer di The King’s Man: Le Origini sono davvero potenti e mostrano quanto sangue sia stato versato nel corso dei secoli per arrivare al punto in cui vedremo narrata questa storia prequel. Ma un punto non è del tutto congruente con quanto spiegato invece da Hart ed Eggsy nei film che abbiamo visto precedentemente: il fatto che il potere degli “uomini del Re” fosse derivante dalla cavalleria (dagli stessi Cavalieri, a essere del tutto precisi), quando invece, ascoltando (e leggendo), le parole del teaser si evince invece che il potere acquisito dai Kingsman è stato ottenuto con metodi non del tutto ortodossi e non scevri da malvagità… Chissà cosa scopriremo quando vedremo finalmente in sala il prequel della serie di film tanto amata? Come sempre i segreti dei film verranno svelati in sala e dunque possiamo solamente aspettare di vedere questo nuovo film quando arriverà, nel 2020. Per adesso vi rammentiamo la sinossi ufficiale, che recita:

Mentre un elevato numero di tiranni e criminali nel corso della storia si riuniscono per organizzare una guerra per annientare milioni di persone, un uomo deve correre contro il tempo per fermarli.

E vi riproponiamo anche il trailer in italiano:

La sceneggiatura della pellicola è di Jane Goldman e Matthew Vaughn, quest’ultimo già regista dei precedenti due capitoli (The Secret Service e Il cerchio d’oro). Vaughn sarà anche presto al lavoro sul terzo capitolo della saga principale. Nel cast di questo prequel ci sono: Aaron Taylor-Johnson (Avengers: Age of Ultron), Matthew Goode (Watchmen), Ralph Fiennes (Spectre), Charles Dance (Il Trono di Spade), Djimon Hounsou (Captain Marvel), Gemma Arterton (Murder Mystery), Stanley Tucci (The Hunger Games), Daniel Brühl (Capitan America: Civil War), Tom Hollander (Bird Box) e Rhys Ifans (The Amazing Spider-Man).

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto