Wonder Cinematographe.it
Ghost Stories - dal 19 aprile al cinema

Il Makeup designer Arjen Tuiten ha ammesso che non riesce a ricordare nessun bambino che ha dovuto indossare intere protesi per interpretare il protagonista in un film, prima di Wonder.

Basato sul best-seller del New York Timesdi R.J. Palacio, Wonder è la storia di Auggie Pullman, un bambino— interpretato da Jacob Tremblay (Room), che aveva solo 9 anni durante le riprese — con la Sindrome di Treacher Collins syndrome, una malattia genetica che ha un impatto sul viso e sugli occhi.

Il giovane attore ha indossato l’intero copricapo in silicone, protesi per il collo e per il viso, e in più sono state aggiunte singolarmente le sopracciglia. Tuiten ha spiegato:

Sotto la parrucca, Jacob ha indossato una calotta fatta con la fibra al carbonio, che conteneva un meccanismo per spostare le sue palpebre inferiori, in modo che sembrassero penzolanti. Ha portato anche delle lenti a contatto per ingrandire le sue iridi, oltre che denti su misura e una parrucca fatta a mano, acconciata in modo da fargli avere un look simile ai bambini con la Treacher Collinsche spesso cercano di nascondere le loro orecchie deformi“.

Dato che un bambino di 9 anni poteva stare sul set solo per un numero limitato di ore al giorno, la quantità di tempo che hanno trascorso a preparare Tremblay è stato un elemento da non sottovalutare, e da tenere sempre in considerazione:

Per fare un make up del genere di solito impieghiamo 3 ore, ma a causa dei limiti di tempo che avevamo, dato che stavamo lavorando con un minore, siamo riusciti a fare tutto in 90 minuti“.

PRODOTTI CORRELATI

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento