Thor: Ragnarok inizia la separazione tra Hulk e Bruce Banner

Mark Ruffalo spiega che, partendo da Thor: Ragnarok, assisteremo a una distinzione sempre maggiore tra il gigante verde e Bruce Banner.

Da leggere

Laura Antonelli: la vita da sex symbol e la morte prematura per infarto, apice di un lungo dramma personale

È stata l'attrice sex symbol del cinema italiano degli anni settanta, rivestendo i panni di protagonista di numerose pellicole...

The Suicide Squad: James Gunn svela il motivo dell’assenza del Joker

In una recente intervista, James Gunn ha rivelato il motivo per cui ha preferito non utilizzare il Joker per...

Spider-Man: No Way Home – JK Simmons ha imposto il ritorno al look originale per J. Jonah Jameson

JK Simmons ha dovuto lottare perché il personaggio di J. Jonah Jameson tornasse in Spider-Man: No Way Home con...

Block title

Sin dall’inizio è stata affrontata la doppia personalità del personaggio, ma Thor: Ragnarok ha rappresentato un punto di svolta per Bruce Banner e la sua convivenza forzata con Hulk.

Nel film di Taika Waititi, vediamo finalmente un gigante verde in grado di parlare, dotato di una sua razionalità, ma questo avviene solo dopo che la personalità di Hulk, con il suo furore, ha schiacciato quella di Banner, che durante i due anni trascorsi sul pianeta Sakaar, dove il Dio del Tuono lo incontra in Thor: Ragnarok, è stato in una sorta di trance, totalmente inconsapevole delle proprie azioni. Mark Ruffalo, intervistato da Collider, ha spiegato che questa distinzione tra i due alter ego diventerà sempre più marcate nel futuro dell’MCU:

“È da qui che inizia… praticamente è una versione mini di Planet Hulk. Perciò i fan hanno quello e poi iniziamo a costruire la separazione tra Hulk e Banner. Ora Hulk può essere un personaggio a sé, e Banner può iniziare a essere la persona che vorrebbe essere senza doversi preoccupare di eccitarsi continuamente. Così iniziamo a conoscere questi due personaggi in un modo che finora non avevamo mai visto. Una parte di questo [processo] è avere un Hulk che parla più o meno come un bambino di sei anni.”

Sebbene sembri quasi impossibile, almeno a questo punto, avere un film Marvel Studios tutto dedicato a Hulk, anche Kevin Feige, boss della compagnia, ha ammesso che con Thor: Ragnarok hanno dato il via a un arco narrativo, che continuerà con Avengers: Infinity War, in cui vedremo il gigante verde evolversi continuamente nel suo rapporto con Banner. Per scoprirne le conseguenze, non ci resterà che seguire l’MCU sul grande schermo.

[amazon_link asins=’B01MRK8XL2,B0041KW0K8,B01770C6IY,B00WT2JRF6,B01F3SKTNQ,B0041KXEEE,B06WXX6QVW’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’382f3324-bd9a-11e7-8ac1-ad068591d369′]

SourceCollider

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Laura Antonelli: la vita da sex symbol e la morte prematura per infarto, apice di un lungo dramma personale

È stata l'attrice sex symbol del cinema italiano degli anni settanta, rivestendo i panni di protagonista di numerose pellicole...

Articoli correlati