Sean Astin Il Signore degli Anelli Cinematographe.it

Sean Astin ha parlato della trilogia su Il Signore degli Anelli ammettendo che, senza il successo del primo film, gli altri due sarebbero stati completamente diversi

L’attore Sean Astin, che interpreta Samvise Gamgee nella saga de Il Signore degli Anelli, riflette con ansia sul fatto che la trilogia cinematografica diretta da Peter Jackson potrebbe essere una delle trilogie filmiche di maggior successo di tutti i tempi. Eppure, quando nel 2001 uscì al cinema il primo film, La Compagnia dell’Anello, nessuno avrebbe potuto prevederne il successo, che si estese anche agli altri due capitoli usciti rispettivamente nel 2002 e nel 2003 (Le due torri e Il ritorno del re).

Adesso, a circa 17 anni dal debutto sul grande schermo de Il Signore degli Anelli, Sean Astin osserva la sua carriera passata e ammette che all’epoca non era così certo del successo.

“Penso che quando dai un’occhiata ai costumi e alle spade e ne vedi lo scopo, non possono mai esserci dubbi sul fatto che ciò che stai facendo è spettacolare, davvero speciale e importante [ma] quello che non sapevo era se sarebbe stato un successo al botteghino […] il successo del primo film ha permesso di elaborare enormi adattamenti nel secondo e nel terzo film. Quindi, se il primo film fosse uscito e non avesse avuto quel successo, il secondo e il terzo film sarebbero stati totalmente diversi”.

Leggi anche Il Signore degli Anelli: la serie Amazon a metà fra remake e novità

Adesso è difficile immaginare che Le due torri e Il ritorno del re possano essere differenti da come li conosciamo, ma è andata davvero così. Come è noto ai più Il Signore degli Anelli ha avuto un vasto seguito e ancora oggi è una delle saghe più amate. Inoltre, essa ha avuto un altro merito, ovvero quello di far notare il talento di Peter Jackson, che da quel momento è diventato uno dei registi di spicco di Hollywood, approdando a una nuova trilogia sempre basata sulle opere di J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit (prequel de Il Signore degli Anelli).

Attualmente Jackson non sembra essere interessato a tornare nella Terra di mezzo, ma noi continueremo a viaggiare tra elfi e hobbit, nella battaglia tra bene e male, attraverso la serie tv Amazon, la cui produzione dovrebbe iniziare nel  2021. La serie tv sul Signore degli Anelli si concentrerà sulle avventure di un giovane Aragorn.
Come accennato sopra, il regista non è coinvolto nella produzione, anche se la dirigente di Amazon, Jennifer Salke, non ha completamente abbandonato la speranza, dichiarando che sono ancora in trattative.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto