Pet Sematary Cinematographe
Mandatory Credit: Photo by Paramount/Kobal/REX/Shutterstock (5880684m) Fred Gwynne

Uno degli attori di Pet Sematary ha rivelato che Stephen King non ha avuto alcun problema con un cambiamento chiave rispetto alla fonte materiale

Nel romanzo originale di Pet Sematary un bimbo muore e torna in vita, ma nell’adattamento di quest’anno della storia, al contrario, è una donna di 90 anni a essere sottoposta a un processo simile: un cambiamento nella trama che ha fatto arrabbiare alcuni fan. Nonostante i commenti negativi, una delle star del film ha rivelato che l’autore Stephen King non ha avuto alcun problema col fatto che questo nuovo film stesse cambiando la fonte materiale.

Spero che le persone che sono arrabbiate al momento, riusciranno a vedere tutti i benefici di questa cosa” ha detto Jason Clarke relativamente al cambio del dettaglio nella trama. “C’è da dire, però, che un sacco di persone non hanno avuto problemi nell’apprendere questa notizia. Come non ha avuto problemi nemmeno lo stesso Stephen King“.

Nel 1989, la regista Mary Lambert ha diretto l’adattamento del romanzo con Miko Hughes che interpretava il terrificante bambino. Anche se il terrore in piccola scala era effettivo in quel film, Clarke ha dichiarato che il tono di questo nuovo adattamento sarà diverso da quel film – questo significa avere un bambino più grande, che più accuratamente rispecchia gli obiettivi del film.

Pet Sematary: in arrivo le esclusive steelbook Blu-Ray e 4K Ultra HD

È abbastanza facile giustificare il cambiamento. Non puoi fare quel film con un bambino di tre anni” ha ammesso l’attore. “Altrimenti finiresti per lavorare con una bambola o qualcosa di animato. Per cui devi cercare di creare una storia più profonda, optando per una bambina di sette o nove anni“.

Il “colpo di scena” del film è stato presentato nel recente trailer: i registi sapevano bene che sarebbe stato un punto molto discusso tra il pubblico. Coincidentalmente all’uscita del trailer, i registi hanno spiegato cosa li ha ispirati per la loro versione. “Il cambiamento era nella sceneggiatura quando siamo saliti a bordo, e immediatamente avresti capito che era una delle cose più intelligenti nello script. Era nuovo, fresco, ma manteneva comunque l’essenza del romanzo” ha spiegato il co-regista Dennis Widmyer. “Una delle cose che ci piaceva del romanzo è che c’è sempre il personaggio di Ellie che chiede delle cose. Chiede del suo gatto morente un giorno e tante altre cose. Quindi ci è sembrato giusto che lei ci fosse, per ripetere queste domande a suo padre, per risolvere queste precedenti conversazioni che avevamo. Ci è sembrato un modo carino per connettere quel tema“.

Il co-regista Kevin Kolsch ha concluso: “Devi assicurarti di compiere dei cambiamenti per dei motivi giusti, non solo per causare uno shock. E modificare il tutto con Ellie ha assolutamente senso per la storia“.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE