Dark Army Paul Feig, Cinematographe.it

Secondo Paul Feig, non è necessario offendere per ridere e far ridere. Questa la sua reazione alle osservazioni di Todd Phillips sui presunti effetti negativi della “woke culture”

L’uscita al cinema di Joker è stata costellata di controversie, tra cui il regista Todd Phillips che ha parlato della cultura dell’oltraggio di estrema sinistra. Bene, ora il direttore di Ghostbusters del 2016 ha espresso la sua opinione su quell’idea.
Paul Feig ha parlato con Variety della sua reazione ai commenti di Todd Phillips durante un evento da red carpet. Il regista di Ghostbusters si è mostrato contrario all’idea, a causa della sua natura per lo più piacevole.

Un punto di forza di Joker dovrebbe essere il modo in cui il film ha trasformato la controversia in interesse e alla fine in successo al botteghino. Anche se molti spettatori hanno avuto certamente delle cose da dire sull’approccio di Phillips, i risultati hanno dimostrato che il film ha funzionato alla grande.

Feig ha risposto, a proposito dei presunti effetti negativi della “woke culture” sulla commedia: “Semplicemente, non voglio offendere le persone. E mi sono divertito a far ridere la gente senza offendere nessuno, no? Se qualcuno si fosse offeso, mi sentirei terribilmente. Ho vissuto la mia vita con i bulli che si sono presi gioco di me e mi sento così male quando mi succede che il mio unico obiettivo nella vita è non far sentire nessuno così.
Sentite, Todd è un genio, ha ridefinito la commedia con i suoi film. Non capisco quel sentimento perché non ho mai avuto difficoltà a non offendere la gente e riuscire comunque a ridere, ma lavoriamo tutti in modo diverso“.


Jojo Rabbit: Taika Waititi deride Todd Phillips sulla “woke culture”

Naturalmente, i commenti sotto il post sono pieni di fan che parlano di come il film Ghostbusters precedente li abbia offesi in qualche modo. Ora, Joker non ha carenza di fan in questo momento in quanto l’ultimo film DC continua a fare incetta di quattrini per la Warner Bros.
La settimana scorsa il film ha superato gli 800 milioni di dollari e questo è stato sufficiente a suscitare una risposta da parte del presidente della Warner Bros., Toby Emmerich. Il presidente ha anche raccontato a The Hollywood Reporter il recente successo del film durante una tavola rotonda.

L’impeto dietro la creazione di Joker proviene davvero da Todd [Phillips]. Ma uno dei vantaggi di essere alla Warner Bros. e avere la DC è che non riteniamo che tutti i film debbano essere – non che i film Disney lo siano – ma non pensiamo che i nostri film debbano avere lo stesso tono o un universo connesso. Abbiamo pensato che realizzare una storia di origine supercriminale classificata R fosse una bella idea. Non ci aspettavamo che [il successo] arrivasse a questo livello quando abbiamo dato il via libera al film“, ha spiegato Emmerich.

SPECIALE OSCAR 2020
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE