The Conjuring, cinematographe

Quando si tratta di plasmare un universo come quello DC, scegliere i registi giusti è imprescindibile e Patrick Wilson, che tra poco più di un anno vedremo in Aquaman, è convinto che la Warner si muova nel modo corretto quando si tratta di affidare i propri film.

Intervistato da Metro, la star di The Conjuring, che in Aquaman tornerà a essere diretto da James Wan, ha spiegato come ai registi che finora si sono succeduti all’interno di questo universo spetti un riconoscimento ma[amazon_link asins=’B0711TYP2X,B01N4U59KK,B076T6CTG7,B075XNTZ5J,B07774QZFP,B076BWTSS4,B01L2CISAS’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’90c6b3cc-e056-11e7-a0f1-c914cd4a64d1′]ggiore di quello che critici e pubblico tendono ad attribuirgli. Patrick Wilson ha dichiarato:

“Come si suol dire, ci sono moltissimi modi per scuoiare un felino. O per fare un film e un franchise. Posso solo parlare per quanto mi riguarda come attore e per avere un rapporto con i registi. Da fan, mi metto comodo e guardo le scelte che fanno per i registi e sono registi molto forti, attenti, unici e questo richiede fiducia. È facile ingaggiare qualcuno che dica sempre di sì. E loro di certo non lo sono, il che è molto eccitante.”

Le parole di Patrick Wilson arrivano pochi giorni dopo quelle di Margot Robbie, che aveva espresso la sua solidarietà nei confronti dei registi, sostenendo che i produttori debbano fare completamente affidamento su di essi, facendo sì che possano portare sullo schermo la loro idea di cinema. In Aquaman, fissato in Italia per il 1° gennaio 2019, Jason Momoa riprenderà il ruolo del sovrano di Atlantide. Patrick Wilson interpreterà Orm alias Ocean Master, nemesi dell’eroe.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto