The woman in the window, Cinematographe.it

Netflix sta finalizzando un accordo di acquisizione che trasferirà La donna alla finestra dai 20th Century Studios di proprietà della Disney a Netflix

Il thriller, interpretato da Amy Adams e diretto da Joe Wright, è l’ultimo dei progetti cinematografici tratti da libri lasciati in sospeso da Elizabeth Gabler quando la Disney ha acquisito la Fox, chiudendo bruscamente la sua divisione Fox 2000. Scott Rudin ed Eli Bush hanno prodotto La donna alla finestra (The Woman in the Window). L’accordo è in fase di finalizzazione l’affare, quindi non è chiaro quando Netflix renderà disponibile il film, che al momento è pronto per il rilascio.

La donna alla finestra è un adattamento del bestseller mondiale di A.J. Finn. Anche se il vero scrittore del romanzo, l’editore di libri Dan Mallory, ha ottenuto un vivace articolo del New Yorker Magazine sulla propensione a inventare o fabbricare informazioni personali, ciò non ha nulla a che fare con questo cambio di distribuzione per il film.

Molto semplicemente, un thriller a tema per adulti non è adatto al servizio di streaming Disney+, rivolto alle famiglie, e i calendari di rilascio saranno sovraccarichi quando riapriranno i cinema e il pubblico tornerà in sala. Come alcune altre pellicole che sono passate dagli studi cinematografici agli streamer – il viaggio del thriller di Tom Hanks sulla Seconda Guerra Mondiale da Sony ad Apple è un buon esempio – gli studi a corto di soldi attendono una destinazione per i loro film ultimati e gli streamer si fanno volentieri avanti.

Il trailer del film con Amy Adams

Netflix ottiene così un nuovo film con un cast di spicco che include Julianne Moore, Gary Oldman, Tracy Letts (che ha scritto la sceneggiatura), Bryan Tyree Henry, Jennifer Jason Leigh, Anthony Mackie e Wyatt Russell.

Ne La donna alla finestra, Amy Adams interpreta Anna Fox, una psicologa infantile agorafobica che vive da sola in un sobborgo di New York. È bloccata nella dimora e la sua paura di uscire di casa le è costata la separazione dal marito e dalla figlia. Riempie così le sue giornate guardando film classici noir e le sue interazioni sono quasi esclusivamente online. Spia i vicini come vede fare nei film che ama. Le cose prendono una svolta diversa per la donna quando il clan Russell si trasferisce alla porta accanto e osserva il legame tra i genitori e il loro figlio adolescente e ciò le fa desiderare di riunirsi con la sua stessa famiglia.  Quando assiste a un atto di violenza in casa si trova però a un bivio. Dovrebbe chiamare gli sbirri o è solo andata fuori di testa? Ha anche un problema con i farmaci e il consumo di alcol.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE