IT – Capitolo 2: Stephen King ha un cameo nel film?

Che al papà di Pennywise sia riservata una piccola parte nel film? Scopritelo nel nostro articolo prima di vedere It - Capitolo 2.

IT – Capitolo 2 riserva diverse sorprese. Tantissimo orrore, una quantità inverosimile di sangue e il Club dei Perdenti pronto a scontrarsi faccia a faccia con il proprio incubo Pennywise. Un clown malefico, letale, che poteva nascere soltanto dalla mente di un maestro dell’horror. E, quel maestro, nel 1986 ha realizzato una delle sue opere migliori, che ha segnato le generazioni a venire e ha messo tantissimi lettori e appassionati di fronte alle loro più recondite paure. Stephen King ne ha spaventata di gente, ma con It – Capitolo 2 potrebbe avere ancora una cartuccia da riservare ai fan.

IT: Capitolo 2 – il cast completo de Il Club dei Perdenti

Nel film di Andy Muschietti, già alla regia del precedente capitolo del 2017, il famoso scrittore riserva un cameo dai tratti esilaranti. King interpreta in una breve scena il venditore di un negozio di antiquariato, che vende al personaggio di Bill – interpretato da James McAvoy – la sua vecchia bicicletta Silver. Un siparietto inaspettatamente comico tra i due personaggi, con Stephen King dietro al bancone del negozio, cappellino da baseball in testa, che riconosce lo scrittore di successo.

Il cameo di Stephen King e l’inside joke di IT – Capitolo 2

IT - Capitolo 2 cinematographe.it

E, ancora più sottile, è lo scambio di battute tra Bill e il negoziante. Dopo che Bill ha visto il proprio libro poggiato sul tavolo, chiede al personaggio di King se voglia un autografo. L’uomo risponde di no: non gli piace il finale del libro. Uno sketch che torna spesso all’interno di It – Capitolo 2 e che ha come riferimento un altro fatto legato al papà di Pennywise.

IT: Capitolo 2 – nuove foto dell’atteso sequel di Andy Muschietti

È, infatti, risaputo che la critica maggiore rivolta ai romanzi di Stephen King riguarda sempre il finale. Pur considerati buoni o ottimi libri, molti suoi lavori vengono tacciati della poca funzionalità del finale. Un inside joke per veri amanti dello scrittore, ma che suscita comunque una risata all’interno del film, vista anche la frequenza con cui la gag viene ripetuta in altri momenti di It – Capitolo 2.

Articoli correlati