Diane Keaton: “Woody Allen è mio amico e continuo a credergli”

Diane Keaton ha invitato i follower di Twitter a guardare un intervista del 1992 in cui Allen nega di aver molestato la figlia adottiva di sette anni Dylan Farrow.

Da leggere

Guardiani della Galassia Vol. 3 sarà probabilmente la fine del simpatico Drax

Guardiani della Galassia Vol. 3 arriverà nelle sale il 5 maggio 2023 negli USA Guardiani della Galassia Vol. 3, come...

Army of the Dead: domani arriveranno dettagli sul film, parola di Snyder

Army of the Dead mischia l'action con l'horror Army of the Dead è il nuovo folle e ambizioso lungometraggio di...

The Magic Order: la serie Netflix di Mark Millar è tornata in produzione

The Magic Order è in produzione da ottobre 2020 The Magic Order è un'iniziativa davvero peculiare: nato come progetto fumettistico...

Mentre diversi attori che hanno lavorato con Woody Allen hanno ormai preso le distanze dalla condotta privata del regista, una delle sue muse più antiche vuole rimanergli accanto.

Dicendo che Woody Allen “è mio amico e continuo a credergli”, Diane Keaton ha invitato i follower di Twitter a guardare un intervista di “60 Minuti” del 1992 in cui Allen ha negato di aver molestato la figlia adottiva di sette anni Dylan Farrow.

Woody Allen è stato accusato di aver molestato Dylan Farrow nel 1992, anche se nessuna accusa è stata presentata dopo un’indagine della polizia. Dylan Farrow ha riportato le accuse all’opinione pubblica nel 2014 con un dettagliato saggio del New York Times, ma la reazione di Hollywood è stata molto attenuata, i difensori di Allen si sono fatti sentire e lo scandalo è esploso in gran parte dopo due mesi.

Tuttavia, in seguito allo scandalo Harvey Weinstein e al relativo movimento #MeToo, la Farrow ha iniziato a chiamare pubblicamente intrattenitori che hanno espresso sostegno per le vittime di abusi sessuali, ma hanno continuato a lavorare con Woody Allen. Da allora, diverse persone che sono apparse nei film di Allen lo hanno pubblicamente sconfessato, tra cui Mira Sorvino, Greta Gerwig e Rachel Brosnahan. In particolare, diversi membri del cast del prossimo A Rainy Day In New York di Allen hanno annunciato che doneranno i loro salari alle organizzazioni che combattono gli abusi sessuali, tra cui Timothee Chalamet e Griffin Newman. Woody Allen ha costantemente negato le accuse.

Ultime notizie

Guardiani della Galassia Vol. 3 sarà probabilmente la fine del simpatico Drax

Guardiani della Galassia Vol. 3 arriverà nelle sale il 5 maggio 2023 negli USA Guardiani della Galassia Vol. 3, come...

Articoli correlati