Breaking Bad cinematographe

Nessun ruolo per RJ Mitte, il figlio di Walter White nel prossimo film su Breaking Bad

Ancora sono pochi i dettagli che circondano il prossimo film su Breaking Bad, la pellicola che seguirà le vicende che si sono concluse con la fine della serie tv (‎2008-2013). L’ultima notizie, però, riguarda una assenza nel cast: RJ Mitte, l’interprete del figlio di Walter White, non sarà presente. L’attore, infatti, ha affermato di “non essere presente nel film“. “È un peccato“, continua, perché RJ Mitte già immaginava un futuro per Flynn in cui il personaggio, ora entrato a far parte della DEA, si impegna a scoprire cosa è successo a suo zio Hank.

Walt sfugge alla cattura, Jesse è tornato da Walt dopo l’intera sparatoria, Walt e Jesse scompaiono da cinque anni, e Walt Jr. vive ancora con sua sorella, quasi sotto la custodia della DEA. Allora Walt Jr. si unisce praticamente alla DEA e dà la caccia a suo padre. In un certo senso prende il ruolo di Hank. La mia idea è che sta cercando di uscire, scoprire cosa è successo a Hank e rincorrere Jesse e Walt.

La star di Breaking Bad, Bryan Cranston, ha ribadito che Walter White è, in effetti, morto. Ciò che non è chiaro è se Flynn lo sa oppure no. Le cose, infatti, finirono male tra Flynn e i suoi genitori: Flynn si rifiutò di farsi chiamare Walt Jr. dopo aver appreso dei segreti criminali di Walter White e accusò la madre Skyler di essere altrettanto cattiva per il suo coinvolgimento nel riciclaggio di denaro sporco. Inoltre, Flynn è l’unico personaggio principale dello show a non aver mai incontrato Jesse Pinkman.

Breaking Bad: il film arriverà su Netflix e su AMC

La notizia, secondo la quale Vince Gilligan aveva in programma di sviluppare un seguito per Breaking Bad risale allo scorso anno. Le nuove vicende si incentreranno prevalentemente intorno al ruolo di Jesse (Aaron Paul). Il desiderio di RJ Mitte di tornare a farne parte è ancora molto alto, sebbene sembra che non ci sia un ruolo per lui nel film.

Ovviamente sarei interessato a farne parte. Mi manca essere parte di un lavoro che paga davvero bene. È stata una parte iconica della mia vita. Ho iniziato questo spettacolo quando avevo 13 anni e l’ho finito quando avevo 20 anni, e quella era la mia intera carriera, quella era la mia intera esistenza per quei 7 anni, e mi manca quella famiglia. Mi mancano queste persone. Sarebbe bello farne parte.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto