Veep – Vicepresidente incompetente : i 5 migliori (e peggiori) episodi della serie HBO

I migliori e i peggiori 10 episodi della serie HBO, Veep: Vicepresidente incompetente, con protagonista Julia-Louis Dreyfus, in onda su Sky Atlantic.

- Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2019 18:17 - Tempo di lettura: 9 minuti

Conclusasi a maggio dopo una cavalcata trionfale con ben 17 Emmy Awards – di cui tre per Miglior Commedia e sei all’ex-Seinfeld, Julia Louis-Dreyfus interprete della V.P. Selina Meyer – Veep: Vicepresidente incompetente (2012-2019), uno dei fiori all’occhiello del palinsesto di HBO, si è distinta nel corso delle ultime sette stagioni, come una delle più raffinate e brillanti comedy nel panorama televisivo contemporaneo. Questo grazie anche a un cast di comici brillanti, dalla Dreyfus costruitasi una solida reputazione tra il sopracitato Seinfeld (1990-1998) e La vita complicata di Christine (2006-2010), al Tony Hale di Arrested Development – Ti presento i miei (2003 – ), passando per Timothy Simons, Matt Walsh e Kevin Dunn.

Veep – Stagione 7: trailer dell’ultima stagione della serie HBO

La satira politica alla base della narrazione di Veep, in un periodo in cui House of Cards: Gli intrighi del potere (2013-2018) era uno degli show più seguiti a livello globale, ha reso Veep un contraltare molto interessante, permettendoci così di seguire gli alti e bassi della Vicepresidente Selina Meyer e del suo staff, fino al raggiungimento della tanto agognata poltrona nello Studio Ovale. Per una narrazione che sarebbe potuta essere tranquillamente declinata come una tragedia Shakesperiana – come ben ci hanno insegnato il sopracitato House of Cards, ma anche il West Wing di Aaron Sorkin – ma che in Veep finisce con l’essere una divertente e straordinaria comedy.

Ecco, in tal senso, una selezione dei migliori e peggiori episodi nel corso di queste sette stagioni. La lista inizia dai 5 esempi peggiori: vi abbiamo lasciato il meglio alla fine! Scorrete le slide qui sotto per scoprire tutto.

Veep – Vicepresidente incompetente 7, con protagonista Julia Louis-Dreyfus, è stata rilasciata interamente da Sky il 7 agosto 2019.

12. I 5 episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente

Veep - Vicepresidente incompetente cinematographe.it

Ecco i 5 episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente.

11. Gli episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 3, episodio 4 – Clovis – Tra Lance Armstrong e Ron Jeremy

La terza stagione di Veep ci mostra la campagna elettorale di Selina, in tal senso la quarta puntata della terza stagione, Clovis, non è un cattivo episodio in sé, ma lo è se rapportato al valore complessivo del terzo ciclo di episodi rilasciato da HBO.

Selina si ferma al quartier generale di Clovis, nella contea di Fresno, California, per incontrarsi con Craig (interpretato da Tim Baltz), a campo del comitato d’elezione nella cittadina americana – un personaggio caratterizzato da l’incredibile intelligenza, dalla pedanteria, e dall’essere poco incline all’interazione umana. In poche parole, nulla di quel che potresti aspettarti da un CEO e nemmeno dotato di una caratterizzazione così memorabile; accanto a lui c’è il suo numero due, Melissa (interpretata da Mary Grill), che per tutta la durata dell’episodio tenta di ingaggiare Amy (interpretata da Anne Chlulmsky), per renderla parte della squadra di Clovis. A parte una memorabile gag con Selina pronta a firmare il “muro di Clovis” accanto a Lance Armstrong e Ron Jeremy tuttavia, nulla all’altezza degli standard dello show HBO.

10. Gli episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 4, episodio 7 – Mommy Meyer

La settimana puntata della quarta stagione soffre di storie disgiunte e personaggi caratterizzati in modo tale da non essere fedeli a loro stessi. Nell’episodio precedente Tom James (interpretato da Hugh Laurie) si è rivelato essere uno dei più astuti personaggi nella storia di Veep. Peccato che nell’episodio in questione compia prima un errore da dilettante simpatizzando con un terrorista affetto da PTSD, per poi tornare nella propria dimensione narrativa; rendendo così il gesto in questione ancora più confuso.

Senza dimenticare Amy che lavora a contatto con Dan (interpretato da Reid Scott) per il lobbista Sidney Purcell (interpretato da Peter Grotz), per una soluzione conveniente e pigra con cui permettere il riavvicinamento di due personaggi allontanati da scelte narrative inconsuete. Dan che lavora per Purcell rientra nella visione del personaggio, ma la scelta legata Amy – da sempre legata ad altri valori – è un totale buco nell’acqua. Il loro arco narrativo nel corso della puntata si sarebbe potuto benissimo slegare da quello principale, e nessuno se ne sarebbe accorto più di tanto. Lo stesso si potrebbe dire della reunion di Selina con il suo vecchio amico – sequenza che non aggiunge nulla in termini di economia narrativa, un inconveniente che spesso capita quando vengono ordinati un certo numero di episodi da parte della casa di produzione.

9. Gli episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 5, episodio 1 – Morning after

All’indomani delle sorprendenti elezioni presidenziali in chiusura di quarta stagione, la prima puntata della quinta si apre con il team di Selina che cerca di capire come affrontare gli eventi della stagione precedente e in che modo la stessa Selina potrà tenersi lo Studio Ovale. Buona parte dell’episodio mostra essenzialmente cosa accadrà nella prima metà di quinta stagione, con Catherine che finisce il suo film, Amy assieme a Dan, Richard, Jonah e Cliff a Las Vegas salvo poi rientrare alla base per via di una crisi finanziaria dovuta proprio alle elezioni.

Buoni spunti insomma, ma nulla paragonato a ciò che la quinta stagione di Veep è stata in grado di fornire.

8. Gli episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 2, episodio 2 – Signals

Con la seconda puntata della seconda stagione assistiamo si a grandi momenti, ma nulla di particolarmente interessante. Selina partecipa a un barbecue senza alcun effettivo scopo “elettorale”, e nemmeno il passare del tempo con la figlia Catherine al fine di farle cambiare i piani in vista del Giorno del Ringraziamento con il suo nuovo fidanzato. Amy e Den evitano Furlong (interpretato da Dan Bakkedahl) andando in ospedale per visitare il padre di Amy – tutto qui, una puntata che nel complesso di Veep lascia il tempo che trova.

7. Gli episodi peggiori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 7, episodio 2 – Discovery weekend

Veep - Vicepresidente incompetente 7: Tutti i cammei dell'ultima stagione della serie HBO

La settima stagione è più corta rispetto alle precedenti sei di ben tre episodi. È probabilmente il motivo per cui molte delle storyline alla base della narrazione sono state “bruciate”. Discovery weekend non è un brutto episodio in sé e per sé, ma tenta di fare troppo e in troppo poco tempo. Come nel caso di Felix Wade (interpretato da William Fichner) presentato come un personaggio importante ed essenziale per gli eventi di Veep e per dare una svolta alla campagna elettorale di Selina, ma che alla fine non viene più riproposto, non avendo così alcuna valenza nell’economia narrativa degli eventi della settima e ultima stagione.

In tal senso, Kemi Talbot (interpretata da Toks Olagundoye), passa da protégé di Selina, a rivale nell’arco di un unico episodio. Perché non dipanare il tutto facendola crescere in un paio di episodi anziché lanciarla nella mischia per poi farla evolvere in modo approssimativo in appena 20 minuti? Viene mancata completamente la possibilità di creare un ambiente narrativo dove farla crescere. Per non parlare infine della decisione di Amy di avere un figlio da Dan sperando che lui “sia cambiato”, che non è altro che la riproposizione di vecchie storyline – mossa azzardata e infelice per qualunque serial televisivo.

Veep – Stagione 7: la serie finale in onda nel 2019 avrà solo 7 episodi

6. I 5 episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente

Veep - Vicepresidente incompetente cinematographe.it

Scorri per scoprire i 5 episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente.

5. Gli episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 7, episodio 7 – Veep, il perfetto finale di serie

Veep i migliori e i peggiori episodi cinematographe

I finali mettono sempre molta pressione addosso tra aspettative di network e pubblico, non è stato da meno la puntata conclusiva di Veep. La settima puntata della settima (e ultima) stagione di Veep, dà slancio a una stagione non esaltante, ma permette di unire assieme i pezzi e portare a casa il risultato finale; a partire dal ritorno in scena di personaggi “dimenticati” come Sue (interpretata da Sufe Wilson) e Bill (interpretato da Diedrich Bader).

La domanda ricorrente in Veep, è stata chiedersi quanto Selina sarebbe andata lontano per mantenere il proprio potere; e la puntata finale di Veep risponde a tale quesito. Selina infatti annulla tutto ciò di buono fatto nella sua carriera, si aliena dalla sua famiglia e dagli ultimi supporter e colleghi – al punto da abbandonare il fidato Gary incolpandolo di molte delle sue scelte. Selina ottiene così ciò che voleva alla fine di tutto, ma senza nessuno con cui poter celebrare il momento. Il perfetto finale per Selina Meyer da sempre in bilico (precario) tra vita privata e professionale.

4. Gli episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 3, episodio 6 – Detroit

Veep i migliori e i peggiori episodi cinematographe

Veep è riuscito negli anni ad eccellere per il suo uso delle guest star, è il caso della sesta puntata della terza stagione, dove il personal trainer Ray (interpretato da Christopher Meloni), diventa una sorta di “alleviatore di stress” per Selina, al fine così di tenerla lontano dal continuo tira e molla con l’ex marito Andrew (interpretato da David Pasquesi). A questa va aggiunta la presenza scenica del nuovo Primo Ministro della Finlandia, Minna Hakkinen (interpretata da Sally Philips) e dal rivale presidenziale George Maddox (interpretato da Isiah Witlock Jr).

Tutte interazioni valorizzate da alcune delle battute più iconiche dell’intera serie, da Selina che reagisce alla morte di un giornalista dicendo: “Era uno st****o vizioso e un ba****do alcolizzato” a Minna che dopo aver condannato la scelta di Selina di sostenere la regolamentazione delle armi, viene ripresa da quest’ultima con un “poetico”: “Nel tuo paese la gente si s***a la neve!“. Aggiungete a questo Catherine (interpretata da Sarah Sutherland) che colpisce un manifestante, l’intera squadra di Selina a un show armaiolo al femminile, e Amy che prende in giro Dan per ogni decisione presa da manager della campagna, ed ecco quello che si dice un episodio memorabile!

3. Gli episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 4, episodio 1 – Joint session

Veep i migliori e i peggiori episodi cinematographe

Il miglior episodio, per distacco, per comprendere appieno come lavora l’ufficio di Selina Meyer. La quarta stagione si apre con lo staff indaffarato nel trovare i soldi necessari per l’iniziativa presidenziale “Famiglie prima di tutto” (Families First Bill in v.o.). Il tutto va per il meglio finché Selina e il suo team non scoprono di aver fatto arrabbiare una buona metà del suo partito con l’aiuto dei lobbisti; nel frattempo, Selina non sa ancora quale indirizzo politico dare al proprio SOTU (Stato dell’unione).

Il tutto collima sino ad uno dei momenti più alti dell’intera serie. Selina Meyer affronta la Casa Bianca e la propria nazione senza un discorso preparato come si deve; iconica in tal senso la scritta che campeggia sul globo: “FUTURE WHATEVER“. È in quel momento che Selina inizia a improvvisare, a indicazione di quando sia andato lontano il personaggio della Dreyfus. L’episodio si conclude infine con la stessa Selina che fa una lavata di capo al proprio staff prima di buttarli tutti fuori dall’ufficio, ma non riesce nemmeno a farlo come si deve.

2. Gli episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 5, episodio 9 – Kissing your sister

Veep i migliori e i peggiori episodi cinematographe

Se per tutta la prima metà della quinta stagione, Catherine è nelle retrovie, impegnata a filmare il suo documentario, nella seconda parte di stagione il pubblico può finalmente vedere il suo prodotto finito.

Viene mostrato così l’inizio della relazione tra Catherine e Marjorie, al contempo professionale e molto dolce. Sono molte le commedie con personaggi che vengono chiamati in causa per parlare alle spalle dei propri colleghi. Non è un caso infatti che le interviste con i membri dello staff di Selina siano esilaranti – Dan è incerto sul fatto che i suoi nonni siano entrambi morti o uno dei due sia rimasto in vita. E infine ciò che è stato colto accidentalmente, dal rendezvous tra Selina e Tom James, fino a Charlie Baird (interpretato da John Slattery) immortalato nudo. L’esempio perfetto di quando in scrittura vengano pianificati, per tempo, tutti gli step necessari al raggiungimento di un determinato obiettivo.

1. Gli episodi migliori di Veep – Vicepresidente incompetente: stagione 4, episodio 9 – Testimony, il glossario di Jonade e il Congresso degli Stati Uniti

Veep i migliori e i peggiori episodi cinematographe

La quarta stagione, forse la più brillante di Veep, è una parata di eventi comico-surreali affrontati dal team di Selina Meyer. Perdite di dati, sabotaggi, e il salvataggio di un giornalista a Teheran; tutto collima nella nona puntata della quarta stagione quando l’intero staff di Selina Meyer, così come Dan e Amy, devono testimoniare di fronte al Congresso riguardo a “Famiglie prima di tutto”.

L’esempio di quando tutto funziona all’interno di un episodio seriale. Dall’ostilità di Catherine durante la deposizione, al panico di Bill Erickson quando realizza che è appena stato fregato fino all’inavvertita confessione di Richard sulla perdita di dati e alla cooperazione passivo-aggressiva di Selina e i suoi sforzi per non sembrare attaccabile. Ma il meglio arriva con la lettura dei soprannomi di Jonah, in quello che viene chiamato il “glossario di Jonade” (unione delle parole Jonah e gonade) di cui citiamo i più accessibili in fascia protetta: J-Nog, Jack e la sega gigante, Tinkerballs e Uonzilla; e ancora: Inutile gigante, 40 metri vergine, Scempanzé, Jonah-ono, Transgenderformers, Benedict l’onanista, Pertica, Spolveranuvole e infine quello che è proabilmente il migliore di tutti – da riportare esclusivamente in lingua originale “Teenage Mutant Ninja As***le“. Basta questa sequela di soprannomi uno più implausibile dell’altro – in un contesto istituzionale come il Congresso, a rendere Testimony, l’episodio più divertente e indimenticabile di Veep.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO