Ecco il trailer ufficiale di Un affare di famiglia, il vincitore della Palma d’Oro per la regia di Hirokazu Kore-eda, che si prepara alla contesa agli Oscar

Dopo il grande successo al botteghino, l’ultimo film dell’autore giapponese è stato recentemente scelto dal Giappone come candidato all’Oscar per il miglior film in lingua straniera. L’amato regista giapponese Hirokazu Kore-eda ha recentemente rivolto le sue attenzioni e talenti al dramma poliziesco The Third Murder, ma è tornato alla forma tradizionale – cioè, pellicole incentrate sulla famiglia che oscillano agilmente tra commedia e dramma – con il suo Il film Un affare di famiglia, con Lily Franky e Kiki Kirin, che ha debuttato al festival di Cannes a maggio, dove ha conquistato la Palma d’Oro.

Dopo il debutto di Cannes, Un affare di famiglia è diventato il più grande successo al botteghino di Kore-eda in Giappone, arrivando a circa 40 milioni di dollari. In Cina, è diventato il più grande film in live-action giapponese che il paese abbia mai proiettato, guadagnando oltre 14 milioni di dollari al botteghino. All’inizio di questa stagione, il Giappone ha scelto il film come concorrente ufficiale per l’Oscar.

Cannes 2018 – Un affare di famiglia: recensione del film di Kore-eda Hirokazu

Come altri successi di Kore-eda come Our Little Sister e Like Father, Like Son, Un affare di famiglia segue una famiglia legata sia all’amore che, beh, ad altre cose. Kore-eda ha sempre eccelso nello sviluppo di famiglie grandi, animate e credibili sullo schermo, contemporaneamente molto affabili e legate a strane circostanze. Questa volta, i suoi personaggi sono anche taccheggiatori che rubano per la città nella speranza di riuscire a sopravvivere. La loro situazione è resa ancora più precaria quando adottano in modo informale una giovane ragazza senzatetto con delle proprie abilità di ladra.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto