House of Cards: confermata la sesta stagione con Robin Wright

Ted Sarandos, CCO di Netflix, annuncia che House of Cards 6 si farà, con la produzione prevista per inizio 2018 e Robin Wright protagonista.

Da leggere

Downtown Abbey 2 colorerà Natale prossimo con eleganza e regalità

Downtown Abbey 2: sotto l'albero, un ritorno gradito Downtown Abbey è una leggendaria serie televisiva britannica in costume andata in...

Vinicio Marchioni promuove la dittatura e i fan sono dalla sua parte. Ecco perché

Decine di lavoratori dello spettacolo come tecnici audio, video e luci, direttori artistici, promoter e autori, hanno manifestato lo...

Love, Death and Robots – Volume 2: il trailer ci porta nuovamente nel mondo bizzarro di Tim Miller

Love, Death and Robots - Volume 2: bentrovati nel folle e colorato universo robotico Love, Death and Robots - Volume...

La scorsa stagione di House of Cards si era conclusa proprio con lei che, rompendo la quarta parete, annunciava come fosse giunto il suo turno e sarà proprio Claire Underwood, interpretata da Robin Wright, a concludere da protagonista la serie Netflix con la sesta stagione.

La compagnia aveva annunciato di voler chiudere prima del previsto lo show dopo le accuse di molestie mosse a Kevin Spacey, volto principale di House of Cards; da quel momento, la produzione dell’ultima stagione si è interrotta, mentre gli autori tentavano di riscrivere gli ultimi episodi e i legali cercavano il modo di sciogliere il contratto firmato con Spacey. Proprio la scorsa settimana, la pausa era stata ulteriormente prolungata, ma oggi il CCO di Netflix Ted Sarandos ha garantito che la produzione di House of Cards 6 riprenderà nei primi mesi del 2018, con una stagione composta da otto episodi e che vedrà Robin Wright protagonista assoluta e ovviamente senza Spacey.

I fan della serie, una delle più apprezzate e premiate fra quelle targate Netflix, saranno contenti dell’annuncio, accolto con grande curiosità in merito a come gli sceneggiatori saranno riusciti a rimettere mano al copione dando alla storia un finale degno di tale nome. Oltre a House of Cards, altri progetti che coinvolgevano Kevin Spacey sono stati stravolti o cancellati: in Tutti i soldi del mondo, Ridley Scott ha sostituito tutte le scene che lo vedevano protagonista utilizzando al suo posto Christopher Plummer; sempre Netflix ha invece annullato la distribuzione di Gore, biopic su Gore Vidal ormai alle ultime fasi di montaggio.

Ultime notizie

Downtown Abbey 2 colorerà Natale prossimo con eleganza e regalità

Downtown Abbey 2: sotto l'albero, un ritorno gradito Downtown Abbey è una leggendaria serie televisiva britannica in costume andata in...

Articoli correlati