the bourne identity - Cinematographe

Ispirato liberamente alla serie di romanzi di Robert Ludlum, The Bourne Identity con Matt Damon nei panni di Jason Bourne, l’uomo dal passato misterioso, è il primo film della nota saga cinematografica d’azione. Il primo capitolo è diretto da Doug Liman, che lascerà in seguito il posto alla regia a Paul Greengrass, regista dei tre seguiti della saga.

matt damon jason bourne Cinematographe

The Bourne Identity, tratto dal libro Un nome senza volto ci porta all’inizio, a quando tutto il black out personale di Bourne è iniziato. Tra le location che hanno accolto passo dopo passo il suo tentativo di ricostruire il suo passato, c’è anche l’Italia e parte dell’Europa.

L’uomo senza storia: la trama del film

Jason Bourne (Matt Damon) si risveglia senza alcun ricordo e senza alcuna percezione del dove e quando, su un peschereccio italiano nel bel mezzo del Mar Mediterraneo. Il primo volto ad accoglierlo è quello di un pescatore italiano che gli salva la vita, estrapolandogli dal corpo una serie di proiettili e rivelandogli di aver ritrovato sotto la sua pelle un proiettore laser con inserito il numero di un conto bancario.

the bourne identity Cinematographe

Quei numeri sono per Bourne la possibilità di risalire ad almeno qualcosa del suo passato, si reca così a Zurigo per scoprire di più di quel codice, corrispondente ad una cassetta di sicurezza contenente una grossa cifra, passaporti di diverse nazionalità e una patente francese. Parigi quindi sembra essere la città che potrà rivelargli molte cose di sé. Intanto però non sa che alcuni sicari sono già sui suoi passi, mentre al suo fianco si trova inaspettatamente a condividere il suo viaggio con una ragazza tedesca, Marie (Franka Potente).

Tutto comincia dall’Italia, dal molo di Oneglia: le location di The Bourne Identity

The Bourne Identity nella sua storia ha un po’ d’Italia. A salvare e ad accogliere Jason Bourne ci sono le acque del Mediterraneo e poi quelle del Molo di Oneglia, che ospita per lo più pescherecci e navi mercantili. Siamo ad Imperia, che unisce Oneglia e Porto Maurizio, la prima dedita all’industria alimentare e la seconda alla pesca e al turismo. A caccia della sua identità Bourne non ha il tempo e lo stato d’animo giusto per lasciarsi catturare dalle bellezze che offre il comune ligure.

imperia the bourne identity Cinematographe

Uno degli aspetti che colpisce è proprio questa sua doppia anima, con due centri storici, due stazioni e due porti. Tra le attrazioni da visitare c’è Villa Grock con il suo delizioso stile liberty e fatta costruire dall’ominimo clown, e la Chiesa di Santa Maria Maggiore, dal cui piazzale si gode di una meravigliosa vista.

Jason Bourne arriva a Zurigo, ma in realtà il film è girato a Praga

Da Imperia, Jason Bourne arriva a Zurigo per decifrare il misterioso codice bancario che ha sotto pelle. In realtà però le scene del film sono state girate a Praga, precisamente nella zona nord-ovest della Old Town, zona antica della città dove si trova il Rudolfinium, auditorium sede dell’Orchestra Filarmonica Ceca e che ospita al suo interno anche una galleria di arte moderna.

La famosa banca svizzera infatti altro non sarebbe che il noto Palazzo Petschek, utilizzato notoriamente come quartier generale della Gestapo durante la seconda guerra mondiale, oggi ospita il Ministero dell’Industria e del Commercio. Si trova nella zona di  Washingtonova, nei pressi del Teatro dell’Opera di Praga.

La città con il suo fascino misterioso, il suo stile architettonico monumentale e contemporaneo contribuiscono a dare alle pellicola anche un aspetto noir nella fase in cui Burn sembra muoversi nel mondo con circospezione, ancora inconsapevole della sua identità.

The Bourne Identity Praga Cinematographe

Sempre nell’illusione che ci si trovi in Svizzera, in realtà scopriamo che diversi edifici e attrattive di Praga fanno compagnia a Bourne nella sua fase smemorata e in cui prende reale coscienza delle sue potenzialità. Quando infatti due poliziotti lo infastidiscono per aver dormito su una panchina, siamo nel Kampa Park di Praga sull’isola di Kampa, che si trova nel fiume Moldava al centro di Praga.

Si aggiungono poi anche l’ambasciata degli Stati Uniti nella New Town, dove Bourne incontra per la prima volta Marie, mentre le scene girate in esterna durante la fuga dalla finestra, con quelle del prestigioso Hotel Carlo IV, tra i più belli e lussuosi di Praga.

Hotel Carlo IV Cinematographe

Bourne si rifugia a Parigi: la città dell’amore e della fuga

Parigi all’interno di The Bourne Identity assume un ruolo chiave. Jason deve raggiungerla per risalire ad un altro tassello della sua identità, avendo trovato una patente francese nella cassetta della banca. Si fa accompagnare da Marie con la quale inizia ad instaurarsi un certo feeling, e che ben presto si ritroverà a vivere con lui la via della fuga.

La capitale francese quindi non perde il fascino romantico che da sempre l’accompagna, ma diviene anche la città delle rivelazioni e di una fuga che si fa sempre più stringente. Per le sue strade infatti viene girata la fuga di Bourne in Mini Cooper rossa da uno dei sicari, e che è stata definita uno degli inseguimenti automobilistici più belli della storia del cinema.

The Bourne Identity Parigi Cinematographe

Diverse sono le scene girate a Parigi di The Bourne Identity, tra cui Quai De La Tournelle, zona non molto lontana da Notre Dame, di cui si può ammirare lo scorcio e costeggiata dalla riva sinistra della Senna, dove è molto piacevole passeggiare e perdersi tra le numerose bancarelle per lo più di libri. O ancora il Pont des Artes, che attraversa la Senna ed è tra i più suggestivi di Parigi, da cui si può ammirare anche uno scorcio di Notre Dame.

Raccolte con l’aiuto di Marie le informazioni di cui aveva bisogno, vediamo Bourne recarsi verso Il Grande Arco di Parigi o conosciuto anche con il nome di Grande Arche de la Fraternité, un monumento moderno situato nel quartiere La Défense. Si tratta di un ipercubo quasi perfetto svuotato al centro, con un’altezza di 110 metri. larghezza di 112 e una profondità di 108 metri.

Grande Arche de la Défense The Bourne Identity Cinematographe

Le location di The Bourne Identity: Il paradiso e la pace di Mykonos

Tra le isole più frequentate e amate della Grecia, possiamo dire che la prima fuga di Jason Bourne in The Bourne Identity si chiude nel migliore dei modi, quando giunge nella deliziosa Mykonos e in cui si incontra con Marie, che si è stabilita lì con un locale in gestione. Jason entra nel locale chiedendo di poter affittare uno scooter, un riferimento ad un mezzo di trasporto che risulta essere particolarmente comodo per spostarsi nei vicoletti caratteristici dell’isola.

Mykonos

Famosa per le sue discoteche aperte fino al mattino e frequentate da Dj Internazionali, per la bellezza del Mar Egeo e per le sue caratteristiche casine bianche, Mykonos è un’isola che si è modellata sopratutto sulle esigenze del turismo. È diventata così una meta chic, con villette e hotel dal design accurato, dove non manca mai la piscina. Location però che assumono il loro forte appeal grazie ad un paesaggio suggestivo che offre albe e tramonti indimenticabili.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE