fbpx

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet: La spiegazione del finale

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet porta il protagonista alla ricerca di un modo per comunicare la sua necessità di riappropriarsi dell'infanzia.

Tempo di lettura: 3 minuti

Stasera sui Rai 3 alle 21:15 va in onda Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet, film del 2013 scritto e diretto da Jean-Pierre Jeunet, tratto dal romanzo di Reif Larsen, Le mappe dei miei sogni. Nella pellicola Kyle Catlett interpreta il giovane protagonista, affiancato da Niahm Wilson, Helena Bonham Carter, Robert Maillet, Judy Davis e altri ancora.

Leggi anche: Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet: recensione

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet cinematographe.it

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet: un talento incredibile soffocato da un grave lutto

Ne Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet il protagonista è un bambino prodigio. T. S. Spivet, che abita in una casa in campagna nel Montana insieme ai genitori e alla sorella, è dotato di un’estrema intelligenza per un bambino della sua età, grazie alla quale riesce a ideare una macchina del moto perpetuo. Questa sua invenzione lo porta a vincere un premio in un prestigioso istituto di Washington, dove viene invitato a ritirarlo. Ma nessuno sa che, in realtà, si tratta di un ragazzino di appena 10 anni! Egli si imbarca da solo in questo viaggio in un momento molto difficile: nel pieno del lutto per la perdita del suo gemello Leyton. La situazione si era creata mentre i due stavano giocando con un fucile. Era l’unico modo in cui T.S. riusciva a passare tempo con il fratello, di indole estremamente diversa: quest’ultimo si divertiva a sparare, mentre il fratello si divertiva a calcolare la traiettoria dei proiettili. A causa di un malfunzionamento dell’arma, accadde un tragico incidente e il piccolo venne colpito mortalmente.

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet cinematographe.it

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet: il discorso a Washington come segnale d’allarme

Leyton risponde alle aspettative che chiunque avrebbe per un bambino di quell’età, mentre la personalità di T.S. le scardina una per una, spiazzando gli adulti, incapaci di fare i conti con il suo modo di essere. C’è un’incomunicabilità di fondo tra il giovane, che si sente un pesce fuor d’acqua proprio perché non risponde al modello dell’infanzia costituito dal fratello ormai scomparso, e la sua famiglia, almeno apparentemente incapace di comprendere, incoraggiare e valorizzare il suo talento. Ma non sono solo le potenzialità del protagonista ad essere soffocate in quella casetta nel Montana, ma anche la necessità di affrontare il grave lutto e il senso di responsabilità dato dalla dipartita di Leyton, di cui non si è più parlato dopo l’accaduto.

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet a Washington per ritirare il premio sancisce quindi una doppia liberazione per il piccolo protagonista: riesce a dar sfogo a ciò per cui è tanto dotato, grazie alla sua invenzione, e a parlare, finalmente, della morte di suo fratello. Di qui il discorso che sentiamo allo Smithsonian Institute, in cui egli accosta insieme la sua invenzione al racconto di quella drammatica vicenda. Due cose che potrebbero sembrare scollegate tra di loro, ma che in realtà fanno parte dello stesso grido d’allarme di un bambino che ha bisogno di essere ascoltato, ma che nessun adulto sembra riuscire a comprendere davvero.

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet cinematographe.it

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet porta il protagonista a recuperare l’infanzia perduta

A far da ponte tra T.S. Spivet e il mondo degli adulti, di cui il bambino ha un ovvio bisogno in quanto tale, è ovviamente la madre interpretata da Helena Bonham Carter. È lei la prima a cercare un punto di contatto con il figlio e lei ad accorrere a Washington in suo aiuto su due fronti diversi: difenderlo da donne e uomini d’affari che vogliono servirsi di lui senza il minimo interesse umano per una persona così giovane e aiutarlo a superare il grave senso di responsabilità che prova per la morte di Leyton.

Attraverso questi due step, la famiglia di T.S. accorre nel finale per aiutarlo a recuperare l’infanzia perduta, il proprio “albero di pino” in cui poter crescere ed essere valorizzato per quello che è, libero da sensi di colpa e responsabilità troppo grandi per un bambino della sua età.

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2019 17:33

TOP TRAILER

la paranza dei bambini cinematographe.itvideo

La Paranza dei Bambini: trailer ufficiale del film di Claudio Giovannesi

Vision Distribution ha pubblicato il primo trailer ufficiale de La Paranza dei Bambini, il film tratto dal romanzo di Roberto Saviano La Paranza dei Bambini...
John Wick - Capitolo 3: Parabellum, cinematographe.itvideo

John Wick – Capitolo 3: Parabellum – trailer del film con Keanu Reeves

L'assassino John Wick ha ancora qualche conto da sistemare in John Wick - Capitolo 3: Parabellum, in arrivo al cinema a maggio Dopo il poster...
Ghostbusters 3 uscirà nel 2020, CINEMATOGRAPHE.ITvideo

Ghostbusters 3 uscirà nel 2020: ecco un mini-teaser!

Meno di un giorno dopo l'annuncio della realizzazione di un nuovo film su Ghostbusters che ecco arrivare un teaser di Ghostbusters 3 Non solo! Questo...
video

John Wick – Capitolo 3: Parabellum – ecco il teaser trailer del film

Keanu Reeves non ha intenzione di permettere a Spider-Man di divertirsi nel nuovo teaser di John Wick - Capitolo 3 - Parabellum! Ore dopo l'uscita...
Glass - dal 17 gennaio al cinema

FILM AL CINEMA

La scorsa Settimana
5
Attenti al Gorilla
10 gennaio 2019
Benvenuti a Marwen
10 gennaio 2019
City of Lies
10 gennaio 2019
Non ci resta che il crimine
10 gennaio 2019
Una notte di 12 anni
10 gennaio 2019
Questa Settimana
8
Mia Martini - Io sono Mia
14 gennaio 2019
Dove bisogna stare
17 gennaio 2019
Glass
17 gennaio 2019
La douleur
17 gennaio 2019
L'Agenzia dei Bugiardi
17 gennaio 2019
Maria Regina di Scozia
17 gennaio 2019
Mia e il Leone Bianco
17 gennaio 2019
M.I.A. - La cattiva ragazza della musica
20 gennaio 2019
Prossima Settimana
12
Mathera
21 gennaio 2019
Voglio mangiare il tuo pancreas
21 gennaio 2019
Compromessi sposi
24 gennaio 2019
Creed II
24 gennaio 2019
I bambini di Rue Saint-Maur 209
24 gennaio 2019
Il mio capolavoro
24 gennaio 2019
La Favorita
24 gennaio 2019
L'uomo dal cuore di ferro
24 gennaio 2019
Ricomincio da me
24 gennaio 2019
Se la strada potesse parlare
24 gennaio 2019
BTS World Tour: Love Yourself in Seoul
26 gennaio 2019
Chi scriverà la nostra storia
27 gennaio 2019
Dal 31 gennaio
4
Dragon Trainer: Il Mondo Nascosto
31 gennaio 2019
Green Book
31 gennaio 2019
Il Primo Re
31 gennaio 2019
L'esorcismo di Hannah Grace
31 gennaio 2019
Dal 7 febbraio
8
Tramonto
04 febbraio 2019
10 giorni senza mamma
07 febbraio 2019
Copperman
07 febbraio 2019
Il Corriere - The Mule
07 febbraio 2019
Il professore cambia scuola
07 febbraio 2019
Le nostre battaglie
07 febbraio 2019
Remi
07 febbraio 2019
Shut Up and Play the Piano
10 febbraio 2019