Jurassic World: Dominion – curiosità e citazioni nascoste nel primo trailer

Cosa abbiamo capito vedendo il primo trailer di Jurassic World: Dominion, tra citazioni, curiosità e nuove specie di dinosauri.

L’uscita del trailer di Jurassic World: Dominion ci ha dato modo di dare una sbirciatina alle avventure di Owen Grady (Chris Pratt) e Claire Dearing (Bryce Dallas Howard), nuovamente alle prese con il salvataggio della Terra e dei dinosauri.
Ambientato quattro anni dopo gli eventi di Jurassic World: Il Regno Distrutto (2018), il sesto capitolo del franchise è in uscita nelle sale italiane dal 9 giugno 2022. Nel trailer italiano divulgato da Paramount Pictures ci viene mostrato un mondo trasformato dai dinosauri che adesso rappresentano, più che un’attrazione turistica, una vera e propria minaccia.

Alla fine di Jurassic World: Il Regno Distrutto abbiamo lasciato la Terra in una situazione alquanto drammatica, dal momento che parte degli USA è stata invasa da ben undici specie di dinosauri. Tra le scene più iconiche ricordiamo quella in cui un leone ruggiva contro un Tyrannosaurus Rex e, chiaramente, ciò che si vede dopo i titoli di coda del film. È chiaro come la situazione sia completamente sfuggita di mano agli esseri umani: la visione dei film del franchise giurassico ci ha condotti dalla meraviglia di riportare in vita questi giganti preistorici alla bramosia di tenerli rinchiusi in un parco, come se fossero oggetti in una casa di bambole, fino alla volontà di usarli come armi, rimodulandoli al punto da renderli letali e incontrollabili. Dopotutto, se c’è una cosa che ci è chiara fin dal 1993, è che “la vita non ti permette di ostacolarla; la vita si libera, si espande in nuovi territori e abbatte tutte le barriere, dolorosamente, magari pericolosamente […] la vita vince sempre”.

Detto ciò, non ci sorprende se il primo trailer di Jurassic World: Dominion ci mostra essenzialmente esseri umani e dinosauri in competizione per il dominio del mondo, oltre a una serie di curiosità e nuove specie a cui potreste non aver fatto caso durante la visione del filmato.

1. Owen Grady sta cercando di controllare i dinosauri

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Focalizzandoci sull’incipit del trailer, è chiaro come Owen Grady, interpretato da Chris Pratt, stia cercando di tenere a bada i dinosauri. La sua dimestichezza con questi giganti non ci è affatto nuova, per cui non ci sorprende vederlo lavorare insieme ad altri per tentare di controllare il caos nel quale l’umanità è piombata.
Nelle riprese d’apertura, che a tratti richiamano le atmosfere western (con i dovuti voli pindarici del caso) notiamo che sta tentando di radunare una mandria di Parasaurolophus e una delle prime cose che non quadra è il numero di cui questa mandria è composta: otto. Si pensava infatti che solo sei fossero fuggite, alla fine di Jurassic World: Il Regno Distrutto. Si stanno forse riproducendo?

2. I dinosauri e la lotta per la sopravvivenza

Jurassic World Dominion cinematographe.it

C’è un altro dettaglio che balza alla vista vedendo il trailer, cioè la neve; il manto bianco invade tutto e provoca delle difficoltà alla sopravvivenza dei dinosauri i quali, come è noto, nella maggior parte dei casi non si sono evoluti in un habitat simile a quello dell’attuale Nord America, quanto in zone paludose e di gran lunga più calde. Non stupisce dunque il grido straziante di un Apatosaurus, dinosauro erbivoro che si aggira in una landa innevata, certamente inadatta alla sua sopravvivenza.
A segnalarci quanto questi animali si siano diffusi provvede la visione della piccola Masie, che ammira il gigante con lo zaino in spalla, come se si fosse trovata al suo cospetto andando a scuola, quindi in una giornata apparentemente normale.

3. Anche baby Blue nel trailer di Jurassic World: Dominion

Jurassic World Dominion cinematographe.it

A farci intendere che i dinosauri si stanno riproducendo è certamente la scena in cui vediamo Blue insieme a un giovane esemplare e, da ciò che traspare, Owen sta tentando di addestrare anche il piccolo. Tuttavia, la domanda preoccupante è quali altre specie di dinosauri si stanno riproducendo in natura, è probabile che Owen abbia sotto controllo Blue e il suo cucciolo, ma altre creature potrebbero essere molto più pericolose.
Questi scatti sono accompagnati dallo slogan dell’intero franchise di Jurassic Park, che ormai ha assunto un significato ben più inquietante: “La vita troverà un modo”.
Ciò che segue nel trailer conferma che altri Velociraptor sono di gran lunga meno amichevoli di Blue e Baby Blue, con Owen costretto a a inseguirli per condurli fuori da una città.

4. Il Mesosaurus è la prova che umani e dinosauri non possono coesistere

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Se ciò non basta ancora la prova schiacciante dell’impossibile coesistenza è data dall’apparizione del Mesosaurus il quale, rinchiuso nel parco, rappresentava una delle attrazioni più eclatanti. Adesso che non ci sono squali pronti a immolarsi “volontariamente” e che nuota libero nell’oceano la sua potenza è spaventosamente devastante. Nella scena che vediamo nel trailer si accinge a distruggere un peschereccio, capovolgendolo.
Il Mesosaurus è chiaramente sfuggito da Isla Nublar dopo l’eruzione vulcanica, sopravvivendo e, automaticamente, creando una pressione non indifferente nell’ecosistema. Basti pensare alla quantità di cibo di cui necessita (che andrà inevitabilmente a svuotare le acque di quegli stessi alimenti di cui anche l’uomo si nutre) e al fatto che si dilegua in un’area molto estesa e difficile da settacciare.

5. Il trailer di Jurassic World: Dominion ci conferma il ritorno del cast originale

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Quando è stato annunciato, Jurassic World: Dominion era stato presentato come il capitolo conclusivo della saga e non solo della trilogia iniziata con Jurassic World nel 2015. Tuttavia, di recente sono trapelate ben altre notizie, che in ogni caso non vanno a intaccare sul lavoro già portato a termine.

Insomma, essendo la fine di tutto non stupisce trovare nel cast anche gli attori della saga originale come Laura Dern nei panni della dottoressa Sattler, Sam Neill in quelli del dottor Grant e Jeff Goldblum nei panni del Dottor Malcolm. Quest’ultimo, per la verità, è già tornato nel capitolo precedente, seppur la sua apparizione si possa paragonare più a un cameo che a una parte vera e propria. In ogni caso, il trailer di Jurassic World: Dominion sembra suggerire che queste star giocheranno un ruolo molto più significativo stavolta!

6. E se gli umani costruissero un nuovo Jurassic Park?

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Come dicevamo anche in apertura, la minaccia che si palesa in Dominion è che il proliferare dei dinosauri possa portare all’estinzione della razza umana, dal momento che questi due esseri viventi sono vissuti, storicamente parlando, in periodo completamente opposti. Riportarli in vita è stata una forzatura e, se a ciò sommiamo anche il fatto che non tutti i dinosauri si sono evoluti nello stesso periodo (nella realtà, sia chiaro) ciò genera una certa confusione.
Ma se la soluzione più logica sarebbe quella di provocarne l’estinzione, è anche vero che c’è un sentimento che ha sempre caratterizzato questa saga, ovvero l’idea di salvarli in quanto esseri viventi. Una concezione che sembra trovare risposta nella costruzione di un nuovo parco, un habitat loro dedicato in cui possono vivere tranquillamente senza turbare gli equilibri altrui. Ciò trapela in una scena del trailer, in cui tra l’altro intuiamo un coinvolgimento da parte di Owen.

7. Jurassic World: Dominion e l’Archaeopteryx: “l’anello mancante”

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Ma l’esistenza dei dinosauri, in un mondo ormai abituato a vederli e a conviverci, non desterebbe molto stupore. Non ci sorprende dunque l’introduzione di nuovi dinosauri, come è consono della saga. Nel trailer di Jurassic World: Dominion vediamo, per esempio, l’Archaeopteryx, generalmente ritenuto l’anello mancante tra i dinosauri e gli uccelli. Già apparso in Jurassic Park: Dangerous Games, fa adesso il suo debutto sul grande schermo per ricordarci che l’evoluzione è un processo naturale e che è normale e possibile che i dinosauri inizino ad evolversi per adattarsi al loro nuovo mondo.

8. Una strizzata d’occhio a Jurassic Park nel finale del trailer di Jurassic World: Dominion

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Il trailer di Jurassic World: Dominion si conclude con una raffica di scene d’azione, molte delle quali richiamano i film originali. Il più memorabile lo rintracciamo intorno al minuto 2:32: “Non muovetevi” è la frase che sussurrano davanti alla potenza del Tyrannosaurus Rex.

Oltre ad averci fatto notare questi dettagli inerente l’evoluzione del franchise, però, il trailer del film ci ha anche dato occasione di vedere vecchie e nuove specie di dinosauri. Per l’esattezza vediamo: i Parasaurolophus, ovvero i dinosauri con un solo corno che si muovono in mandria accompagnati da Owen; un esemplare di Apatosaurus, ovvero il dinosauro erbivoro dal collo lungo che vediamo vicino al deposito di legname innevato; Blue è chiaramente presente e quindi conferma la presenza dei Velociraptor anche in questo sesto capitolo. Si aggiunge poi il Mosasaurus, l’unico dinosauro marino che si avvista nel trailer; l’immancabile T-Rex e il Therizinosaurus, new entry nel cast animalesco e preistorico della saga.

 

Articoli correlati