Men in Black International cinematographe.it

Men in Black: International, il quarto film del franchise Men in Black interpretato da Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Liam Neeson ed Emma Thompson, è uscito negli Stati Uniti lo scorso 14 giugno e verrà rilasciato nei cinema italiani il 25 luglio. La nuova pellicola porterà MiB nel 2019, riunendo una nuova squadra di agenti, amici alieni e nemici in un’altra missione quasi impossibile per salvare il mondo.

Nonostante i risultati finora molto scarsi al box office americano e le recensioni non entusiaste, Men in Black: International offre qualcosa di divertente e pieno di vita all’interno del film: una colonna sonora divertente e allegra con un mix eclettico di pop e techno. Oltre alle due canzoni presenti nei trailer del film – WTF (Where They From) di Missy Elliot & Pharrell e London Bridge di Fergie – la colonna sonora non solo inietta un po’ di vitalità al film, ma proprio perché contiene canzoni dagli anni ’80 fino ai nostri giorni, c’è la sensazione che in essa il tono nostalgico incontri la modernità.

Oltre alla partitura strumentale di Danny Elfman e ai brani sopra citati dei trailer, ecco l’elenco completo delle canzoni presenti in Men In Black: International e nella colonna sonora:
1.Sex Shooter di Apollonia 6
2.Bubblin di Anderson .Paak
3.Elégie in E Flat Major, Op. 3, n. 1 di Sergei Rachmaninoff
4.I Got U di Mike Sabath
5.Boneless di Steve Aoki, Chris Lake, Tujamo
6.Diddy Rock di Sean “Diddy” Combs, Timbaland, Twista e Shawnna

Men in Black Internatinal cinematographe.itSimile al modo in cui Men In Black: International comincia a metà degli anni ’90 e arriva ai giorni nostri, ascoltare la colonna sonora è come fare un viaggio attraverso la recente musica pop ed elettronica – con la notevole eccezione di Elégie in E Flat Major, Op. 3, n. 1 di Rachmaninoff, che va oltre l’ambiente pop. La colonna sonora inizia forte con Sex Shooter cantata da Appollonia 6 e scritta da Prince, le cui chitarre funk sottolineano le strofe provocatorie della canzone e donano un po’ di brio ai primi momenti del film. Anche Bubblin di Anderson .Paak compare subito in Men in Black: International. Si tratta di una canzone che si riempie di spavalderia, con frasi come “Look at me baby/Look at me baby/Don’t I look like a million/I’m ‘bout to clean out the safe”, che sembrano rispecchiare il viaggio di Molly (Tessa Thompson) dall’essere una normale cittadina alla ricerca della verità sui MiB all’Agente M, la nuova recluta che è sicura che prospererà nel suo nuovo lavoro.

Un pezzo di musica classica sotto forma di Elégie in E Flat Major, Op. 3, n. 1 di Rachmaninoff arriva quando Molly giunge a Londra e inizia a lavorare con l’agente H (Chris Hemsworth), ma tutto torna come prima quando i nuovi partner sono spinti in una caccia ad alto tasso d’ottano per abbattere i cattivi conosciuti collettivamente come The Hive. Il tono diventa più serio quando attacca Boneless di Aoki, una canzone techno con bassi potenti, e la colonna sonora termina con un tono nostalgico degli anni ’00 con Diddy Rock di Diddy. Tra le ricchezze della partitura di Elfman e le canzoni della colonna sonora di Men in Black: International, entrare nel giusto stato d’animo per dimenticare le recensioni negative e divertirsi con gli agenti M e H è più facile che mai.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto