cena con delitto, cinematographe

Con Cena con delitto – Knives Out il regista e sceneggiatore Rian Johnson ha creato un cluedo su misura per intrattenere gli spettatori e farli entrare nella casa dei misteri della famiglia capitanata dal gerarca e morto suicida (o almeno così si pensa) dell’interprete Christopher Plummer. Non solo, però, indizi e inimicizie disseminate per e fra tutta la schiera di personaggi sospettati del presunto omicidio, ma anche una colonna sonora assemblata con ingegno, per stabilire il ritmo e la forte dinamica all’interno del crime investigativo diretto da Johnson.

Per la colonna sonora originale della pellicola, il cineasta arruola il compositore – nonché cugino – Nathan Johnson, che già aveva collaborato in precedenza con il regista per le sue opere Brick, The Brother Bloom e Looper. Per Cena con delitto, Johnson crea una serie di melodie che si adattano perfettamente al clima di sospetto omicidio che si instaura all’interno dell’opera, costruendo con le note la tensione e contribuendo a dare un’emozione intensa ad ogni svolta degli eventi.

BFI 2019 – Cena con delitto – Knives Out: recensione del film

Le canzoni presenti nella colonna sonora di Cena con delitto – Knives Out: dai mancati Radiohead a More Than This dei Roxy Music

Oltre alla colonna sonora originale, Cena con delitto presenta una manciata di hit che finiscono per rinforzare la parte musicale della pellicola. Curioso è notare come proprio la canzone Knives Out dei Radiohead non sia inserita all’interno del film, pur avendo dato, per stessa ammissione di Rian Johnson, l’idea per il titolo del film. Molte delle canzoni utilizzate vanno a comporre principalmente i flashback della famiglia protagonista, soprattutto la festa di compleanno del patriarca Harlan di Plummer. Come More Than This, singolo del gruppo britannico dei Roxy Music e pubblicato nel 1982, su cui si dimena il personaggio di Joni, interpretato da Toni Collete, tanto da irritare la primogenita e cognata della donna Linda, ossia l’attrice Jamie Lee Curtis.

In un momento successivo del film, mentre l’infermiera Marta della bellissima Ana De Armas spiega cosa sia accaduto veramente all’anziano Harlan al nipote di quest’ultimo Ransom, un comico e insopportabile Chris Evans, si sente in sottofondo nella tavola calda in cui si trovano Righteous Rocker #1 di Larry Norman, considerato tra i pionieri della musica rock cristiana.

Dall’opera ai classici rock – la soundtrack di Cena con delitto – Knives Out

Anche l’opera fa capolino in Cena con delitto – Knives Out attraverso il brano È strano! E fors’è lui tratto da La Traviata, inserita nella scena in cui l’ispettore privato Benoite Blanc, dell’attore Daniel Craig, siede in silenzio insieme alla madre del defunto. Sempre Blanc è il protagonista di un altro pezzo musicale: mentre Marta scende dalla macchina per incontrarsi segretamente con il suo ricattatore, il personaggio di Craig la aspetta in auto. Per passare il tempo, l’uomo si arma di iPod e cuffiette e intona la canzone Losing my mind, direttamente dal musical Follies di Stephen Sondheim. A chiudere il film, Cena con delitto sceglie un classico, un brano in stile country twang dei Rolling Stones, Sweet Virginia.

Cena con delitto – Knives Out 2 si farà? Cosa sappiamo sul sequel del film

Il compositore di colonne sonore Tal Bergman viene inserito con il pezzo The Inspector, mentre il gruppo musicale degli Spirit, attivo dagli anni Sessanta fino alla fine dei Novanta, compare con il brano rock Animal Zoo. Ad arricchire la soundtrack con tocco folk è Sundown dei Gordon Lightfoot, che rilasciarono la canzone dalle tonalità country rock nel 1974. Per concludere, non resta che nominare Lightning Rod di Craig Carothers, cantautore originario del Tennessee, anche lui presente nel film.

Cena con Delitto è al cinema dal 5 dicembre con 01 Distribution.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE