primavera

Benvenuta primavera! Le giornate si allungano, il sole splende nel cielo e… le pellicole cinematografiche? Si lasciano vivere nei luoghi cari ai registi: mete di viaggio in cui concedersi un weekend spettacolare e fuori dal comune.
Ecco 3 itinerari cinefili per scoprire l’Italia!

SICILIA

Filari di muri a secco disegnano le vie di un’Isola capace da sempre di ispirare registi del calibro di Luchino Visconti e Giuseppe Tornatore che, nativo di Bagheria (Palermo), ha fatto di ogni angolo della Sicilia un set naturale e mozzafiato.
Da dove iniziare il viaggio? Noi Andiamo a quel paese che, oltre ad essere il titolo dell’ultimo film di Ficarra e Picone, è  più precisamente Rosolini: una graziosa cittadina, a cavallo tra le province di Ragusa e Siracusa. Qui rendiamo onore al mattino con un’incappucciata di caffè con panna con brioche, anzi no, col panino! Già, perché al bar di Don Paolo –  quello che si affaccia sulla leggendaria Piazza Masaniello, usato come set dai due comici – questa antica tradizione fa ancora da padrona.

Proseguendo sulla rotta dei Monti Iblei, Ragusa (patrimonio Unesco nonché culla del barocco insieme a Noto e Modica) è lo scenario in cui si muove il Commissario Montalbano, nonché il palcoscenico principale del tornatoriano L’uomo delle stelle (1995). Attraverso gli spostamenti di Joe Morelli oscilliamo dalla patria del Ragusano Dop fino alle tipiche chiesette di Monterosso Almo e dai ruderi di Poggioreale al porto di Marzamemi: bomboniera estiva di pietra bianca, allegria e tavolini blu.
È sempre la telecamera di Tornatore a condurci a Siracusa, lasciandoci passeggiare lungo la singolare Piazza del Duomo, magari liberi dagli sguardi che invece giudicano Monica Bellucci, nei panni della bellissima Malèna. La sua camminata solitaria regala un valore aggiunto al Duomo che, costruito nel VII secolo sui resti del tempio di Athena, è il fulcro della millenaria Ortigia.

Màlena
Monica Bellucci in Màlena

Per ammirare il borgo quattrocentesco di Palazzo Adriano, che presta Piazza Umberto I alla facciata di Nuovo Cinema Paradiso, bisogna spostarsi nella provincia palermitana, rimasta quasi identica al 1988. Si trova incastonato nel quartiere Kalsa di Palermo, invece, Palazzo Valguarnera – Gangi, in cui è ambientata la scena del ballo del film Il Gattopardo.

CAMPANIA

Chi viene al sud piange due volte, quando arriva e quando parte. Queste parole risuonano tra i vicoli, gli archi e le gradinate del borgo medievale di Castellabate, che vede agitarsi tra consuetudini di accoglienza popolare e buon cibo Claudio Bisio e Alessandro Siani.
La location di Benvenuti al Sud, compresa nel Parco Nazionale del Cilento, è una ragnatela di ville e chiesette da scoprire d’un fiato e in modalità slow.

Sophia Loren in Pane, amore e fantasia
Sophia Loren in Pane, amore e fantasia

L’itinerario prosegue nei luoghi che fanno da sfondo a Pane, amore e fantasia e che immortalano per la prima volta sul grande schermo Sophia Loren, ossia Capo Sorrento: una terrazza naturale dalla quale ammirare le meraviglie storiche e naturali e da cui, durante le belle giornata, si vedono le isole d’Ischia e Procida, in cui Massimo Troisi girò Il Postino. Già che siete da queste parti, vi consigliamo di visitare Sant’Agata dei Goti, che si mostra con tutta la sua verve seduta su un trono tufaceo, attraversata dai fiumi che alimentano l’acquedotto carolino.

Sulle note di Je so’ pazzo di Pino Daniele ci lasciamo guidare sulle rotte di Ma che bella sorpresa e in particolare nei quartieri spagnoli, scelti dal Genovesi proprio perché qui si agglomerano gli stili di vita, le botteghe artigianali e il cuore vivo del sud anche se, è chiaro, Napoli è anche molto di più!

TOSCANA

Terra di santi e di poeti, ma anche di registi, che in questi luoghi baciati dall’arte e dall’ottimo cibo hanno girato i loro film migliori. Hannibal è forse uno dei casi più celebri; un affascinante Anthony Hopkins si muove in Piazza della Signoria, nella cui area tra l’altro acquista un buon Chianti e Palazzo Vecchio (compresi i suoi giardini interni), famoso per la defenestrazione del cadavere, che Lecter usa per cercare di fermare il commissario.
Oltre a fare da sfondo a Maraviglioso Boccaccio, la città di Dante e Machiavelli è anche la sede del Giardino di Boboli, una delle location di Paisà.

Firenze
Firenze

Viaggiando verso il mare, Livorno fa da sfondo a La prima cosa bella, in cui Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli interpretano due facce di una stessa donna: forte, stravagante e coraggiosa e, una volta che siete qui, come dicono i protagonisti, non dovete dimenticare i costumi!

Una scena del film La prima cosa bella
Una scena del film La prima cosa bella

I più giovani apprezzeranno il territorio del Montepulciano, non solo per il rosso DOC prodotto in questa zona, ma anche per New Moon, il secondo film della saga Twilight. A rimanere impresse sulla pellicola le stradine di campagna, il tempio di San Biagio e alcuni scorci del centro storico. La scena madre invece, in cui Bella salva Edward, è stata girata in Piazza Grande. La parola fine? Si insinua tra le botti delle cantine storiche di Montepulciano e lungo le strade irrorate di bellezze architettoniche.

Colosseo

Lasciatevi ispirare anche dalla Città Eterna, con gli itinerari sulla Roma del grande cinema hollywoodiano o, se non temete nulla, seguite le rotte di Annabelle, senza tralasciare arte e buona tavola!

Infine, se avete già pensato di recarvi fuori dal confini del Bel Paese, lasciatevi incantare dal vero Castello di Walt Disney o magari dall’Irlanda del Nord, tra whiskey e Game of Thrones.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE