Avengers: 6 ricette per vendicare la Terra

Se non riusciremo a proteggere la Terra stai pur certo che la vendicheremo, promette Tony Stark in Avengers e, se proprio vogliamo dirla tutta, ci sono tanti buoni motivi per farlo, a partire dalle prelibatezze che essa offre: frutta, verdura, pesce, latticini, fino ad addentrarci nell’emisfero delle tradizioni gastronomiche. Magari un supereroe non bada molto ai piaceri terreni, ma noi vogliamo prepararci con gusto all’arrivo dei Vendicatori. Come? Ecco 6 ricette ideate dallo chef Gianluca Pienzi per Cinematogaphe che, se proprio non vi aiuteranno a salvare la Terra, siamo pur certi che regaleranno al vostro stomaco una gloria da vero eroe!

CAPITAN AMERICA

cap. americaPANNA COTTA FRAGOLA E MIRTILLI
Ha gli stessi colori dello scudo del primo vendicatore ma, al contrario del fatidico oggetto creato dal giovane scienziato Myron MacLain, non è fatto di un metallo ultraterreno e indistruttibile (vibranio) bensì di frutti rossi, ricchi di vitamine che, se non ci fanno essere dei supereroi, per lo meno ci rendono più forti!
Preparazione (4 vasetti):
Iniziate a preparare la panna cotta aromatizzando 500 ml. di panna fresca con un bacello di vaniglia e lasciandola in frigorifero per 24 ore. Successivamente mettete in ammollo, in acqua fredda, 6 fogli di colla di pesce; Iniziate a scaldare la panna, la vaniglia e 130 gr. di zucchero semolato a fiamma dolce, senza portarli ad ebollizione; Una volta ammorbidita la colla di pesce, aggiungetela alla panna e mescolatela fino a farla sciogliere del tutto. Filtrate il composto con un colino e lasciate freddare a temperatura ambient; Lavate e tagliate un cestino di fragole (lasciandone qualcuna per la decorazione) e frullatele con l’aggiunta di qualche goccia di limone; scaldate le fragole a fuoco basso, aggiungete 3 foglie di colla di pesce ammorbidita e mescolate bene. Riempite i barattoli col composto di fragole e fatelo solidificare in frigo; aggiungete quindi la panna cotta e lasciatela rassodare in frigo per qualche ora. Ultimate con un cestino di mirtilli lavati, fragole e qualche foglia di menta.
[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

IRON MAN

vgfbbg

SPUMA DI PEPERONI CON CHIPS DI TOPINAMBUR E DATTERINO FRITTO
Sei grosso con l’armatura (di un cucchiaio), ma senza che cosa sei? Vi garantiamo che non si tratta solo di un genio, miliardario, playboy, filantropo, bensì di una delicata e avvolgente mousse dominata dal topinambur: un tubero eliotropico, non egocentrico come Iron Man!
PREPARAZIONE (6 CUCCHIAI):
Preparate la spuma frullando 1/2 peperoni, dopo averli arrostiti e spellati, con un po’ di pepe e di tabasco. Aggiungete poco per volta l’olio d’oliva e 200 gr. di formaggio (tipo Philadelphia) e mescolate dal basso verso l’alto con l’aiuto di una spatola. Lasciate rapprendere il composto in frigorifero per mezz’ora, nel frattempo lavate e riducete a fette sottili, con l’aiuto di una mandolina, 1 topinambur. Friggete le fette così ottenute in olio d’arachidi caldo (170°); friggete anche 6 pomodori datterino. Servite su cucchiai ripiegati adagiando la spuma di peperoni, il pomodoro e la chips di topinambur.
 [divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

VEDOVA NERA

vedova neraCIOCCOLATO MORBIDO
Sinuoso e deciso, sa ammaliare anche i nemici più spietati. Proprio come Natasha, danza con la seducente delicatezza di una ballerina, colpisce con la freddezza di un agente del KGB e giunge dritto al palato vendicando qualsiasi tentativo di dieta. Senz’altro una delle armi più temute.

PREPARAZIONE (12 finger):
In una ciotola, mescolate 180 gr. di farina 00, 140 gr. di zucchero, 50 gr. di caco amaro in polvere, 1 bustina di lievito; aggiungete poi 230 ml. di latte e 200 gr. di cioccolato extra fondente fuso. Amalgamate il tutto affinché diventi liscio e omogeneo, quindi imburrate e infarinare uno stampo rettangolare, versatevi il composto e informare a 180° per 25/30 minuti circa. Proseguite scaldando 100 ml. di panna per qualche minuto, spegnete il fuoco e aggiungete 70 gr. di cioccolato in pezzi, mescolando energicamente in modo da ottenere un lucido e piuttosto liscio. Una volta che la torta sarà cotta e si sarà raffreddata tagliatela a quadrati, bagnatela da una sola estremità col composto di panna e cioccolato e spolverizzatela con la granella di nocciole.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

OCCHIO DI FALCO

Occhio di FalcoPIADA RICOTTA E RADICCHIO
Sta in bilico sul piatto, come se volesse simulare un’acrobazia circense, la cara piadina romagnola, che si lascia trafiggere da una freccia, per poi rimbalzare verso il palato e annientare i l’atavica fame di chiccherie!

PREPARAZIONE (10 finger):
Affettate 1 radicchio a julienne e mettetelo a marinare in un contenitore basso con olio di oliva, aceto di mele, miele d’acacia e sale, per 10/15 minuti. Nel frattempo tagliate la piadina con l’aiuto di una coppa pasta e tostatela leggermente in una padella. Ricavate degli spicchi da 1 arancia pelata a vivo (priva di buccia e pelle) e componete il piatto spalmando la ricotta di pecora (ve ne occorrerà in totale 200 gr.), il radicchio privo di liquido, uno spicchio d’arancia e, infine, lo stuzzicadenti.

 

 

 

 

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

THOR

Thor SUPPLI IN STECCO
Mentre il figlio di Odino acquista potenza grazie a un pesante martello, noi riprendiamo le forze servendoci di un’arma altrettanto mitologica: il supplì. Qui converge infatti la tradizione più verace dello street food romano: un piatto che fa il verso all’arancino siculo senza pretese di superiorità. Piccolo problema: forse più che spaventare i nemici potrebbe attirarli!

PREPARAZIONE:
Cuocete 200 gr. di riso venere in acqua salata (il tempo di cottura varia in base alla qualità di riso acquistata) e quando sarà cotto scolatelo e lasciatelo raffreddare. Aggiungete quindi 1 uovo, 4 cucchiai di parmigiano, cerfoglio, sale e 1 tazza di salsa di pomodoro precedentemente preparata. Dopo aver amalgamato bene il tutto preparate dei mini supplì, integrando all’interno  un pezzetto di mozzarella (ve ne basterà 1), passateli poi nel pangrattato più volte ed infine friggeteli in abbondante olio d’arachidi a una temperatura di 170°. Serviteli con lo stecco!

 

 

 

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

HULK

Hulk

GAMBERO FRITTO CON QUENELLE DI AVOCADO E LIME
Potremmo definirlo il lato buono di Robert Bruce Banner, questo piatto che accenna teneramente all’arancio-rosa, per poi comunque migrare al caratteristico verde.
Alla base di tutto, un frutto – l’avocado – che, come Hulk nasce in coppia. È inoltre molto energetico, per cui Hulk smash!
PREPARAZIONE (per 6 finger food):
Preparate la pastella unendo in una ciotola 100 gr. di farina di riso, 50 gr. di farina 00, 1 pizzico di paprika, 1 pizzico di curcuma, 1 pizzico di zucchero e 1 pizzico di sale; Aggiungete poi 3 uova e 1 bicchiere circa di acqua frizzante. Mescolate il tutto con una frusta affinché risulti liscio e omogeneo e lasciatelo riposare in frigorifero per una mezz’oretta. Continuate tritando la polpa di 1 avocado con un frullatore insieme al succo di 1 lime e a 1 filo d’olio, per circa 1 minuto. Aggiustate di sale e pepe e conservate in frigorifero sino al momento dell’utilizzo. Pulite 6 gamberi lasciando la polpa “nuda” e la coda intatta, quindi immergeteli nella pastella e friggeteli in olio d’arachidi ad una temperatura di 170°. Ultimate il piatto adagiando su un piattino prima la quenelle di avocado e lime (aiutandovi con due cucchiai), il gambero fritto e una fogliolina di basilico.
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto