GIUDIZIO CINEMATOGRAPHE - FILMISNOW

VOTA IL FILM ORA!

Triple Frontier è un action thriller del 2019 diretto da J. C. Chandor con Ben Affleck, Oscar Isaac, Charlie Hunnam, Garrett Hedlund e Pedro Pascal. Il film ci porta nella vita di cinque ex membri delle forze speciali, Santiago “Pope” Garcia (Oscar Isaac), Tom Davis (Ben Affleck), William Miller, (Charlie Hunnam), Ben Miller (Garrett Hedlund) e Francisco Morales (Pedro Pascal).

Santiago è un ex agente delle forze speciali che ha combattuto i cartelli narcos dietro le linee nemiche per tre anni, tentando di sventare un famigerato e spietato cartello guidato da un uomo di nome Lorea. La sua informatrice, Yovanna, e unica infiltrata, sa perfettamente dove si nasconde Lorea con i suoi soldi e sa anche che ogni tentativo da parte della polizia di stanarlo è inutile poiché i suoi uomini sono ovunque, anche nella polizia. Scoraggiato da tutta una burocrazia corrotta, Santiago torna a casa con un’idea: assemblare una squadra di soldati veri, tentare di derubare i soldi al narcos e ucciderlo, andando contro ogni principio militare e soprattutto legale.

Triple Frontier: il film Netflix con Ben Affleck e Oscar Isaac

Santiago chiede di partecipare a questo raid a quattro veterani, ovvero William Miller, Ben Miller, Francisco Morales e Tom “Redfly” Davis. Il primo è un reclutatore che ha terminato il suo servizio dovendo pagare a caro prezzo la sua belligeranza, mentre il secondo è diventato un combattente di arti marziali miste e i cui veri talenti sono letteralmente sprecati. Morales invece è stato un pilota, la cui vita post-militare lo ha portato ad una serie di decisioni sbagliate, mentre Tom Davis è l’ex leader del gruppo, che ha cercato di prendere le distanze dalla sua vita precedente e di vendere case per sbarcare il lunario. Questo gruppo si dirigerà sulla cosiddetta tripla frontiera, la zona di confine tra Paraguay, Argentina e Brasile, tentando di realizzare il colpo della vita.

Triple Frontier è un film che riunisce diverse vite, diversi generi e diverse narrazioni. Principalmente la pellicola riguarda un gruppo di ex soldati delle forze speciali, persone stanche della loro vita, che si sono unite alle milizie credendo di poter aiutare il proprio paese, ma che invece l’hanno visto solo peggiorare.

Triple Frontier unisce abilmente grande concitazione e conflitti a fuoco

Triple Frontier Cinematographe.it

I protagonisti, consapevoli che non possono farcela con le loro pensioni, vivono con la sensazione che l’America li abbia dimenticati, si sentono fregati dal governo e dall’esercito. Questi cinque soldati non sono in grado di adattarsi alla vita normale: subiscono ogni giorno le conseguenze di una vita trascorsa a combattere. Nonostante siano tutti impegnati con le loro routine, sono tentati da questo colpo perché è l’unica cosa che può capovolgere la loro esistenza, sicuramente dal punto di vista economico.

Triple Frontier si impone subito con una sottotrama molto amara. Il film mostra il rimorso, il risentimento, l’avidità e analizza come la violenza sia, in un certo senso, l’unica risposta al vuoto che sentono i protagonisti. La pellicola è molto cinica e coglie diversi generi, partendo come un action, diventando poi un thriller, sino a coprire le atmosfere di un vero film di sopravvivenza. Triple Frontier si trasforma trascinando i protagonisti da una condizione di speranza fino ai margini dell’abisso. La loro illusione di poter sovvertire la propria condizione evapora e brucia in un falò di banconote, simboleggiando la dissoluzione del sogno americano.

Triple Frontier coglie diversi generi: action, thriller, sino a coprire le atmosfere di un vero film di sopravvivenza

La storia di questi cinque uomini persegue il coraggio, la sopravvivenza, l’avidità e non giudica mai i suoi personaggi, anzi, cerca di seguirli in ogni loro scelta, dalle più personali alle più disumane. Nonostante le pochissime informazioni sul passato di questi veterani, è molto evidente cosa li lega, cosa li ha resi così duri e allo stesso tempo fragili, sempre cercando di raccogliere i pezzi della loro vita.

Triple Frontier con il suo mix di momenti di grande concitazione e conflitti a fuoco, attraverso un paesaggio naturale mozzafiato che percorre la catena delle Ande, sa come privilegiare l’azione, ben realizzata, anche se spesso resta ingabbiata nel già visto e nel convenzionale, non riuscendosi ad elevare da un tipo di intreccio che si può osservare in molti film dello stesso genere, come I mercenari.

Triple Frontier sceglie di mettere in discussione ogni scelta all’interno del contesto drammatico, portando parallelamente a dissacrare tutto ciò che circonda il denaro. Il film è un’efficace e cinica dissezione del sogno americano, della disillusione di cinque veterani che consegna loro un epilogo amaro, una conclusione spietata.

PANORAMICA RECENSIONE
Regia
Sceneggiatura
Fotografia
Recitazione
Sonoro
Emozione