GIUDIZIO CINEMATOGRAPHE - FILMISNOW

VOTA IL FILM ORA!

5

MEDIA VOTI PUBBLICO

Vi ricordate Il principe cerca moglie? L’altalenante commedia farsesca, sospesa tra il demenziale e la rom-com, interpretata da un giovane Eddie Murphy nei panni del principe africano che si trasferisce negli Stati Uniti alla ricerca dell’anima gemella? Come scordare dopotutto il duo Landis-Murphy, che già aveva dato i natali a pellicole di autentico culto come Una poltrona per due? Pare d’altra parte che non si possa sostenere di aver trascorso delle soddisfacenti feste di Natale senza prima essersi sbellicati dalle risate proprio con Una poltrona per due, che, come è noto, nell’ultimo decennio è stato ormai eletto a “film ufficiale” della vigilia di Natale su Italia 1.

Il principe cerca moglie cinematographe.it

Ma torniamo ora al principe alla ricerca della consorte: il film del 1989 con Eddie Murphy, Arsenio Hall e, per gli amanti del cinema del brivido, un cameo non accreditato persino del regista Tobe Hooper. La storia è piuttosto classica: un ricco principe africano si trasferisce negli Stati Uniti – più in particolare nel difficile quartiere del Queens – alla ricerca di una moglie che “stimoli il suo cervello tanto quanto i suoi testicoli”. La troverà ovviamente a una riunione parrocchiale, in cui si innamorerà proprio di Lisa McDowell, figlia di Cleo McDowell, proprietario di un fast food.

Il principe cerca moglie cinematographe.it

Il principe cerca moglie: una commedia sulle differenze socio-economiche con l’irresistibile comicità di Eddie Murphy 

Il principe cerca moglie è una commedia che gioca con le differenze socio-economiche dei protagonisti, in un ribaltamento quasi carnascialesco delle gerarchie precostituite. Oltre che interpretato da Eddie Murphy, il film è stato inoltre ideato e co-prodotto dall’attore statunitense. La sterminata serie di sketch allestita da Murphy sovrasta il modus operandi tipico di John Landis, diverte lo spettatore senza mai risultare stucchevole, fuori dalle righe, come invece sarà talvolta nel prosieguo della sua carriera. Da buon trasformista quale è Murphy interpreta poi numerosi personaggi: dal barbiere sotto casa al parente lontano di Michael Jackson; così come fa anche Arsenio Hall.

Gli spettatori più attenti avranno individuato nel ladro scriteriato che punta il fucile a Eddie Murphy anche Samuel L. Jackson, così come il volto sorridente di un giovanissimo Cuba Gooding Jr. Il successo di Il principe cerca moglie andò ben oltre quello di Una poltrona per due, incassò infatti nel mondo ben 288 milioni di dollari, a fronte di un budget di 39 milioni. A contribuire in maniera determinante fu inoltre il grande lavoro fatto da Deborah Nadoolman Landis (costumi), in collaborazione con Rick Baker (trucco e acconciatura), per i quali il film ottenne anche due nomination alla notte degli Oscar. Le scene esilaranti di questo Il principe cerca moglie sono molte, tante sono entrate a far parte dell’immaginario collettivo: la sequenza in cui il principe Akeem e il suo amico Semmi arrivano agghindati con abiti sfarzosi nel quartiere malfamato del Queens ricorda peraltro, in salsa a stelle e strisce, l’arrivo di Totò e Peppino a Milano, in Totò, Peppino e la… malafemmina. Quella era storia del cinema nostrano, questa è invece una scanzonata parabola dell’amore che travalica ogni distinzione di classe, una favola rivisitata che continua a intrattenere anche a trent’anni di distanza dalla sua uscita.

Il principe cerca moglie cinematographe.it

Dal 13 aprile Il principe cerca moglie è disponibile anche sulla piattaforma Netflix.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

PANORAMICA RECENSIONE
Regia
Sceneggiatura
Fotografia
Recitazione
Sonoro
Emozione