X-Men: Dark Phoenix Cinematographe

Il regista e il produttore di X-Men: Dark Phoenix si sono soffermati sull’acquisto della Disney, sulla fine del franchise e hanno rivelato dei dettagli su nuovi personaggi misteriosi

Il franchise di X-Men tenterà ancora una volta di adattare una delle più iconiche storyline nella storia dei Marvel Comics con X-Men: Dark Phoenix. Il film probabilmente segnerà la conclusione definitiva del franchise, che andrà incontro a un inevitabile reboot da parte dei Marvel Studios, dopo l’acquisto Disney della 20th Century Fox.

Dark Phoenix sembra la fine del franchise di X-Men, ma ciò, a quanto pare, non ha a che fare con la recente conclusione dell’accordo Disney Fox. Il regista e sceneggiatore Simon Kinberg ha spiegato la decisione di concludere la serie, e come la fusione dei due studios non abbia avuto un impatto sulla loro storyline.

Fin dal momento in cui abbiamo iniziato a pensare a quello che avremmo fatto con questo film, e dal momento che abbiamo iniziato a scriverlo, ormai più di tre anni fa, ancora prima che si parlasse della fusione Disney Fox, sentivo che questo sarebbe stato il culmine naturale di questo ciclo di film di X-Men” ha spiegato Kinberg. “Si tratta di capire questa famiglia che hai imparato ad amare e riflettere su tutti i film fatti fino a quel momento, e se contate gli originali sono quasi trascorsi 20 anni adesso. In questo film vedrete che la famiglia sarà messa alla prova in una maniera del tutto nuova. Vedete questa famiglia iniziarsi a disintegrare realmente per la prima volte, per tornare insieme alla fine. Tutto ciò sembra il culmine di una storyline o di un ciclo. E per me, e per la maggior parte dei fan, Dark Phoenix è la massima storyline nell’universo di X-Men, la più iconica. E quindi non sapevo come avremmo introdotto Dark Pheinix in questo ciclo. Alla fine, sembra solo che abbiamo creato un finale, ma anche la possibilità di un nuovo inizio. Ecco quello che facciamo nel film“.

X-Men: Dark Phoenix – Al WonderCon proiettate due clip esclusive

Anche uno dei produttori del film, Hutch Parker, si è soffermato sulla questione della fine del franchise, ancora prima della conclusione dell’accordo Disney Fox: “Avevamo la sensazione di aver completato alcuni argomenti, alcune tematiche, idee sentimentali ed emotive. E, nel tentativo di far proseguire la storia, questo ci ha portato a compiere alcune scelte dalle quali non potevamo tornare indietro. Beh, lo sapere, la morte di Raven e altre decisioni che portavano a chiedermi come avremmo potuto continuare a lavorare sul franchise, rendendolo innovativo. Quindi alla fine abbiamo deciso di liberarci da qualsiasi esitazione e in un certo senso abbiamo preso il volo. Ed è da qui, che da solo, e in modo naturale, è diventato una sorta di conclusione, un culmine naturale“.

Durante l’intervista, Hutch ha anche rivelato ciò che rende diverso il film da X-Men – Conflitto finale: “È abbastanza diverso dal terzo film. Simon [Kinberg] voleva raccontare la storia di Dark Phoenix, ma ancora di più voleva presentarla come la storia di Jean. Si tratta più di un’analisi di questa parte della storia, del cuore di questa saga, e si concentra molto più su Jean come personaggio. Penso che avete ragione sul fatto che una delle sfide fosse come equilibrare quello che nei fumetti è la natura galattica e intergalattica di questa storyline, con la volontà di rimanere più Terra-centrici. E, beh, ovviamente abbiamo deciso di includere parte di questo aspetto, ma continuando a incentrarci sui personaggi che abbiamo imparato a conoscere e amare all’interno dell’intero franchise di X-Men“.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE