The Irishman Cinematographe

Martin Scorsese annuncia che The Irishman ha terminato le riprese: “Grazie alle molte persone che hanno reso possibile tutto questo”.

Dopo l’annuncio della fine delle riprese di The Irishman, lasciamo che il lungo periodo di post-produzione abbia inizio per il costoso dramma gangster del grande regista. Il dramma storico basato su un romanzo giapponese di Shusaku Endo segue due sacerdoti gesuiti che viaggiano dal Portogallo al Giappone nel XVII secolo.

La fotografia principale di The Irishman si è ufficialmente conclusa il 5 marzo, come Martin Scorsese ha confermato sulla sua pagina Instagram. La pellicola ha iniziato le riprese lo scorso agosto a New York e dintorni. Il film segna il ritorno di Scorsese al genere gangster e lo ricongiunge con la sua ex musa Robert De Niro.

The Irishman è basato sul libro del 2003 I Heard You Paint Houses di Charles Brandt, che racconta gli anni che Frank “The Irishman” Sheeran trascorse come sicario. Sheeran ha effettuato oltre 20 colpi in mezzo alla folla ed è stato presumibilmente coinvolto nella morte del leggendario boss Jimmy Hoffa, scomparso nel luglio 1975 e mai ritrovato. Il film è interpretato da Joe Pesci, Al Pacino e Ray Romano.

Nonostante Scorsese abbia finito le riprese di The Irishman all’inizio dell’anno, non aspettatevi che Netflix lo rilasci nel 2018. Il regista punta a un rilascio per il 2019 da qualche tempo, poiché il lavoro sugli effetti speciali necessario per il film è ampio Il film è raccontato principalmente attraverso i flashback e vedrà De Niro interpretare tutte le versioni di Sheeran. Scorsese sta lavorando con Industrial Light and Magic per ringiovanire l’attore, similmente a quello che l’azienda ha fatto con Brad Pitt per Il curioso caso di Benjamin Button.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE