The Flash: Warner Bros. elogia il lavoro di Ezra Miller. Scandali perdonati?

Il CEO di Warner Bros. Discovery elogia The Flash, tra gli scandali della star Ezra Miller.

Sembra che, nonostante tutti i problemi legali del suo protagonista, The Flash uscirà al cinema senza ulteriori rimandi. Il film, trascinato a lungo a causa anche del COVID, ha ricevuto elogi da parte del CEO di Warner Bros. Discovery, David Zaslav. Durante l’incontro con gli azionisti della società, Zaslav ha parlato molto del film in uscita, suggerendo che è ancora pronto per essere distribuito, nonostante i numerosi scandali di Ezra Miller e l’incertezza che ora sono costretti ad affrontare tutti i progetti realizzati dalla Warner Bros. (specialmente quelli legati al mondo DC).

Il CEO di Warner Bros. Discovery elogia The Flash, tra gli scandali della star Ezra Miller

The Flash - Cinematographe.it

“Abbiamo visto The Flash, Black Adam e Shazam 2”, ha detto Zaslav. “Siamo molto entusiasti di loro. Pensiamo che siano fantastici e crediamo di poterli rendere ancora migliori”. Parole di conforto, specialmente dopo le notizie degli ultimi giorni, tra la cancellazione improvvisa del film Batgirl (già terminato e costato 90 milioni di dollari) e le nuove accuse contro Ezra Miller, il giovane interprete di The Flash nel DCEU.

The Flash, su cui la Warner Bros. avrebbe investito 200 milioni di dollari, ha terminato la produzione lo scorso autunno e, attualmente, dovrebbe uscire nelle sale il 23 giugno 2023. Ezra Miller (29 anni), che nel film interpreta Barry Allen, è stato recentemente coinvolto in numerose controversie legali relative a presunti comportamenti abusivi. Inoltre, a marzo e aprile, Miller è stato anche arrestato due volte alle Hawaii per condotta molesta e aggressione di secondo grado. Warner Bros. non ha mai affrontato chiaramente queste accuse, ma stando a dei rumor l’attore non tornerà per altri film DC.

Fonte: People

Articoli correlati