Superman, henry cavill - cinematographe.it

Henry Cavill ha abbandonato il ruolo di Superman per la Warner Bros!

Il DC Extended Universe ha appena perso il suo Man of Steel! L’attore britannico Henry Cavill non indosserà più il costume da eroe per la Warner Bros. Se nel DCEU intendono continuare la storia di Superman, dovranno trovarsi un altro attore a cui stia bene il costume!

Henry Cavill, che ha interpretato Superman in ben tre film, ha abbandonato il ruolo datogli in precedenza da Warner Bros., secondo quanto riferiscono fonti vicine a The Hollywood Reporter. Sebbene nessuna delle due parti stia confermando ufficialmente l’avvenuto, l’attore britannico, che per primo ha indossato il vestito blu per Man of Steel del 2013, e poi ha recitato in Batman v. Superman del 2016 e in Justice League dello scorso anno, sembra aver appeso definitivamente il mantello dell’Uomo d’acciaio.

Warner aveva cercato di arruolare Cavill, che è recentemente apparso in Mission: Impossible – Fallout, per un cammeo di Superman in Shazam! il cui trailer è stato presentato durante il San Diego Comic-Con. Ma i colloqui tra i rappresentanti di WM di Cavill e Warner sono andati male e la porta si sta ora chiudendo su altre potenziali apparizioni di Superman all’interno del DCEU.

Questo perché lo studio ha spostato l’attenzione su un film di Supergirl, che sarà una storia di origini con una supereroina adolescente. Ciò rimuove efficacemente un attore dell’età di Cavill dall'”equazione” della trama, dato che Superman, alias Kal-El, sarebbe un bambino, secondo la tradizione del mondo DC Comics.

Inoltre, la Warner probabilmente non farà un film di Superman da solista per almeno diversi anni, secondo un’altra fonte. “Superman è come James Bond, e dopo una certa corsa devi guardare i nuovi attori”, dice una fonte dello studio. Come tale, Cavill si unirà a Ben Affleck, il quale non dovrebbe riprendere il ruolo del film indipendente di Batman, diretto da Matt Reeves, come un eroe in uscita.

Una fonte di Warner riporta che l’affare tra Cavill e Shazam! sia saltato a causa di conflitti di programmazione. E questo è supportato dal fatto che Cavill ha recentemente firmato per recitare nella serie di Netflix The Witcher. Tuttavia, un’altra fonte afferma che l’impegno di The Witcher è arrivato dopo l’impasse di Warner, suggerendo un cambiamento nella strategia aziendale della major.

“C’è il riconoscimento pubblico che alcune parti dei film precedenti non funzionavano”, dice l’insider dello studio. Un’altra fonte dice che Warner sta cercando effettuare un vero e proprio “reset” dell’Universo DC, guidando lentamente la sua nave in un’altra direzione.

Mentre Affleck e Cavill stanno lentamente uscendo dai piani della distribuzione, gli altri che sono stati visti insieme sul grande schermo a Novembre in Justice League stanno portando avanti i rispettivi piani. Gal Gadot è tornata per Wonder Woman 1984, che arriverà nelle sale cinematografiche nel novembre 2019. Jason Momoa è il protagonista di Aquaman, il cui trailer è stato mostrato al San Diego Comic-Con, debutterà al cinema a dicembre. Infine Ezra Miller rimane il protagonista del film solista su The Flash, che è previsto per iniziare le riprese all’inizio del 2019.

Il CEO della Warner Bros. Kevin Tsujihara e il presidente della Warner Bros. Pictures Group Toby Emmerich stanno cercando di rinvigorire l’universo DC che sta ancora risentendo pesantemente del successo inarrestabile dell’universo Marvel, sia in termini di botteghino che per approvazione della critica. Solo sei anni fa, quando The Dark Knight Rises – Il Ritorno del Cavaliere Oscuro chiuse la trilogia di Christopher Nolan, la DC era la squadra di supereroi preferita sia dai fan che dalla critica. Ma finora, solo lo spin-off di Wonder Woman di Patty Jenkins è stato all’altezza della promessa del franchise.

Ciò che Warner non ha fatto è stato dare un “colpo di scopa” in un unico momento, qualcosa che è quasi impossibile da fare, visti gli anni di pianificazione che vantano questi film, ma ora qualcosa si sta muovendo. Quando gli è stato chiesto dello studio il 6 settembre in una conferenza per gli investitori, il nuovo CEO di Warner Media, John Stankey, ha dichiarato: “Tanto di cappello a Kevin e Toby e alla loro squadra”. Ma ha anche parlato della DC. “Alcuni dei nostri franchise, in particolare quelli di Washington, pensiamo tutti che possano fare meglio”.

La rivoluzione ha inizio?