Shia LaBeouf, tax collector cinematographe.it

Shia LaBeouf (Honey Boy) crede che la recitazione sia un condotto per l’amore

Shia LaBeouf ha spiegato cosa fa la sua professione per la sua felicità a Kristen Stewart (Seberg) durante una conversazione con Variety Studio: Actors on Actors. “I momenti più intimi di tutta la mia vita sono accaduti sul set“, ha detto LaBeouf. “Non so se c’è qualcosa di più intimo della creazione di qualcosa con qualcuno. Penso di essere profondamente insoddisfatto della vita“.
Sì, ma, questa è la tua vita“, ha ribattuto la Stewart. “Esattamente. È qui che le cose diventano difficili per me, non è l’intera mia vita. Devo accettarlo. Di solito è qui che le cose vanno male per me. Quando non sono sul set, la vita diventa dura.”

Pieces of a Woman: Shia LaBeouf e Vanessa Kirby protagonisti del film

Fai qualcos’altro?” “No, è per questo che sto cercando di svilupparmi. Cercando di crescere.” “Segui un corso di ceramica. Come le persone in crisi esistenziale, amico, segui semplicemente una lezione di ceramica”. “Forse lo farò. Non mi piacerà la ceramica nella vita, ma amerò la ceramica sul set. Come se non mi piacesse il gelato nella vita, ma se mi dessi un gelato sul set, mi piacerebbe il gelato. Penso che sia quello che [recitare] faccia per me. Mi fa amare le cose. Mi sembra il canale dell’amore per me. Lo ritengo così sacro.

E voi? Cosa ne pensate di Shia LaBoeuf e del suo particolare approccio all’esistenza e al mestiere dell’attore? Fatecelo sapere nei commenti!

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto