Shang-Chi, Tony Leung: “non ho interpretato Mandarino come un villain”

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli uscirà al cinema in Italia il 1 settembre 2021 senza l'uscita in contemporanea su Disney+.

Dopo Iron Man 3, ci sarà una nuova versione di Mandarino in Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli: ne parla l’attore Tony Leung

La Marvel ricostruisce dalle ceneri di uno dei suoi film meno apprezzati: dopo la versione di Iron Man 3, in Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli ci sarà un nuovo Mandarino, interpretato da Tony Leung. Personaggio che si preannuncia essere ben diverso da quello interpretato da Ben Kingsley. Ne ha parlato proprio l’attore:

Leggi anche: Shang-Chi: il protagonista rivela quanto veniva pagato come modello

Quando la Marvel mi ha offerto il ruolo, quello che che volevano era che creassi un nuovo Mandarino, quindi ho sviluppato il mio personaggio nel corso delle riprese. Non ho mai considerato Wenwu dal punto di vista del villain. Al contrario, ho cercato di esplorare le ragioni che lo hanno portato ad essere chi è. È un uomo che ha una storia alle spalle, che vuole essere amato. È anche umano, ha una famiglia. Quando ho letto la sceneggiatura, ho iniziato a considerare le varie ragioni per cui è diventato com’è – un sociopatico, narcisista, bigotto.

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli, al momento molto apprezzato dalla critica, uscirà esclusivamente al cinema, a differenza di quanto accaduto con Black Widow. In Italia potremo vederlo a partire dal 1 settembre 2021.

Tags: Shang-Chi

Articoli correlati