Scappa – Get Out: Jordan Peele sull’oscuro finale originario del film

Il finale di Scappa - Get Out doveva essere molto diverso, molto più oscuro. Ecco cos'ha avuto da dire il regista del film, Jordan Peele

Scappa – Get Out è un film horror che racconta i difficili rapporti interrazziali. È uscito a febbraio e ha superato immediatamente le aspettative che la gente avrebbe mai potuto avere per l’esordio alla regia di una delle menti della serie comica Key and Peele. Il film si è guadagnato recensioni entusiastiche, ha realizzato grandi incassi al botteghino e ha scatenato i fan alla ricerca di possibili messaggi nascosti, spesso subliminali (ne trovate a bizzeffe su Youtube).

E ora, quasi un anno dopo, ha vinto più premi della critica di qualsiasi altro film ed è diventato un candidato serio nella corsa agli Oscar, il primo dopo il classico Il silenzio degli innocenti. “È stato completamente folle”, ha detto il regista Jordan Peele in un’intervista a TheWrap. “Tutti i sogni che si avverano nello stesso anno in cui il mondo sta andando in m***a. Molto bizzarro”.

L’idea- concepita per la prima volta nel 2008 – era di realizzare un film di genere che potesse anche essere riempito di commenti sui rapporti di razza. Jordan Peele ha riempito il suo film di piccoli messaggi nascosti – ad un certo punto il personaggio di Daniel Kaluuya estrae del cotone dal bracciolo di una delle sedie dei suoi aguzzini, i suoi cosiddetti “padroni bianchi” – ma ha subito pensato che ci sarebbe voluto tempo perché il pubblico se ne accorgesse. Invece ci sono riusciti subito.

Pensavo che la gente avrebbe detto, ‘devo tornare a vederlo di nuovo dopo aver scoperto le svolte finali’ e forse cinque anni dopo qualcuno avrebbe scritto una tesi su sul film. Ma c’è stata così tanta conversazione a riguardo, ed è elettrizzante. Il film è stato progettato per essere l’antidoto per questa mancanza di conversazione sulla razza. E per trovare questi pezzi di pensiero e per sentire le persone che hanno nuove idee e raccogliere qualcosa che nessun altro ha raccolto,

Peele ha spesso parlato di come il finale originale di Scappa – Get Out fosse più oscuro, con il personaggio di Kaluuya arrestato per la morte della sua ragazza. Quel finale è stato progettato per stupire il pubblico e costringerli ad avere una conversazione sull’argomento, ma quando ha finito il film, ha sentito che il Paese stava già avendo quella conversazione, quindi l’ha ammorbidito.

Sono piuttosto affascinato dal rapporto tra il perseguimento dei diritti civili per quanto riguarda il genere e la razza. Ci sono molti modi in cui questi movimenti sono completamente allineati e circa la stessa cosa. Si tratta di rappresentazione, si tratta di abuso, si tratta di rispetto, si tratta di diritti.

Ultime notizie

Joss Whedon ancora al centro delle polemiche: così ha risposto alle accuse di Charisma Carpenter

Joss Whedon, storico regista e creatore di Buffy l'Ammazzavampiri, continua ad essere al centro delle polemiche per le parole...

Articoli correlati