Rush Hour 4 Cinematographe.it

Fonti della Warner Bros. affermano con enfasi che il regista, che è stato accusato di cattiva condotta sessuale da diverse donne, non dirigerà Rush Hour 4, se mai verrà fatto

Come altri uomini accusati di cattiva condotta sessuale, sembra che Brett Ratner stia pianificando un ritorno – in questo caso, solo sei mesi dopo che le accuse contro di lui sono emerse per la prima volta. Il film che vorrebbe dirigere è il prossimo del franchise Rush Hour.

Le fonti dicono che Ratner ha detto ai soci che dirigerà il quarto film della serie – un vanto che ha messo la Warner Bros. e la sua divisione New Line in una posizione scomoda. Le fonti dello studio affermano con enfasi che Ratner non dirigerà un quarto film di Rush Hour se ce ne sarà uno. “Brett è andato in giro per la città a dire alla gente che dirigerà un film di Rush Hour perché è la sua unica via per tornare al lavoro”, ha detto un dirigente di alto livello. “Sta cercando di far credere di essere irremovibile” Mettere insieme un film con lui sarebbe “una missione suicida”, ha detto questa persona.

Ma sembra che, dato il lungo e molto stretto rapporto professionale e sociale con il regista, né il presidente e amministratore delegato della Warner Kevin Tsujihara, né il presidente dello studio cinematografico Toby Emmerich sono pronti a farlo dirigere a Ratner. La Warner non ha voluto commentare o escludere Ratner come possibile regista per il progetto. L’avvocato di Ratner, Marty Singer, ha anche rifiutato di commentare.

Il produttore di Rush Hour, Arthur Sarkissian, ha affermato di aver insistito a lungo per realizzare un quarto film del franchise da 850 milioni di dollari e crede che con la sceneggiatura giusta saranno presenti le star Jackie Chan e Chris Tucker. Ratner, 49 anni, ha diretto tutti e tre i film di Rush Hour, iniziando con l’originale del 1998. Il film più recente, Rush Hour 3 del 2007, ha incassato 258 milioni di dollari in tutto il mondo.