Quentin Tarantino The Hateful Eight Cinematographe

Quentin Tarantino ha deciso di rimontare The Hateful Eight come miniserie Netflix con 20 minuti di nuovo footage

Se volevate una versione ancora più lunga del film del 2015 The Hateful Eight di Quentin Tarantino, siete fortunati. All’inizio di questo mese, The Hateful Eight è stato reso disponibile su Netflix in due versioni: quella cinematografica, e una versione estesa che è presentata come una “miniserie” di quattro episodi. Inizialmente, molti pensavano che Netflix avesse deciso semplicemente di tagliare la versione più lunga del film, che è stata proiettata nelle sale cinematografiche del 2015, in episodi, per attirare più pubblico. Tuttavia, si è scoperto che questa versione a “miniserie” del film è stata creata dallo stesso Tarantino.

/Film è riuscito a ottenere un’intervista esclusiva con Tarantino, in cui il regista ha rivelato il motivo per cui ha deciso di rimontare The Hateful Eight come una miniserie:

Netflix è venuta da noi e ci ha detto, ‘Hey, sentite, se siete interessati… se ci fosse altro footage, sareste interessati a riunirlo, in modo che possiamo mostrarlo in tre o quattro episodi, in base all’extra footage che avete a disposizione? Saremo disposti a farlo’. E io ho pensato che, wow, era una cosa davvero interessante. Voglio dire, il film esiste come un film, ma se avessi potuto usare tutto il footage che abbiamo girato, e vedere se potevamo metterlo insieme in forma episodica, allora avrei voluto provarci.

Editoriale | Quentin Tarantino: l’insostenibile leggerezza del post-moderno

Quindi, Tarantino si è riunito col suo montatore Fred Raskin, ha aggiunto circa 25 minuti di footage che non era incluso nella versione cinematografica, e poi ha creato quattro episodi per questa versione estesa:

E quindi, quasi un anno dopo che è uscito, forse un po’ meno, io e il mio montatore, Fred Raskin, ci siamo riuniti e abbiamo iniziato a lavorare davvero duramente. Abbiamo ridotto il film in parti da 50 minuti, e da esso abbiamo ricavato quattro episodi. Non abbiamo rimontato il tutto dall’inizio, ma abbiamo fatto un sacco di re-editing, e il tutto funziona diversamente. Alcune sequenze sono più simili di altre, paragonate al film, ma c’è un’atmosfera e un sentimento diverso. Ha un sentimento diverso, che comunque apprezzo molto. E c’era anche un aspetto letterario nel film, quindi abbiamo voluto mantenere questa qualità da ‘svolgimento in capitoli’.

Tarantino farà questo anche per altri suoi film? Come abbiamo scoperto, lo ha già fatto. Anche se ha rivelato che Django Unchained non ha funzionato come miniserie, il regista ha già montato un director’s cut più lunga del film Premio Oscar, che a quanto pare verrà rilasciata:

Ho realizzato un director’s cut di Django. È circa di 3 ore e 15 minuti, o 3 ore e 20 minuti, qualcosa del genere. È uno di quei film che non farei come miniserie, perché comunque è migliore come film. Ci ho pensato, ma questo funziona semplicemente meglio in forma di film. È solo un po’ più lungo, a mio avviso. Quindi l’ho fatto. Aspetteremo un po’ dopo Once Upon a Time in Hollywood, e poi lo faremo uscire.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto