Michael Rooker: “Guardini della Galassia Vol. 2 è stato fatto per me”

Michael Rooker ha scherzato sul suo coinvolgimento nel franchise di Guardiani della Galassia, specialmente riguardo al suo rapporto con il regista James Gunn. L'attore si è anche soffermato sul personaggio di Yondu.

Michael Rooker, ospite della Heroes & Villains Fan Fest a Nashville, ha parlato di come il suo rapporto con James Gunn sia stato vantaggioso per Guardiani della Galassia Vol. 2

Anche se Yondu non sopravvive alla fine di Guardiani della Galassia Vol. 2Michael Rooker ha avuto un impatto importante nel franchise. L’attore ha scherzato sul fatto che James Gunn abbia realizzato quel film proprio per lui. Dato comunque il legame considerevole tra Yondu e Peter Quill mostrato nel finale del film, quest’affermazione non è del tutto insensata.

Rooker ha anche scherzato sul fatto che “sapesse fin dall’inizio” il successo che avrebbe avuto il film e che sarebbe stato una hit al box office. L’unica incertezza: il ritorno del suo personaggio nel Marvel Cinematic Universe. Quando l’attore ha saputo che Djimon Hounsou e Lee Pace sarebbero tornati nei rispettivi ruoli di Guardiani della Galassia in Captain Marvel, Rooker è rimasto sorpreso.

Quando gli viene chiesto se reputa più probabile il ritorno di Yondu o quello di Merle in The Walking Dead, Rooker risponde: “Non so se mi sopportano ancora“. L’attore aveva vociferato il ritorno del suo Yondu in Avengers: Infinity War, lo scorso anno, proprio prima dell’uscita al cinema di Guardiani della Galassia Vol. 2.

Vorreste rivedere Yondu nel Marvel Cinematic Universe? Ditecelo nei commenti!

SourceComicbook

Ultime notizie

Ero in guerra ma non lo sapevo: recensione del film di Fabio Resinaro

Ero in guerra ma non lo sapevo racconta gli ultimi giorni di vita del gioielliere Pierluigi Torregiani, ucciso il...

Articoli correlati