Martin Scorsese Cannes 2018 Cinematographe.it

Martin Scorsese ha rifiutato l’accusa che i suoi film scarseggerebbero di personaggi femminili dicendo: “Questo non è nemmeno un argomento valido”.

Martin Scorsese ha presenziato alla Festa del cinema di Roma per presentare il suo The Irishman. Il regista ha dominato i titoli dei giornali nelle ultime settimane per i suoi commenti dispregiativi sui film Marvel, definiti “parchi a tema” e non cinema, ma è stato un altro argomento a far girare la testa durante la conferenza stampa del regista alla Festa del cinema di Roma.

L’epico gangster movie di Netflix di Martin Scorsese, The Irishman, è stato selezionato come elemento centrale dell’evento di quest’anno. Durante la conferenza stampa (via THR / Kinótico), un membro della stampa ha chiesto a Scorsese perché i suoi film sono dominati da personaggi maschili e mostrano scarso interesse per i quelli femminili. Scorsese ha respinto immediatamente la critica dicendo: “No. Questo non è nemmeno un argomento valido. Non è valido“, ha detto Scorsese. “Non posso … Risale al 1970. Questa è una domanda che mi è stata fatta per così tanti anni. Devo farlo? Se la storia non lo richiede… È una perdita di tempo per tutti. Se la storia richiede un personaggio femminile, perché no?

Anche la produttrice di The Irishman Emma Tillinger Koskoff ha smentito la tesi, citando il film drammatico di Scorsese del 1974 Alice non abita più qui. Il film ha visto protagonista Ellen Burstyn (che è stata nominata all’Oscar come miglior attrice) ed è spesso citato come uno dei film femministi che definiscono l’era della New Hollywood.

Oh, questo è solo un film. Non conta questo“, ha detto Scorsese quando la Koskoff ha citato Alice. “L’età dell’innocenza non lo contano”

L’adattamento di Scorsese del 1993 del romanzo di Edith Wharton vedeva protagoniste Michelle Pfeiffer e Winona Ryder.
La Koskoff ha poi menzionato Casinò, che visto Sharon Stone in un celebre ruolo, per il quale è stata nominata all’Oscar.

“The Irishman riflette sul tempo, sull’ amore, sull’età”

Casinò. Sharon Stone è eccezionale in questo. Non lo contano. Dimenticatelo. Ci sono solo tutti questi uomini“, ha aggiunto Scorsese, suggerendo che l’accusa della mancanza di donne nei suoi film è completamente infondata.

I membri della stampa presenti hanno applaudito la difesa di Martin Scorsese. “Certo, mi piacerebbe farlo“, ha detto il regista. “Ma sapete cosa, ho 76 anni adesso. Come ne avrò il tempo? Non so cosa succederà. Non lo sappiamo. Non ho più tempo.

Il dibattito sulla rappresentazione di personaggi femminili di Scorsese è stata riaccesa dopo che The Irishman è stato presentato in anteprima mondiale nella serata inaugurale del New York Film Festival. Le attrici nel film hanno solo piccoli ruoli e alcuni critici hanno espresso frustrazione per la mancanza di dialoghi del personaggio di Anna Paquin. Il film debutterà in alcuni cinema l’1 novembre prima di essere rilasciato il 27 novembre su Netflix.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto