L’uomo invisibile: il regista parla del potenziale futuro del franchise

L'uomo invisibile potrebbe avere dei sequel, il regista Leigh Whannell ne ha parlato ma non è ancora pronto a rivelare nulla di preciso.

Da leggere

Aquaman 2: la produzione è terminata per un attore del cast

Aquaman 2 dovrebbe arrivare nelle sale il 16 dicembre 2022 Aquaman 2 (Aquaman and the Lost Kingdom) è il nuovo...

Matrix 4: in una foto esclusiva Neo è impegnato in un arduo combattimento!

Matrix 4 è vicino all'arrivo nelle sale di tutto il mondo Matrix 4 (in originale Matrix Resurrections) è il quarto...

Renfield: il Conte Dracula ha finalmente un volto!

Renfield è attualmente in pre-produzione Renfield è il nuovo progetto horror diretto da Chris McKay (La guerra di domani, The...

Block title

Leigh Whannell ha lanciato più di un franchise nella sua carriera, e i fan del suo ultimo thriller psicologico L’uomo invisibile si chiedono se ci sarà un futuro per il film

Il produttore de L’uomo invisibile Jason Blum, è molto eccitato dal potenziale del film, avendolo apprezzato molto come fan. “Beh, lo dirò, non ho mai – Jason lo sa – non penso mai ai sequel quando sto girando un film perché è così difficile fare un buon film, quindi sento che è un compito impossibile iniziare pensando a cosa succederà dopo“, Leigh Whannell ha condiviso con ComicBook.com. “E ho realizzato film che hanno generato molti sequel, scrivendo il primo film di Saw e Insidious, quindi probabilmente per lo spettatore, può sembrare che sto pensando in termini di franchising, ma non lo faccio mai. Mai, mai, mai. E questo è tutto. Quindi, non lo so, ma so che Jason vuole sapere dove si  dirigerà questo progetto.
Blum ha aggiunto: “Sì, lo faccio, chiedo a Leigh ogni giorno dove si dirigerà il progetto. Ogni giorno, e non ottengo mai una risposta diretta“.

Tra serie come Paranormal Activity, The Purge e Halloween, Blumhouse Productions ha sviluppato con successo una serie di franchise, con Blum che ha notato che la forza di un franchise dipende dal debutto di un film avvincente che si distingue da solo e non richiede un seguito.

Analisi psicologica del film con Elisabeth Moss

La mia filosofia sui sequel è la prima, dico sempre ai cineasti di fare esattamente il contrario di ciò che suggerite“, ha spiegato Blum. “Fare semplicemente un film fantastico e non preoccuparsi di chi muore, cosa succede, della mitologia. È abbastanza difficile fare un film fantastico senza dover fare un film eccezionale e pensare a come continuerà. Se siamo abbastanza fortunati da avere successo e il regista originale vorrà estendere la storia, non sarò stato un ingenuo, perché se ne fai due, probabilmente ne fai tre. Se ne fai uno, non ne fai necessariamente due.”

Nel secondo film, penso che quando ne facciamo un secondo o un terzo, chiedo al regista di pensare un po’ di più all’universo del film. Ma nel primo, li incoraggio davvero a non farlo.” Ha continuato, “E Leigh, voglio dire, non voglio rispondere per te, ma penso che uno dei grandi punti di forza di Leigh come artista, sia che … è davvero concentrato su … cos’è una grande storia, cos’è un forte storia drammatica. Le paure si adattano organicamente a questo, ma penso che sia prima di tutto un narratore, e lo incoraggio, perché senza una grande storia, non importa quale altra pianificazione o pensiero ci sia, o come il pubblico si sentirà, il film non funzionerà “.

L’uomo invisibile è ora disponibile su 4K Ultra HD, Blu-ray, DVD e Digital HD.

ViaCB

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Aquaman 2: la produzione è terminata per un attore del cast

Aquaman 2 dovrebbe arrivare nelle sale il 16 dicembre 2022 Aquaman 2 (Aquaman and the Lost Kingdom) è il nuovo...

Articoli correlati