Joker: Martin Scorsese non è direttamente coinvolto nella produzione

Dopo le recenti dichiarazioni di Martin Scorsese, fonti vicine alla WB hanno dichiarato che il regista aveva da tempo abbandonato la produzione di Joker.

Da leggere

Roma FF16 – Caterina Caselli: Una vita, cento vite – recensione del film

Un’icona di stile, una stella della musica e un’eccezionale donna in carriera: sono queste le cento vite di Caterina...

Nei panni di una principessa 3: Vanessa Hudgens tre volte protagonista nel trailer

Nel nuovo trailer del film Netflix Nei panni di una principessa 3 vediamo Vanessa Hudgens interpretare tre differenti ruoli Per...

Matrix 5: Warner rivela le condizioni necessarie alla sua realizzazione

La CEO di Warner Bros. Ann Sarnoff ha rivelato quali sono le condizioni necessarie per la realizzazione di Matrix...

Block title

Secondo The Hollywood Reporter, il regista di Taxi Driver avrebbe lasciato Joker nelle mani del suo partner di produzione

Martin Scorsese ha fatto scalpore all’inizio del mese con la sua dichiarazione contro i film di fumetti, nonostante molti fan abbiano sottolineato che fosse un produttore di Joker, ma un nuovo rapporto afferma che, anche se potrebbe essere accreditato come produttore, ha tranquillamente lasciato il progetto e il suo partner di produzione si è assunto tutte le responsabilità necessarie. Secondo The Hollywood Reporter, una fonte della Warner Bros. ha rivelato loro che il coinvolgimento iniziale di Scorsese era nato dall’esigenza di un produttore con sede a New York City, in maniera tale che Emma Tillinger Koskoff potesse arruolare gran parte della squadra di The Irishman di Scorsese per girare il film DC Comics.

È noto che Scorsese non sia solito produrre un film se non è direttamente coinvolto nello sviluppo del progetto o se non vuole usare la sua notorietà per dare impulso a un progetto di cineasti meno noti. Dato che Joker non rientra in nessuna di queste categorie, sembra più probabile che, anche se per la pellicola con Joaquin Phoenix sono stati fatti paragoni con alcuni dei film più iconici di Scorsese, il famoso regista sia stato produttore solo di nome, con la Koskoff che gestiva di fatto qualsiasi suo obbligo.

Queste conclusioni sembrerebbero molto in linea con la visione generale di Scorsese dei film tratti da fumetti, poiché ha rivelato di recente che vede i film di supereroi più come passeggiate nei parchi a tema che come vero e proprio “cinema”:

Non riesco a vederli. Ci ho provato, sai? Ma questo non è cinema. Onestamente, la cosa che mi fanno ricordare di più, così come sono fatti, con gli attori che fanno il meglio che possono in queste circostanze, sono i parchi a tema. Non è il cinema degli esseri umani che cercano di trasmettere esperienze emotive e psicologiche a un altro essere umano.

Comprensibilmente, il suo coinvolgimento con Joker e i commenti negativi sui film di supereroi sono stati dichiarati ipocriti.

Samuel L. Jackson risponde ai commenti anti-Marvel di Scorsese

L’Hollywood Reporter ha anche osservato che tra le teorie sul coinvolgimento di Scorsese c’era quella di convincere Leonardo Di Caprio, che ha recitato in The Departed, The Wolf of Wall Street, Gangs of New York e Shutter Island a interpretare il ruolo del cattivo della DC Comics ma fonti multiple hanno confermato che il regista Todd Phillips è sempre stato interessato a Joaquin Phoenix per il ruolo.

ViaCB

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Roma FF16 – Caterina Caselli: Una vita, cento vite – recensione del film

Un’icona di stile, una stella della musica e un’eccezionale donna in carriera: sono queste le cento vite di Caterina...

Articoli correlati