jojo rabbit, cinematographe.it

Disney sembrerebbe preoccupata dall’immagine della major che Jojo Rabbit di Taika Waititi potrebbe trasmettere al pubblico

Seppur realizzato da Fox Searchlight, Jojo Rabbit è ora a tutti gli effetti una proprietà Disney, in seguito allo storico accordo. Il film satirico, diretto da Taika Waititi, segue un ragazzino che gode di un amico immaginario molto particolare, Adolf Hitler, interpretato dallo stesso regista. Il titolo è riuscito a conquistare un posto nella line-up del Fantastic Fest 2019, ma a quanto pare la Disney non è altrettanto entusiasta del progetto.

Secondo Variety, la major sta cercando di capire quale delle sue nuove proprietà acquistate da Fox potrebbero rappresentare un problema di immagine, poiché poco affini alle politiche dello studio, tendenzialmente portata a realizzare prodotti per tutta la famiglia. A quanto pare, Jojo Rabbit rappresenta uno di quei casi che preoccupano la compagnia. Durante una proiezione del film ai dirigenti, qualcuno avrebbe espresso i propri timori, ritenendo che la nuova opera di Taika Waititi avrebbe potuto “alienare” il tradizionale pubblico Disney.

Guarda il trailer di Jojo Rabbit, nuovo film di Taika Waititi

Questo non significa che la società metterà mano a Jojo Rabbit o che costringerà la Fox Searchlight a cambiare le proprie strategie per quanto riguarda la promozione del film, ma fa intuire che difficilmente la Disney sarà disposta ad associare la propria immagine a produzioni dai temi così scottanti. Non dimentichiamo che, secondo le voci, lo studio è ancora indeciso su come approcciare Deadpool, sulla carta pronto a unirsi al MCU ma notoriamente più trasgressivo degli Avengers, con i precedenti film Fox sul Mercenario Chiacchierone classificati R-rated.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE